Wednesday, Jun 23rd

Last update08:04:02 AM GMT

Sei qui: Area Legislativa

Area Legislativa

Regione, approvate le graduatorie per 1,5 milioni a musei, biblioteche e archivi storici

Non si ferma l’impegno della Regione per la ripartenza del settore culturale. È stata approvata la graduatoria dei progetti ammessi a finanziamento nell’ambito dell’Avviso pubblico dedicato al sostegno di Biblioteche, Musei e Archivi storici pubblici e privati del territorio.

“Sosteniamo 287 luoghi della cultura del Lazio. Una manovra fondamentale con un investimento importante che riporta al centro dei luoghi straordinari, presidi della nostra storia e della nostra cultura – dichiara il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – . Continuiamo con impegno a tenere alta l’attenzione su tutto il settore culturale del Lazio, da sempre tra le maggiori priorità di questa amministrazione”.

Con una dotazione di oltre 1,5 milioni di euro la Regione, in tutte le 5 province del Lazio, sostiene: 77 archivi (12 in provincia di Frosinone, 10 in provincia di Latina, 17 in provincia di Rieti, 16 in provincia di Roma di cui 1 nel Comune di Roma, e 22 in provincia di Viterbo), 116 biblioteche (18 in provincia di Frosinone, 22 in provincia di Latina, 14 in provincia di Rieti, 40 in provincia di Roma di cui 12 nel Comune di Roma, e 22 in provincia di Viterbo) e 94 musei (11 in provincia di Frosinone, 22 in provincia di Latina, 6 in provincia di Rieti, 39 in provincia di Roma di cui 3 nel Comune di Roma, e 16 in provincia di Viterbo).

I progetti ammessi sono volti al sostegno di questi luoghi della cultura attraverso attività di restauro e acquisizione di nuovi volumi, beni da musealizzare e fondi archivistici; interventi di valorizzazione e conoscenza dei beni custoditi, come l'inventariazione e la catalogazione, utilizzando anche le nuove tecnologie; formazione del personale bibliotecario, museale e archivistico del Lazio con piattaforme e-learning; acquisto di dispositivi di sicurezza, quali guanti, mascherine e altri dispositivi per l’emergenza epidemiologica in corso.

Con questo Avviso, ogni museo, archivio o biblioteca del Lazio ammesso a finanziamento riceverà un contributo a fondo perduto fino a 7 mila euro, per un massimo del 90% dell’importo complessivo.

A questo collegamento è possibile consultare la graduatoria completa: http://www.regione.lazio.it/rl_cultura/?vw=documentazioneDettaglio&id=55248

Sicurezza, il testo del nuovo dl immigrazione

È stato approvato nella serata di ieri, in Consiglio dei ministri, il nuovo decreto su sicurezza e immigrazione. Il decreto è composto da 12 articoli e modifica di fatto i decreti sicurezza firmati dall'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini. In allegato il testo del decreto.

Covid, stop alle Regioni su norme meno restrittive e controlli

È confermata, ad oggi, l'ipotesi sul divieto alle Regioni di adottare norme anti-contagio che siano meno restrittive di quelle già adottate dal Governo. È quanto è emerso nelle ultime ore e alla vigilia del nuovo DPCM, che in tutta probabilità sarà firmato nella giornata di domani dal presidente del consiglio dei ministri che introdurrà nuove misure anti-Covid. È ancora sul tavolo, invece, l'ipotesi di un inasprimento delle multe.

PA, Agid pubblica la linea di indirizzo per gestione dati informatici

È stato pubblicato il documento che fornisce alle Pubbliche Amministrazioni indicazioni sulle tecnologie e sulle loro modalità di utilizzo per la realizzazione di API (Application Programming Interface).

Si tratta della Linea d’indirizzo sull’interoperabilità tecnica che individua le tecnologie e gli standard delle quali le PA deve tenere in considerazione nella realizzazione dei propri sistemi informatici, per permettere il coordinamento informatico dei dati sia tra le Amministrazioni, sia tra i gestori di servizi pubblici, i soggetti privati e l’Unione Europea.

La realizzazione delle API nel rispetto della Linea di indirizzo è condizione necessaria per l’interoperabilità applicativa dei sistemi informatici delle PA per l’attuazione del principio “once only”. La Linea d’indirizzo sull’interoperabilità tecnica comprende quattro allegati relativi a:

-pattern di interazione;

-pattern di sicurezza;

-profili di interoperabilità;

-raccomandazioni di implementazione.

I documenti pubblicati sono stati realizzati da un gruppo di lavoro costituito da AgID e dal Dipartimento per la Trasformazione Digitale del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione.

Cinema, Regione: nuovo bando Lazio cine-international da 5 mln per le coproduzioni internazionali

La Regione conferma il sostegno al settore cinema e audiovisivo del Lazio. È stato pubblicato oggi l’Avviso “Lazio Cine-International” che, con uno stanziamento totale di 5 milioni di euro, supporta le coproduzioni cinematografiche internazionali che vedono la compartecipazione delle imprese dell’audiovisivo laziali.

“Andiamo avanti nel sostegno del cinema nel Lazio, un settore fondamentale per il territorio, tra le principali realtà produttive a livello sia nazionale che internazionale. Abbiamo anticipato a settembre l’uscita del bando, normalmente previsto a ottobre, per favorire le produzioni che ricominceranno proprio ora, col finire dell’estate, le riprese interrotte nel corso del lockdown. Con l’Avviso Lazio Cine-International mettiamo in campo un nuovo importante investimento per il consolidamento della competitività delle imprese di produzione cinematografica e di tutto l’indotto. Un’azione fondamentale con la quale puntiamo, inoltre, a dare maggiore visibilità e aumentare l’attrattività e competitività turistica delle bellezze di tutto il territorio laziale”, così dichiara il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Sono 116 le coproduzioni internazionali cofinanziate a oggi dalla Regione Lazio. Pellicole che si sono aggiudicate ben 65 premi tra festival nazionali e internazionali e che hanno ottenuto circa 60 nomination. Tra questi, “Miss Marx” di Susanna Nicchiarelli in concorso a Venezia77: la regista romana è tornata sul red carpet del Lido con un nuovo ritratto di donna dopo aver trionfato nel 2017 con il road movie “Nico, 1988”, premiato anche ai David di Donatello. Da segnalare anche “Non Odiare” di Mauro Mancini con Alessandro Gassmann, in gara a Venezia per la Settimana Internazionale della Critica. Da ricordare inoltre film del calibro di “Dogman”, capolavoro di Matteo Garrone che ha rappresentato il cinema italiano agli Oscar 2019 e ha raccolto successi a Cannes, ai Nastri d’Argento e ai David di Donatello, “Loro” di Paolo Sorrentino, o artisti del calibro di Dustin Hoffman, Charlotte Rampling, Isabella Rossellini, Kim Rossi Stuart, Gigi Proietti, Michele Placido e Roberto Benigni.

Dai lungometraggi ai documentari, sono ammesse al bando “Lazio Cine-International” le opere audiovisive italiane realizzate in coproduzione internazionale o in regime di compartecipazione internazionale da parte di PMI regolarmente iscritte al Registro delle Imprese. I destinatari dell’Avviso devono essere inoltre coproduttori indipendenti titolari almeno in parte dei diritti d’autore sull’opera audiovisiva presentata, operare esclusivamente o prevalentemente nel settore cinema e televisione e avere un patrimonio netto pari o superiore a 40 mila euro. È possibile, infine, presentare una sola opera audiovisiva in forma singola o aggregata.

L’Avviso, come anticipato, ha una dotazione finanziaria complessiva di 5 milioni di euro di cui 2,5 milioni riservati a opere audiovisive di interesse regionale, che promuovano quindi la conoscenza del territorio, della storia, della cultura e della tradizione del Lazio anche al di fuori dell’area urbana di Roma, al fine di sostenere la competitività dei territori meno noti al grande pubblico. Il contributo, che può anche cumularsi ad altri aiuti, è concesso a fondo perduto per massimo il 35% dei costi ritenuti ammissibili e comunque fino a 640 mila euro.

Le richieste andranno inviate compilando, dalle ore 12 del 15 settembre e fino alle ore 12 del 10 dicembre, il formulario presente sulla piattaforma GeCoWEB di Lazio Innova e inoltrando, successivamente, le domande a mezzo PEC all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. a partire dalle ore 12 del 10 novembre e fino alle ore 18 del 10 dicembre, salvo chiusura anticipata dello sportello per esaurimento fondi.

“Lazio Cine-International” rientra tra le politiche messe in campo dalla Regione per il rilancio di tutto il settore cinematografico, a partire dall’approvazione della nuova legge regionale sul cinema che chiarisce e aggiorna le funzioni della Regione, delle Province, di Roma Capitale e dei comuni del Lazio. Ai fini di una maggiore semplificazione e omogeneità della materia, il nuovo testo disciplina il sostegno alle produzioni e alle coproduzioni di opere cinematografiche e audiovisive così come i diversi interventi di supporto al settore con uno stanziamento annuale complessivo di 27 milioni di euro. Negli scorsi mesi, inoltre, a seguito dell’emergenza Covid-19, la Regione è stata costantemente al fianco del mondo del cinema e dell’audiovisivo investendo 640 mila euro a fondo perduto per contribuire agli affitti delle sale cinematografiche e 1 milione di euro per l’adozione di tecnologie digitali e per l’efficientamento energetico dei cinema della regione nell’ambito del bando “Teatri, Librerie e Cinema Verdi e Digitali”.

È possibile consultare il bando completo su www.regione.lazio.it/rl/bandi-cultura/.

Terzo Settore, la Conferenza Stato-Regioni ha trovato l'intesa sul decreto ministeriale

Nel corso dell'ultima seduta del 10 settembre, la Conferenza Stato-Regioni ha trovato l'accordo sul decreto ministeriale relativo al Registro unico nazionale del Terzo Settore. Il decreto disegna le modalità di iscrizione degli enti e le modalità della tenuta del Registro stesso.

Il Registro sarà unico a livello nazionale, ma vi saranno varie sezioni a seconda della natura giuridica dei diversi enti: sostituirà i tanti registri nazionali e locali che oggi vedono iscritte oltre 300 mila diverse organizzazioni del non profit. L’iscrizione non sarà obbligatoria, ma sarà la porta di ingresso necessaria per usufruire anche di una serie di vantaggi fiscali.

Legislazione Ue, 32 consultazioni aperte per amministratori e cittadini

Tutti i cittadini, gli amministratori, le imprese, le associazioni possono esprimere e condividere le proprie opinioni sulle nuove politiche e la legislazione vigente dell'Unione Europea. L’interazione tra le istituzioni europee e i cittadini è un presupposto essenziale per una cultura della democrazia e le decisioni delle istituzioni europee devono essere prese nel modo più trasparente possibile.

Sono 32, ad oggi, le consultazioni aperte alle quali è possibile partecipare. Dai trasporti, all'agricoltura e sviluppo rurale, la sanità, la cooperazione internazionale e sviluppo, fiscalità, i servizi ai consumatori.

Le news sulle consultazioni pubbliche in corso e in via di pubblicazione sul sito "La vostra voce in Europa" possono essere ricevute direttamente tramite notifica sulla propria email registrandosi sulla piattaforma.

Tra le consultazioni in scadenza: le tariffe di roaming, politiche della pesca dell'Ue, emissioni di gas a effetto serra risultanti dall'uso del suolo, viaggi aerei, mercati dei capitali, commissioni bancarie per i pagamenti transfrontalieri nell'Ue.

Scuolabus e Tpl, nel decreto 150 mln per comuni e città metropolitane e 300 mln per le regioni

Le Regioni e le Province autonome vedranno lo stanziamento di 300 milioni di spesa per il settore del trasporto pubblico, mentre per i Comuni e le Città metropolitane i finanziamenti per l'implementazione del servizio di scuolabus saranno di circa 150 milioni. È quanto si apprende dal nuovo decreto annunciato nella giornata di ieri dal ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli. Nello specifico, nella prossima legge di bilancio verranno stanziate le risorse aggiuntive richieste nell'ultima conferenza unificata.

Ad oggi, le risorse destinate alle regioni per il TPL, aggiuntive rispetto al fondo ordinario, sono pari a 500 milioni con il DL Rilancio e 400 con il Dl Agosto. Con l'introduzione del Dl agosto pubblicato ieri, le Regioni e gli Enti locali potranno disporre delle somme già previste e attribuite dal DL Rilancio e dal Dl Agosto anche per far fronte alle esigenze del trasporto pubblico locale e scolastico.

Decreto videosorveglianza, slitta al 15 ottobre il termine per la richiesta dei finanziamenti

E’ posticipato al 15 ottobre 2020 il termine per la presentazione da parte dei Comuni alle Prefetture delle richieste di ammissione ai finanziamenti per sostenere gli oneri relativi all’installazione dei sistemi di videosorveglianza ai sensi del decreto interministeriale del 27 maggio 2020 ( pubblicato in G.U n. 161 del 27 giugno 2020). La proroga del termine – originariamente previsto per lo scorso 30 giugno – è disposta da un apposito emendamento all’art. 17 del decreto legge 16 luglio 2020 n. 76 recante misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale.

Le risorse complessivamente a disposizione per l’anno 2020 sono pari a 17 milioni di euro.

Il decreto del 27 maggio scorso fissa, all’articolo 2, i requisiti necessari per la richiesta di accesso al finanziamento, a partire dalla previa approvazione del progetto in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Si ricorda, inoltre, che i Comuni devono presentare le richieste di ammissione al finanziamento alla Prefettura territorialmente competente utilizzando, a pena di irricevibilità, il modello allegato A) al decreto.

Si segnala infine che possono essere presentati progetti già proposti per le annualità precedenti e non finanziati ovviamente riportati nella apposita modulistica prevista dal citato decreto del 27 maggio per l’annualità 2020.

Pag 10 di 96