Friday, Feb 22nd

Last update12:25:20 PM GMT

Sei qui: Area Legislativa

Area Legislativa

Multe sui mozziconi di sigaretta, il 50% ai Comuni

Il 50% dei proventi sui mozziconi di sigaretta abbandonati rimane ai Comuni e verrà utilizzato per pulire il territorio. Tali disposizioni in materia di rifiuti di prodotti da fumo sono regolate dal Ministero dell'ambiente con Decreto del 15 febbraio 2017 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, in vigore da domani 21 marzo.

Viene stabilito, in questo modo, l'impiego e la destinazione dei proventi derivanti dalle sanzioni amministrative pecuniarie legate all'abbandono dei rifiuti.

I proventi saranno destinati, a livello, locale alla realizzazione di una serie di raccoglitori per la raccolta di mozziconi di sigarette, inoltre, i Comuni potranno destinare una parte dei ricavi a campagne d'informazione su scala locale.


Enti locali, pubblicato il decreto di assegnazione degli spazi finanziari

La Ragioneria Generale dello Stato ha pubblicato il decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze di assegnazione agli enti locali degli spazi finanziari richiesti nell'ambito del patto nazionale verticale (articolo 1, commi da 485 a 494 della legge 11 dicembre 2016, n. 232), per complessivi 700 milioni di euro, di cui almeno 300 milioni di euro destinati a interventi di edilizia scolastica.

Il decreto, non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale, indica per ciascun ente locale l'importo assegnato per l'anno 2017. Gli spazi finanziari sono stati attribuiti agli enti locali in base alle richieste che effettuate al Ministero dell'Economia e delle Finanze entro il 20 febbraio.

Ddl anti povertà in dirittura d'arrivo

Il ddl contro la povertà, passato ieri al Senato senza alcuna modifica al testo licenziato dalla Camera dei deputati, verrà sottoposto al voto finale nella giornata di domani. L'articolo contenuto nel ddl 2494 delega il governo ad adottare, entro il termine di sei mesi, uno o più decreti legislativi per introdurre il reddito di inclusione, dare maggiore ordine alle prestazioni di natura assistenziale, rafforzare il coordinamento degli interventi di servizi sociali, garantendo, quindi, i livelli essenziali delle prestazioni in tutto il territorio.

Il reddito di inclusione, secondo i criteri direttivi della delega, dovrebbe essere una misura unica al livello nazionale e subordinata alla prova dei mezzi (in base all'Isee) e all'adesione a un progetto personalizzato di inclusione. Si prevede un graduale incremento del beneficio e dell'estensione dei beneficiari, con la priorità, tuttavia, delle famiglie che hanno a carico figli minorenni o con gravi disabilità, donne in stato di gravidanza, disoccupati di età superiore a 55 anni.

Fondo amianto, le domande entro il 30 marzo

Il ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla procedura di accesso al finanziamento della progettazione preliminare e definitiva di interventi di bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto, di cui all'art. 56, comma 7, della legge 28 dicembre 2015, n. 221.

La dotazione finanziaria del Fondo supera i 17 milioni di euro e ciascun ente potrà presentare una sola domanda di finanziamento. La progettazione deve riferirsi ad edifici pubblici di proprietà e destinati allo svolgimento dell'attività dell'ente.

Potranno fare domanda di accesso al Fondo le amministrazioni pubbliche per interventi relativi a edifici pubblici di proprietà e destinati allo svolgimento dell'attività dell'ente.

Ogni ente potrà presentare una sola domanda di partecipazione che può essere riferita anche ad interventi in uno o più interventi. Verranno considerati prioritari gli interventi relativi ad edifici pubblici collocati all'interno, nei pressi o entro un raggio non superiore a 100 metri da asili, scuole, parchi gioco, strutture di accoglienza socio-assistenziali, ospedali, impianti sportivi.

Gli enti interessati a ricevere il finanziamento dovranno registrarsi, compilare e presentare domanda entro il 30 marzo ed esclusivamente attraverso l'utilizzo del portale, collegandosi al sito internet: www.amiantopa.minambiente.ancitel.it.

Fondi alle scuole, enti locali in partnership per i bandi Pon

Lo scorso 31 gennaio il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della ricerca ha annunciato il primo dei dieci bandi Pon per una scuola più aperta, inclusiva e innovativa, i cui stanziamenti ammontano a 180 milioni di euro.

Qualora i progetti dovessero essere presentati dalle scuole, gli enti locali potranno entrare nel partenariato di attuazione ed essere coinvolti nelle attività.

Sono ammessi a partecipare al bando per la realizzazione dei progetti di potenziamento delle competenze di base in chiave innovativa gli enti locali in partnership con le scuole d'infanzia statali, le istituzioni scolastiche statali del primo ciclo di istruzione (scuole primarie e secondarie di primo grado), le istituzioni scolastiche statali del secondo ciclo di istruzione (scuole secondarie di secondo grado).

E' ammesso, inoltre, il coinvolgimento del territorio mediante partenariati e collaborazioni con amministrazioni centrali e locali, associazioni, fondazioni, enti del terzo settore, università, centro di ricerca, operatori qualificati, reti già presenti al livello locale.

Nello specifico, gli interventi formativi dovranno essere finalizzati al rafforzamento degli apprendimenti linguistici, espressivi, relazionali e creativi, nonché allo sviluppo delle competenze in lingua madre, lingua straniera, matematica e scienze, in linea con quelle che sono le indicazioni nazionali.

Il ruolo degli enti locali sarà decisivo nella promozione del progetto, finanziabile fino a 50 mila euro in due anni, e nel sostegno alla realizzazione.

Le domande andranno presentate entro il 28 aprile 2017, presentando la proposta dal sito internet nell'apposita area dei Fondi strutturali 2014-2020, denominata "Gestione degli interventi" (Gpu) collegandosi al sito internet: http://www. istruzione.it/pon/

Milleproroghe, nuove concessioni venditori ambulanti dal 1 gennaio 2019

L'emendamento sostitutivo del decreto legge Milleproroghe approvato ieri dal Senato prevede che le vecchie concessioni per i venditori ambulanti siano prorogate fino al 31 dicembre 2018. A partire dal 2019 scatteranno le nuove regole per l'occupazione del suolo pubblico stabilite dal Bolkenstein.

Il decreto concede agli amministratori più tempo per elaborare e pubblicare i bandi di gara in base ai quali dal 2019 si assegneranno le aree pubbliche ai commercianti ambulanti. Il termine precedentemente fissato era al 7 maggio 2019. Lo slittamento dell'entrata in vigore della direttiva europea sui servizi permetterà alle amministrazioni di allinearsi in modo da far scattare le nuove regole sulle concessioni dal 1° gennaio 2019.

'La mia Europa': il bando di concorso

Il Consiglio regionale del Lazio ha pubblicato il Bando di concorso 'La mia Europa' rivolto alle istituzioni scolastiche di secondo grado del territorio della Regione Lazio per l'assegnazione di 14 premi.

Leggi la Deliberazione n. 19 del 2 febbraio 2017.

Allegati:
Scarica questo file (Delib_19_Bando_La_mia_Europa.pdf)Delib_19_Bando_La_mia_Europa.pdf[ ]608 Kb

Prorogati i termini di scadenza del bando Isi agricoltura

Sono stati prorogati i termini delle scadenze relative al bando Isi Agricoltura 2016, con con avviso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 6 del 9 gennaio 2017.

L'Inail finanzia le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore, il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende agricole.

È stato pubblicato l'Avviso Isi agricoltura 2016 Inail che mette a disposizione 45.000.000 di euro, suddivisi in due assi di finanziamento differenziati in base ai destinatari:

- nella prima fascia di destinatari rientrano i giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria, per cui la dotazione è pari a 5 milioni di euro;

- nella seconda fascia rientrano le imprese agricole, per le quali è prevista una dotazione finanziaria di 40 milioni di euro.

Per ulteriori approfondimenti visitare il sito: https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/incentivi-alle-imprese/bando-isi-agricoltura-2016.html


Consulta: no al ballottaggio, restano premio e capolista bloccato

La Corte Costituzionale si è pronunciata sulla nuova legge elettorale. L'impianto maggioritario resta, ma i capilista candidati in più collegi non potranno più scegliere la sede di elezione.

In allegato il Comunicato stampa della Corte.

Allegati:
Scarica questo file (Comunicato_Corte.pdf)Comunicato_Corte.pdf[ ]12 Kb

Pag 9 di 72