Monday, Sep 20th

Last update11:09:22 AM GMT

Sei qui: Area Legislativa

Area Legislativa

Mise, i nuovi contratti di sviluppo che incentivano le assunzioni di lavoratori da aziende in crisi

Il Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato il decreto che consente alle imprese di presentare, a partire da lunedì 20 settembre, le domande per richiedere gli incentivi previsti dai nuovi Contratti di sviluppo. La principale novità che viene introdotta nel provvedimento è la clausola voluta dal ministro Giancarlo Giorgetti per quelle imprese che si impegneranno, nel caso di un incremento occupazionale delle loro attività, ad assumere in via prioritaria i percettori di interventi di sostegno al reddito, disoccupati a seguito di procedure di licenziamento collettivo e lavoratori di aziende coinvolte in tavoli di crisi attivi presso il Ministero. Viene così data applicazione all’atto di indirizzo del ministro Giorgetti rivolto a tutte le direzioni generali del Ministero che emanano provvedimenti relativi alla riconversione e reindustrializzazione di aree territoriali del Paese attraverso la concessione di incentivi e agevolazioni.

Fonte: Mise

Anac, lo schema di linee guida per gli affidamenti in house

L'ANAC ha pubblicato lo schema di Linee guida sugli affidamenti in house recanti «Indicazioni in materia di affidamenti in house di contratti aventi ad oggetto lavori, servizi o forniture disponibili sul mercato in regime di concorrenza ai sensi dell’articolo 192, comma 2, del decreto legislativo 18 aprile 2016 n. 50 e s.m.i.».

Leggi la richiesta parere al Consiglio di Stato del 14 settembre 2021.

Schema di Linee guida affidamenti in house.

Relazione A.I.R. Schema di Linee guida affidamenti in house.

Contributi pervenuti.

Cultura, approvati i finanziamenti per musei e biblioteche

La Regione Lazio ha pubblicato il Piano degli interventi 2021 – Avviso pubblico (L.R. n. 24/2019) per l'assegnazione di contributi a biblioteche, musei e istituti similari e archivi storici per l'anno 2021.

Scarica la Determinazione n. GR5508-2 del 05 agosto 2021.

Allegati:
Scarica questo file (DE_GR5508-2.pdf)DE_GR5508-2.pdf[ ]9568 Kb

Via libera al CIS Sisma: stanziati 160 mln per 49 opere

È stato sottoscritto il Contratto Istituzionale di Sviluppo riservato ai territori colpiti dallo sciame sismico del 2016-2017.

Il ministro Mara Carfagna ha presieduto nella giornata di ier ad Accumoli il Tavolo istituzionale che ha dato ufficialmente il via libera al CIS 'Sisma', rispettando così l'impegno assunto il 28 aprile scorso, quando si tenne il primo incontro con i rappresentanti istituzionali locali. "Sono orgogliosa per la velocità con cui è stato affrontato e portato a termine l'impegno - ha dichiarato il ministro Carfagna nel corso del suo intervento - e sono orgogliosa per l'ottima collaborazione di tutti: il commissario Legnini, i presidenti di Regione, i sindaci e ogni ente coinvolto nell'elaborazione delle proposte".

Il Contratto comprende un primo elenco di 49 progetti, la cui realizzazione potrà partire immediatamente grazie al finanziamento di 160 milioni di euro previsto dalla legge di Bilancio 2021. Di questi, 100 milioni provengono dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione e gli ulteriori 60 milioni dalle risorse a disposizione del Commissario straordinario per la ricostruzione. In coerenza con l'obiettivo di accompagnare la ricostruzione delle aree del Cratere sismico con progetti di sviluppo, sono state individuate cinque aree di intervento, di seguito elencate insieme ad alcuni esempi di opere selezionate.

Ambiente e risorse naturali: digitalizzazione della rete idrica in provincia di Ascoli Piceno. Cultura e turismo: valorizzazione dell'area archeologica di Teramo, Sistema integrato per lo sviluppo dell'entroterra maceratese, "Marche outdoor", progetto "Terre Mutate", Campus Borgo Lanciano, molteplici percorsi ciclabili e pedonabili, ecc. Trasporti e mobilità: piano d'azione e mobilità sostenibile per Castelluccio di Norcia, ricostruzione del collegamento funiviario nel comprensorio dei Monti Gemelli, svincolo A24 di Montorio al Vomano, ecc. Riqualificazione urbana: infrastrutture per il Piano per gli Insediamenti Produttivi ad Accumoli, interventi per la valorizzazione di diversi centri storici, ecc.

Infrastrutture sociali: Biodistretto di Terra Viva ad Amatrice, nuovo polo agroalimentare per le eccellenze della Valle dell'Aso, case di riposo, centri termali, impianti sportivi, ecc. >> Leggi l'elenco completo dei primi 49 progetti finanziati e i relativi importi Si tratta solo di un inizio. Tra le proposte presentate dalle Regioni interessate (Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria) ne sono state infatti individuate dagli enti che partecipano al CIS, sotto il coordinamento dell'Agenzia per la Coesione territoriale e di Invitalia (in quanto soggetto attuatore), altre 84 che meritano attenzione.

Il governo è ora al lavoro per individuare i fondi necessari a realizzare anche questi progetti, che sono già stati inseriti nel Contratto. Dopo la sottoscrizione, si passa ora alla fase operativa, che - grazie alle norme contenute nel decreto-legge "Governance e Semplificazioni" e valide per tutti i CIS - potrà contare sulle stesse procedure spedite già previste per le opere inserite nel PNRR. "Sono fiduciosa che questi interventi verranno realizzati nel più breve tempo possibile - ha affermato Carfagna - così che i cittadini possano finalmente trovare un po' di fiducia e di ottimismo. Adesso la priorità è procedere spediti con la ricostruzione e affiancare a questa il rilancio economico e il recupero sociale di questi territori martoriati. Lo Stato c'è e scommette sulla voglia di restare, di ritornare e di ricostruire questi luoghi".

Fonte: Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale

Ecobonus, gli incentivi per le auto a basse emissioni

Dal 14 settembre sarà possibile prenotare sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it gli incentivi per l’acquisto di veicoli con emissioni 0-60g/km di CO2. Con il decreto Infrastrutture sono stati infatti riallocati 57 milioni di euro nel fondo che prevede ecobonus fino a 6.000 euro per acquisto auto a basse emissioni. Si tratta di risorse inizialmente stanziate per l’extra-bonus con la legge di conversione del decreto Sostegni bis. Prolungati, inoltre, i termini per il completamento delle prenotazioni in corso per i veicoli di categoria M1, M1 speciali, N1 e L: per quelle inserite sulla piattaforma dal 1 gennaio al 30 giugno 2021 sarà possibile fino al 31 dicembre 2021 mentre per quelle inserite dal 1 luglio al 31 dicembre 2021 sino al 30 giugno 2022.

Fonte: MISE

Messa in sicurezza edifici e territorio: il 16 settembre 2021 scade il termine per la conferma di interesse ai contributi

Con il comunicato del 6 settembre u.s. il Ministero dell’interno ha dato avvio alla procedura di assegnazione, mediante scorrimento della graduatoria delle proposte ammissibili presentate lo scorso anno, della quota incrementale per l’anno 2022, dei contributi relativi a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio, pari a 1.750 milioni di euro, stanziati dall’articolo 1, comma 139-bis della L. n. 145/2018 (legge di bilancio 2019), come introdotto dall'articolo 46, comma 1, lett. b), del decreto-legge 14 agosto 2020, n.104 (dl “Agosto”). I Comuni beneficiari, presenti nell’elenco allegato, per l'importo indicato nella colonna "Richiesta contributo", devono confermare l'interesse al contributo obbligatoriamente entro il 16 settembre 2021, esclusivamente tramite il Sistema Certificazioni Enti Locali (“AREA CERTIFICATI - TBEL, altri certificati”), accessibile dal sito internet della stessa Direzione centrale finanza locale del Ministero dell’interno.

Si ritiene opportuno ricordare che, in base al quadro normativo vigente, per l’assegnazione della quota ordinaria per l’anno 2022, pari a 450 milioni di euro, l’invio delle richieste dovrebbe concludersi entro il prossimo 15 settembre. Tuttavia, il “Modello di certificazione informatizzato” con il quale i comuni comunicano la richiesta di contributi non risulta ancora disponibile. Nei prossimi giorni dovranno quindi essere chiarite le modalità e i termini di assegnazione dei fondi relativi al 2022, a partire dal termine per le richieste dei Comuni.

Scarica l'allegato per conoscere il dettaglio dei Comuni beneficiari dei contributi art. 1, comma 139-bis. - L. n . 145/2018.

Allegati:
Scarica questo file (com-fl-06-09-2021-all-1.pdf)com-fl-06-09-2021-all-1.pdf[ ]2384 Kb

Green pass esteso: le categorie interessate

Con il nuovo decreto approvato dal Governo, l'obbligo di certificazione verde è estesa anche ad altre categorie professionali.

L’estensione entrerà in vigore dal prossimo 10 ottobre ed è stata pensata per poter convincere sempre più persone a vaccinarsi contro il Covid-19. L’obbligo di Green Pass è già in vigore per il personale sanitario, per i docenti e il personale ATA, ma anche per accedere ad alcuni trasporti (come treni, aerei e navi). Il decreto legge in questione è stato approvato dal Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente del Consiglio Mario Draghi, del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, del Ministro della Salute Roberto Speranza e del Ministro della ricerca Maria Cristina Messa.

Il nuovo decreto introduce delle misure urgenti, per fronteggiare l’emergenza Covid-19, in ambito scolastico, della formazione superiore e in ambito socio-sanitario assistenziale. Green Pass esteso: quali sono le categorie interessate Per la nuova estensione della certificazione verde, sono diverse le categorie interessate. Scuola L’obbligo di Green Pass si applicherà a chiunque accede alle istituzioni scolastiche, educative e formative, esclusi i bambini, gli alunni e gli studenti. Sono, però, comprese tutte le strutture e i corsi: corsi serali, centri per l’istruzione degli adulti, servizi educativi per l’infanzia, sistemi regionali di Formazione Tecnica Superiore e gli Istituti Tecnico Superiori. A controllare la presenza di Green Pass sarà il dirigente scolastico e i responsabili delle istituzioni scolastiche adibite. Nell’obbligo di Green Pass sono compresi anche i genitori degli studenti, che devono entrare nell’istituto. Università In ambito universitario, l’obbligo di Green Pass è previsto per chiunque acceda alle strutture del sistema nazionale universitario.

Le verifiche verranno svolta a campione, con le modalità individuate dall’università. Salute L’obbligo di Green Pass sarà applicato a tutti i soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la loro attività nelle strutture residenziali, socio-assistenziali, sociosanitarie e hospice (RSA, strutture per anziani, etc.). A verificare il rispetto dell’obbligo saranno i responsabili delle strutture e i datori di lavoro dei soggetti. Le modalità per la verifica saranno definite con un decreto del Presidente del Consiglio, con la collaborazione del Garante della privacy. Come si ottiene la certificazione verde o l’esenzione Ricordiamo che il Green Pass può essere ottenuto in vari modi. Dopo aver completato il ciclo vaccinale; Dopo aver effettuato la prima dose o il vaccino monodose da 15 giorni; Se si è guariti dal virus nei sei mesi precedenti; Se si è risultati negativi a un tampone rapido o molecolare nelle 48 ore precedenti. Per chi non si può vaccinare, invece, è possibile ottenere l’esenzione. L’esenzione è un certificato che dimostra l’impossibilità di sottoporsi al vaccino a causa di motivi di salute e potrà essere rilasciata solo fino al 30 settembre. La certificazione può essere rilasciata solamente dai medici dei Servizi Vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi Sanitari Regionali o dai Medici di Medicina Generale o Pediatri di libera scelta del paziente, che operano nella campagna vaccinale.

Agricoltura, il Cdr: dare supporto agli enti locali per l'impiego dei fondi Ue in agricoltura

“Riteniamo che debba essere previsto un supporto tecnico sufficiente affinché gli enti locali e regionali, che hanno meno poteri in termini di programmazione e spesa dei fondi Ue, possano avere una maggiore capacità di attuare e monitorare il Next Generation Eu”. Così lo spagnolo Juanma Moreno Bonilla (Ppe), presidente dell’Andalusia e relatore del Comitato delle Regioni sulla nuova strategia Ue per le aree rurali, che ha partecipato al consiglio informale dei ministri dell’agricoltura e della pesca in corso in Slovenia. Moreno Bonilla ha chiesto di stabilire un quadro per l’azione sulle aree rurali nel contesto del semestre europeo ed esortato la Commissione europea e gli Stati membri a garantire un maggiore coinvolgimento delle regioni per stimolare la ripresa economica.

“Stati membri e governi regionali devono essere incoraggiati ad attuare l’approccio di verifica rurale per le loro strategie e i loro investimenti nell’attuale periodo di programmazione 2021-2027 per la Politica agricola comune, per i fondi di coesione e per i piani di ripresa e resilienza”, ha aggiunto il presidente dell’Andalusia.

Fonte: Comitato delle Regioni

Fondo assistenza minori, scade il 10 settembre il termine per i Comuni fino a 3 mila abitanti

Scade il 10 settembre 2021 il termine entro il quale è possibile inviare la richiesta di accesso al fondo istituito dall’'art.56-quater del dl n. 73/2021, con una dotazione di 3 milioni di euro, destinato a contribuire alle spese sostenute dai Comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti per l'assistenza ai minori per i quali sia stato disposto l'allontanamento dalla casa familiare con provvedimento dell'autorità giudiziaria. In base alle istruzioni fornite dal Ministero dell’interno con comunicato del 18 agosto u.s., la certificazione dovrà essere inviata tramite il Sistema di trasmissione delle certificazioni degli Enti Locali (CERTIFICATI TBEL, altri certificati), specificando: il numero dei minori assistiti, gli estremi dei provvedimenti dell'autorità giudiziaria e le spese sostenute e la durata dell'intervento.

A seguito di contatti intercorsi con il Ministero dell’interno volti a chiarire alcuni dubbi interpretativi circa i contenuti della richiesta, si segnala che:

- il termine di scadenza dei provvedimenti dell’autorità giudiziaria, se indeterminato, può essere indicato al 31 dicembre 2021;

- la spesa da considerare è quella annua che emerge da evidenze amministrative e/o contabili dell'ente per il 2021.

Pag 1 di 98