Wednesday, Aug 05th

Last update09:05:20 AM GMT

Sei qui: Area Legislativa

Area Legislativa

Mobilità, torna Lazio in Tour: spostamenti gratis per i giovani

Dal 1° agosto è partita LAZIO in TOUR, l’iniziativa della Regione Lazio che consente ai ragazzi tra i 16 i 18 anni iscritti alla LAZIO YOUth CARD di viaggiare gratuitamente per 30 giorni su tutti gli autobus Cotral e i treni regionali del Lazio di Trenitalia e viaggiare tra Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo e tutti gli altri 373 piccoli e medi Comuni del territorio, 720 ore di tour per andare ovunque.

Tutti i giovani possessori di LAZIO YOUth CARD grazie all’App “Laziointour”, sviluppata da Laziocrea, potranno organizzare un viaggio su tutti i servizi ferroviari regionali gestiti da Trenitalia (escluso collegamenti Leonardo Express) e sui bus Cotral (escluse le linee Atac, la metro di Roma e la ferrovia Roma-Lido) spostandosi in tutte le province del Lazio, dalle località balneari a quelle di montagna, dai siti archeologici ai piccoli borghi. LAZIO in TOUR si inserisce nel più ampio portfolio di oltre 2000 agevolazioni e opportunità uniche di LAZIO YOUth CARD, l’App dedicata ai giovani che vivono nel Lazio.

Elezioni, la circolare del Ministero dell'Interno sulla ripartizione spese

In una circolare firmata lo scorso 24 luglio, il Ministero dell'Interno diffonde le linee guida sulla ripartizione delle spese di organizzazione tecnica e attuazione per lo svolgimento contemporaneo del referendum popolare confermativo, delle elezioni suppletive del Senato della Repubblica e delle elezioni regionali e amministrative del 20 e 21 settembre 2020.

Scarica la circolare in allegato.

Allegati:
Scarica questo file (SPESE-ELEZIONI_circ_24_07.pdf)SPESE-ELEZIONI_circ_24_07.pdf[ ]928 Kb

Scuola, Regione: conclusi incontri per ripresa attività didattiche

"Con il tavolo di ieri si è chiuso il ciclo di incontri dedicato alla scuola in cui come assessorato al Lavoro e Scuola della Regione Lazio, congiuntamente a quello alla Mobilità e all'Ufficio Scolastico Regionale del Lazio, abbiamo incontrato tutti gli attori istituzionali legati al mondo della scuola e alla ripresa delle attività scolastiche, confermata per il 14 settembre.

In particolare sono state effettuati incontri in modalità webinar con i Comuni e le Province del Lazio, la Città Metropolitana di Roma, i Municipi, i dirigenti scolastici, le organizzazioni sindacali, l’Anci e l’Upi, per un totale di oltre un migliaio di soggetti chiamati a partecipare. Un lungo lavoro iniziato a fine giugno in cui ci siamo confrontati su temi decisivi per una riapertura in piena sicurezza ed efficienza, a tutela sia degli studenti che di tutto il personale scolastico. Tra gli obiettivi, quello di affrontare, coordinare e armonizzare i diversi servizi che ruotano attorno all’avvio delle attività scolastiche, come il trasporto pubblico e quello per gli alunni con disabilità; servizi resi estremamente problematici dalla necessità di prevedere le misure di distanziamento sociale.

Il confronto è inoltre proseguito con il mondo della formazione professionale e degli Istituti di istruzione e formazione per accogliere anche le loro esigenze e dare la stessa attenzione a tutto l'universo legato all'istruzione".

Così in una nota Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio.

Coronavirus, Regione Lazio e sindacati siglano protocollo per la salvaguardia occupazionale del personale strutture accreditate

E’ stato siglato nei giorni scorsi, presso la sede della Giunta regionale del Lazio, un protocollo d’intesa che prevede la salvaguardia occupazionale dei lavoratori delle strutture accreditate. Nel caso in cui il personale venga licenziato a causa della sospensione o perdita dei requisiti per l’accreditamento, le aziende dovranno ricollocare i lavoratori in altre strutture dello stesso gruppo. Ove non sia possibile, le nuove aziende che saranno accreditate o sono già accreditate al sistema sanitario regionale potranno attingere dal bacino del personale sanitario licenziato e assumerlo con contratto a tempo indeterminato.

A siglare l’intesa sono stati gli assessori regionali alla Sanità, Alessio D’Amato e al Lavoro e Formazione, Claudio Di Berardino con i rappresentanti sindacali della funzione pubblica di CGIL, CISL e UIL.

“Il protocollo è da subito operativo – spiegano congiuntamente gli assessori D’Amato e Di Berardino - e impegna ogni azienda sanitaria che sarà accreditata in futuro a attingere in via prioritaria al Bacino di Ricollocazione che sarà costituito sotto la supervisione degli assessorati al Lavoro e alla Sanità. Crediamo che la perdita dell’accreditamento -che per alcune strutture è subentrata a seguito di una inadeguata gestione del Covid 19- non debba e non possa ricadere sui singoli lavoratori. La costituzione di un bacino protetto può permettere, al contrario, la tutela occupazionale e la salvaguardia delle professionalità e del livello retributivo acquisito”.

“Quello sottoscritto oggi è un protocollo fortemente voluto da Cgil Cisl e Uil come strumento innovativo per dare tutela a lavoratrici e lavoratori, come quelli della sanità privata accreditata e delle Rsa, che rischiano non solo di non vedersi riconosciuto il sacrificio messo in atto durante la pandemia, ma addirittura di vedersi sottratto il futuro personale e familiare – dichiarano Giancarlo Cenciarelli, Roberto Chierchia e Sandro Bernardini, segretari generali di Fp Cgil Roma Lazio, Cisl Fp Lazio e Uil Fpl Roma e Lazio – Apprezziamo che la Regione sia venuta incontro alle nostre istanze e a quelle dei tanti operatori delle strutture private che operano per conto del Ssr, che stanno attraversando una fase di grande difficoltà occupazionale e salariale. Lavoratori per i quali pretendiamo certezze e valorizzazione delle professionalità al servizio dei cittadini. Il protocollo, nato a seguito delle crisi connesse alla pandemia, non si limita a gestire l'emergenza ma sancisce un principio che vale sempre, per la tutela del lavoro e delle professionalità. Già da lunedì saremo a lavoro per dare concretezza alle misure del protocollo, a partire dal Bacino di ricollocazione”.

In dettaglio, il protocollo “per la salvaguardia occupazionale del personale operante nelle strutture accreditate” si applica ai lavoratori sottoposti a procedura di licenziamento di strutture accreditate con il SSR e a lavoratori operanti in servizi esternalizzati per conto delle strutture che hanno avuto procedimenti di revoca o sospensione dell’accreditamento o che volontariamente hanno dismesso le attività accreditate con il SSR. I lavoratori inseriti nelle graduatorie del bacino dovranno accettare le proposte lavorative entro un raggio di 30 chilometri dalla struttura di provenienza, pena la cancellazione dalle liste di ricollocazione.

Cultura, pubblicato il bando dell'ottava edizione del Premio Salva la tua lingua locale

Al via l'ottava edizione del Premio letterario nazionale "Salva la tua lingua locale", che quest'anno introduce delle novità.

Alla ratifica delle categorie, tutte a tema libero, già presenti nella scorsa edizione, prosa (edita e inedita), poesia (edita e inedita), teatro (inedito) e musica, si aggiunge l’introduzione di quella dedicata ai fumetti.

Pienamente confermato anche il premio intitolato Tullio De Mauro dedicato a lavori scientifici editi o inediti: saggi, tesi di laurea, studi su dialetti e/o lingue locali e dizionari; l’illustre linguista fino alla sua scomparsa ha ricoperto anche l’incarico di presidente onorario del concorso.

I partecipanti dovranno far pervenire le opere entro il 16 ottobre, la proclamazione è in programma nel mese di dicembre a Roma nella Sala della Protomoteca del Campidoglio. Per tutti i dettagli si rinvia al bando consultabile all’indirizzo internet http://www.salvalatualingualocale.it/.

Il premio “Salva la tua lingua locale” è istituito dall’Unione Nazionale delle Pro Loco (Unpli) e da Ali Autonomie Locali Italiane – Lazio (ALI Lazio) ed è organizzato in collaborazione con il Centro Internazionale Eugenio Montale e, per la sezione "Scuola, con l’Ong “Eip-Scuola Strumento di Pace”.

Tappe differenziate, invece, per la sezione “Scuola”: il termine per l’invio delle proposte e la data della proclamazione saranno resi noti successivamente.

Sin dalla prima edizione del premio, inoltre, viene effettuata la registrazione audio e l’archiviazione di tutti gli elaborati inediti presentati; i contributi così entrano a far parte di “Memoria Immateriale” un canale youtube che costituisce l’inventario on line delle tradizioni italiane: un prezioso archivio, unico nel suo genere, voluto ed implementato dall’Unione Nazionale delle Pro Loco, accreditata dal 2012 presso l’UNESCO.

Gli elaborati dei vincitori e dei finalisti delle singole categorie, infine, vengono raccolti ogni anno in un’apposita antologia che è disponibile anche in formato digitale sul sito del premio.

Al via dal 24 luglio "La città incantata" a Civita di Bagnoregio

Tutto pronto per la nuova edizione de “La Città Incantata - 6° Meeting Internazionale dei disegnatori che salvano il mondo”, evento promosso dall’Assessorato al Turismo e Pari Opportunità della Regione Lazio e realizzato da LAZIOcrea, ATCL, ABC, Roma Lazio Film Commission in collaborazione con il Comune di Bagnoregio e Casa Civita. Nuovi protagonisti e una programmazione più ricca e distribuita da luglio fino al meeting di dicembre.

Dopo il successo delle edizioni precedenti che hanno ospitato quasi 200 incontri, 15 mostre, più di 400 proiezioni e circa 250 artisti, ed in particolare dopo la quinta edizione nella location suggestiva del Castello di Santa Severa, l'evento dedicato al mondo del fumetto e dell'animazione torna nell'incantevole città di Civita di Bagnoregio, la cui candidatura UNESCO come Patrimonio dell’Umanità è stata ufficializzata dal Presidente Nicola Zingaretti nel 2018.

Sarà dunque il caratteristico borgo nel cuore della Tuscia viterbese, il suggestivo scenario che ospiterà animatori, disegnatori, fumettisti, storyboarder, street artist e artisti visivi che si confronteranno e incontreranno il pubblico per raccontare i loro lavori, il loro stile, le loro tecniche, la loro creatività.

Già dal mese di luglio ‘La Città Incantata’ inietterà a Civita di Bagnoregio una forte carica di energia creativa a partire dalle residenze d'artista, per poi proseguire con un programma fitto di incontri, mostre e proiezioni cinematografiche.

I primi due artisti chiamati a produrre il loro materiale ispirato a Civita di Bagnoregio e al suo territorio saranno Giulia Spagnuolo, 23 anni, in arte Zuzu, vincitrice nel solo 2019 del premio Cecchetto come autrice rivelazione al Treviso Comic Book Festival, del Gran Guinigi come miglior esordiente al Lucca Comics & Games e del premio Satira Politica di Forte dei Marmi per la categoria romanzo a fumetti, e Martoz, nome vero Alessandro Martorelli, classe 1990, fumettista, illustratore, street artist e docente presso la Scuola Internazionale di Comics. Martoz ha pubblicato fumetti con Coconino Press, Feltrinelli Comics, Shockdom, Canicola, Progetto Stigma, Actes Sud e Dark Horse ed esposto i suoi lavori in gallerie di tutto il mondo, tra cui Tokyo, Mosca, Los Angeles, Buenos Aires e Parigi.

Un esordio per l'edizione 2020. Si parte il prossimo venerdì 24 luglio. Appuntamento alle ore 18 a Palazzo Alemanni per l'appuntamento con gli Atelier Arte Bellezza Cultura "Un altro sguardo su Civita" per poi proseguire, alle ore 19, in Piazza San Donato, con la prima masterclass con Zuzu e Martoz, moderati da Luca Raffaelli e Rita Petruccioli. Alle ore 20 spettacolo di stand up comedy con Valerio Lundini, bravissimo fumettista, ma soprattutto un comico molto amato dal pubblico, romano, classe 1986, co-conduttore de "L'altro Festival".

“La Città Incantata rappresenta ormai un appuntamento atteso nel panorama regionale e nazionale. Abbiamo lavorato ad un programma completamente rinnovato e distribuito lungo il corso dei prossimi mesi garantendo la partecipazione in completa sicurezza”, dichiara Giovanna Pugliese, Assessora al Turismo e alle Pari Opportunità della Regione Lazio. "Voglio ringraziare tutte e tutti per lo straordinario lavoro. Quest'anno non era facile, ma ce l'abbiamo fatta. La candidatura di Civita d Bagnoregio quale Patrimonio dell'Umanità Unesco promossa dal presidente Zingaretti ha bisogno di tutto il nostro sostegno e certamente noi non lo faremo mancare, neppure in tempi di Covid – conclude l’assessore - Sono sicura che anche questo sesto meeting dei disegnatori che salvano il mondo sarà un successo. Civita è già ripartita con il dono eterno della bellezza".

Regione, Municipio I e ASP Asilo Savoia approvano delibera per il recupero dello storico campo Testaccio

La Giunta regionale del Lazio ha approvato oggi una delibera nella quale, insieme a Municipio I di Roma Capitale e ASP Asilo Savoia, realtà impegnata nel sociale, viene stretto un accordo istituzionale per il recupero e la restituzione alla fruizione pubblica dello storico “Campo Testaccio” ubicato nel Rione Testaccio tra via Monte de’ Cocci e Via Nicola Zabaglia, accanto alla Piramide Cestia e al Cimitero Acattolico a Roma.

La collaborazione avviene ai sensi dell’art. 15 l.241/90 e richiama i principi della Legge Regionale sull’amministrazione dei beni comuni. L’accordo prevede l’intervento da parte della Regione Lazio per finanziare i lavori di riqualificazione del nuovo campo di calcio. In particolare, la realizzazione e la gestione del campo saranno svolti da parte dell’ASP (Azienda Pubblica per i Servizi alla persona) Asilo Savoia, mediante un mutuo ottenuto dal Credito Sportivo e sostenuto economicamente dalla Regione Lazio per un importo complessivo di circa 1 milione di euro.

“Si tratta di una bellissima pagina – commenta il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - per il Rione e per tutti i romani e grazie a questa preziosa collaborazione istituzionale consentirà al Municipio I di restituire alla città una struttura storica e di grande pregio. Siamo molto orgogliosi per questo importante ritorno e la vocazione del nuovo campo sarà soprattutto di carattere sociale e di apertura alle realtà associative del territorio”.

L’attività e l’animazione del campo saranno gestite dall’ASP, che coordinerà un utilizzo della struttura aperto e condiviso con le realtà e società sportive e comunitarie del territorio, ma sarà aperto anche alle istituzioni scolastiche del quartiere per lo svolgimento di appositi tornei giovanili calcistici e altre iniziative di valenza sportiva ed educativa. Infine, l’Asilo Savoia concorrerà direttamente alla rigenerazione in chiave sociale di “Campo Testaccio” attraverso il suo programma “Talento & Tenacia” come già avvenuto a Ostia con la Palestra della Legalità, sulla base di appositi accordi non onerosi con il Municipio I, garantendo così con fondi propri l’accesso gratuito e a rette agevolate a quote significative dell’utenza del Rione Testaccio e del Municipio stesso, dando così concreta attuazione al principio dello sport per tutti a prescindere dalle condizioni economiche e sociali.

"Oggi abbiamo approvato la delibera che consentirà di riqualificare il Campo Testaccio - aggiunge l'Assessore al Bilancio e Patrimonio, Alessandra Sartore - La rinascita dello storico impianto calcistico del Rione Testaccio è stata resa possibile grazie a un protocollo sottoscritto dalla Regione con il Municipio Roma I e l'Azienda Pubblica dei Servizi alla Persona (ASP) Asilo Savoia. Un altro esempio di recupero sociale di un bene che verrà restituito alla fruizione pubblica".

Concorsi, Regione: da luglio potenziamento centri per l'impiego

“Il potenziamento dei centri per l’impiego del Lazio prosegue. Dopo lo stop nel mese di febbraio dettato dell’emergenza epidemiologica, a luglio riprendono i concorsi per l’assunzione di nuovo personale. I primi cinque a riprendere sono i concorsi che riguardano i seguenti profili professionali: esperto in service designer, esperto della valutazione della performance e analisi e valutazione delle politiche pubbliche, esperto statistico, esperto della comunicazione e relazioni istituzionali, esperto di area informatica. Si tratta di profili professionali in parte innovativi per l’organico dei centri per l’impiego, che testimoniano come vogliamo realizzare servizi per il lavoro di nuova generazione. Stiamo infatti lavorando a una generale riforma, che prevede, oltre all’introduzione di nuove professionalità e l’aggiornamento professionale per i dipendenti già in forze, la nascita dell’Agenzia regionale LAZIOLAVORO, l’attribuzione di nuove competenze e funzioni ai centri per l’impiego definite nella Giunta regionale, nuovi servizi e nuove infrastrutture. Obiettivo finale è valorizzare la funzione pubblica in un’ottica di efficienza del servizio ed efficacia delle politiche, creando più strette relazioni con tutti i soggetti pubblici e privati legati al mondo del lavoro, della formazione e dello sviluppo, creando forme di collaborazione, attivando convenzioni e sviluppando in maniera sinergica strategie e strumenti per lo sviluppo delle identità produttive”.

Così in una nota Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro e Formazione della Regione Lazio.

Dl Rilancio, ecco il testo su cui il governo ha posto la fiducia

In allegato il testo del "Dl Rilancio" su cui il Governo, con il ministro per i rapporti con il Parlamento, Federico D'Inca', ha posto la fiducia. La fiducia viene posta sul nuovo testo del provvedimento, cosi' come licenziato dalla commissione Bilancio dopo le nuove modifiche apportate al testo a seguito delle criticità sollevate dalla Ragioneria Generale dello Stato su alcune coperture finanziarie.

Allegati:
Scarica questo file (C2500_A_R.pdf)C2500_A_R.pdf[ ]2792 Kb

Pag 1 di 85