Sunday, Jun 20th

Last update08:24:04 AM GMT

Bandi e avvisi

Cultura, pubblicate le graduatorie per contributi spettacoli dal vivo 2021

Sono 23 i progetti annuali di spettacolo dal vivo che la Regione sosterrà nel 2021: produzioni teatrali, orchestre ed ensemble musicali, progetti per favorire l’accesso dei giovani allo spettacolo dal vivo prosa, laboratori formativi, performance di danza, produzioni musicali, orchestre giovanili in collaborazione con le istituzioni scolastiche ma anche progetti di educazione e formazione musicale, teatrale e coreutica. Un fitto calendario di eventi che abbraccerà tutti i linguaggi, anche i più contemporanei.

Sono 36, invece, i progetti triennali sostenuti dalla Regione Lazio: festival teatrali e di arte di strada, manifestazioni musicali, rassegne di danza, spettacolo per bambini, teatri di figura e centri produzione. Un’offerta d’eccellenza che animerà i luoghi della cultura del Lazio a Roma e nelle province.

Con il nuovo Piano Operativo 2021 per lo Spettacolo dal Vivo, agli 1,9 milioni di euro stanziati per il Regolamento, si aggiunge oltre 1 milione dedicato al settore e così suddiviso: 600 mila euro per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale attraverso lo Spettacolo dal Vivo destinati alle associazioni che operano nel settore per la realizzazione di progetti in specifici luoghi della cultura del Lazio; 200 mila euro per le Officine culturali e di teatro sociale; 91 mila euro per le Residenze artistiche a cui si aggiungono 120 mila euro di risorse del Ministero della Cultura, 100 mila euro per le bande musicali, i cori, la coreutica e il teatro amatoriale e altri 100 mila per i festival del folklore nel Lazio.

Il Programma 2021, inoltre, prevede la predisposizione di nuove misure per venire incontro alle difficoltà dei tanti operatori del settore derivanti dalle misure per il contenimento della pandemia. Sono allo studio, infatti, ulteriori forme di sostegno e, come già avvenuto nel 2020, verrà valutata la possibilità di concedere deroghe al regolamento regionale e agli avvisi in corso.

Turismo, pubblicato il bando 'Più notti, più sogni' rivolto alle strutture ricettive del Lazio

E' stato pubblicato sui siti https://www.visitlazio.com/web/ e www.laziocrea.it l'avviso per manifestazione di interesse rivolto a tutte le strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere (inclusi gli agriturismi) imprenditoriali della Regione Lazio in possesso dei requisiti indicati nel bando. Le adesioni potranno avvenire esclusivamente per via telematica entro le ore 23:59 del prossimo 16 giugno tramite il sito di VisitLazio.com (https://www.visitlazio.com/piunottipiusogni). Per assistenza tecnico-informatica relativa a problematiche nella compilazione delle domande è possibile inviare una e-mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

"Più notti, più sogni – ha commentato l’Assessore al Turismo ed Enti locali, Valentina Corrado – è un’iniziativa da 10 milioni di euro, pensata per rendere la nostra Regione più competitiva, aumentare la permanenza dei turisti sul territorio e sostenere le imprese e l’indotto del settore più colpito dalla pandemia”.

'Più notti, più sogni': le misure della Regione Lazio per il rilancio del turismo

Si chiama “PIÙ NOTTI, PIÙ SOGNI” ed è l’innovativa misura, da 10 milioni di euro, studiata e finanziata dalla Giunta regionale per favorire l’arrivo e la permanenza dei turisti e rendere più competitivo il territorio della Regione Lazio, dalla Capitale alla Città metropolitana toccando tutte le province di Frosinone, Rieti, Viterbo e Latina e allo stesso tempo valorizzando nuove destinazioni.

IL MECCANISMO per stimolare e incentivare la permanenza dei turisti nelle nostre strutture ricettive si basa su due formule: il 3+1, che prevede una notte aggiuntiva finanziata dalla Regione, dopo almeno tre notti consecutive nella stessa struttura prenotate e utilizzate; il 5+2, che prevede due notti aggiuntive sempre nella stessa struttura finanziate dalla Regione, dopo almeno cinque notti consecutive prenotate e utilizzate.

In tutti e due i casi, la notte o le notti aggiuntive saranno a carico della Regione e liquidate alla struttura ricettiva in base a un tetto massimo stabilito per tipologia di struttura, che sarà declinato nell’avviso per manifestazione di interesse.

LA PROCEDURA: una volta approvata la nuova misura in Giunta, tutte le strutture interessate potranno aderire all’avviso per manifestazione d’interesse che sarà pubblicato i primi di giugno da LazioCrea. A quel punto, le strutture ricettive compatibili con la misura saranno consultabili, attraverso un sistema di geolocalizzazione, sul sito VisitLazio.com.

LE STRUTTURE INTERESSATE: sono strutture alberghiere o extra alberghiere imprenditoriali su tutto il territorio regionale che devono rispondere a dei criteri di legalità e regolarità che saranno contenuti nella delibera e nell’avviso per manifestazione d’interesse.

PRENOTAZIONE E TEMPI: sarà possibile effettuare la prenotazione delle vacanze direttamente con le strutture che aderiscono e che saranno consultabili sul sito VisitLazio.com. Si potrà usufruire della notte/notti gratis a partire dai primi giorni di luglio e fino ad esaurimento dei 10 milioni di risorse previste.

Scopo della misura, è quello far ripartire un settore drammaticamente piegato dalla crisi generata dal Covid 19 e che ha prodotto un taglio mostruoso della spesa turistica nel Lazio, come nel resto del Paese, con un impatto devastante anche sul Pil.

La Regione sta anche lavorando per poter garantire, sempre a partire dal mese di luglio, la fruizione di luoghi e servizi di rilevanza turistica con particolare attenzione alla fascia dei più giovani. Come la misura dedicata ai trasporti per i giovani dai 16 ai 25 anni, possessori della ‘Lazio Youth Card’, residenti o domiciliati nel Lazio, che da luglio fino all’apertura delle scuole, potranno viaggiare gratis sui mezzi Cotral e sui treni regionali per 30 giorni dall’attivazione del servizio.

Spingere i turisti italiani e stranieri a venire nel Lazio è una maniera intelligente e veloce di aiutare il comparto e il suo indotto, tendendo una mano ai titolari di imprese che per un anno o quasi sono rimaste chiuse o hanno visto, anche se accessibili, fortemente ridotti gli incassi. Nel corso dell’ultimo anno, ovvero da quando è iniziata la pandemia, la Regione Lazio in materia di turismo è intervenuta con circa 20 milioni di euro di ristori, anche attraverso bandi ad hoc, di promozione e di nuove idee di destinazioni di viaggi coinvolgendo Associazioni, Fondazioni, D.M.O., Enti Locali e operatori turistici.

Inoltre, sono 4 i milioni destinati all’operazione “Spiagge sicure”, contributi per i Comuni costieri e lacuali al fine di rendere pienamente fruibili le spiagge libere e balneabili.

AL VIA LA CAMPAGNA #FAIUNSALTONELLAZIO

L’auspicio dunque è che la Regione con i suoi gioielli, a partire dalla Capitale che funge da traino, torni ad essere meta ambita da visitatori, italiani e stranieri, che qui possono appagare gli appetiti più diversi: cultura, arte, mare, montagna, sport e tanto altro.

E per lanciare le bellezze del Lazio sta per partire anche la campagna #FaiUnSaltoNelLazio, che andrà su TikTok, Instagram e Facebook e che stiamo per lanciare, con la partecipazione dei ballerini Hip-Hop Lorenzo “Brock” Azzolini e Paola Manghisi. Un nuovo modo per scoprire il Lazio e passare notti da sogno.

 

 

 

 

Sociale, stanziati oltre 8,2 mln per ristori per associazioni culturali e di promozione sociale

Entro giugno verranno finanziate tutte le Associazioni culturali e di Promozione Sociale del Lazio anche appartenenti al Terzo Settore e aventi diritto che hanno presentato domanda di ristoro.

Lo ha annunciato oggi il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Si sono concluse, infatti, le procedure di controllo richieste dalla Regione Lazio per accertare la validità di tutte le richieste di contributo una tantum a fondo perduto presentate da parte delle associazioni attive nella promozione, nella produzione e nella formazione artistica e culturale. Con questo stanziamento le associazioni culturali e APS hanno potuto usufruire di un contributo una tantum a fondo perduto pari a 5.500 euro o 9 mila euro nel caso sostenessero anche le spese di uno spazio per lo svolgimento delle proprie attività.

LAZIOcrea S.p.A., che ha seguito il procedimento, ha eseguito tutte le dovute verifiche, arrivando all’esclusione per assenza di requisiti di oltre 400 richiedenti. Ora, dunque, grazie a un ulteriore stanziamento di oltre 1,4 milioni di euro che verrà approvato con provvedimento di Giunta nei prossimi giorni si procederà con un secondo scorrimento della graduatoria di tutti i soggetti ammissibili.

Turismo, prorogato al 31 maggio il bando dedicato alla promozione di nuove destinazioni turistiche

E’ stato prorogato al 31 Maggio il Bando da 4,5 milioni di euro dedicato alla promozione di nuove destinazioni turistiche e nuove idee di viaggio sulla base degli ambiti territoriali e tematici presenti nel Piano Turistico Triennale della Regione Lazio.

“L’ulteriore proroga – spiega l’Assessore al Turismo ed Enti locali, Valentina Corrado – si è ritenuta necessaria viste le tante richieste che stanno arrivando dai beneficiari per un avviso che ha una portata davvero innovativa. C’è un grande fermento da parte del settore del turismo che vuole ripartire e noi stiamo facendo di tutto per rimetterci in moto. A partire da questo sostegno per incentivare la promozione del Lazio con nuove destinazioni e nuove idee di viaggio”.

Ricordiamo che il Bando ha l’obiettivo di creare nuove D.M.O. (Destination Management Organization) ed è destinato a Fondazioni di partecipazione e Associazioni riconosciute che operano nel turismo. Possono presentare le loro proposte in sinergia con gli Enti locali per progetti di valorizzazione degli ambiti territoriali della Regione Lazio indicati dal Piano Turistico Triennale con l’obiettivo di potenziare le eccellenze nei vari segmenti turistici quali quello culturale, artistico, storico, naturalistico, religioso, enogastronomico e sportivo.

Mise, ultimi giorni per progetti infrastrutture digitali e cloud

Le imprese possono manifestare il proprio interesse a partecipare alla costruzione di un IPCEI (Importante Progetto di Interesse Comune Europeo) nella catena strategica del valore delle infrastrutture digitali e dei servizi cloud.

I progetti potranno essere presentati entro il 14 maggio.

L’IPCEI andrà realizzato nell’ambito delle iniziative promosse dal Ministero dello sviluppo economico, in raccordo con il Ministero per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, con gli Stati membri della Ue e la Commissione europea.

Le imprese interessate potranno presentare progetti altamente innovativi in ambito digitale, e in particolare relativi alle infrastrutture digitali e servizi cloud, al fine di promuovere investimenti in Italia in grado di sviluppare nuove tecnologie o prodotti associati alle seguenti applicazioni:

- protezione dei dati

- cybersecurity

- smart mobility

- efficienza energetica e sostenibilità ambientale

- industria 4.0

- aerospazio

- salute.

Per maggiori informazioni

IPCEI infrastrutture e Servizi Cloud – Invito a manifestare interesse

Turismo locale, il bando della Regione rivolto a Comuni e Pro Loco

L'assessorato al turismo, enti locali e semplificazione amministrativa della Regione Lazio ha diffuso il nuovo bando rivolto a Comuni, Pro Loco e circoscrizioni di decentramento comunale.

Le manifestazioni da proporre, volte alla promozione del turismo locale e, in particolare, delle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari, dovranno essere realizzate entro il corrente anno 2021, con l’impegno a rispettare tutte le norme, le disposizioni e le misure di sicurezza igienico-sanitarie, vigenti e future, connesse all’emergenza Covid-19 e relative a manifestazioni pubbliche, eventi, mostre, luoghi della cultura ed altre attività.

È ammessa la prosecuzione delle manifestazioni nell’annualità 2022 esclusivamente per quelle celebrative del Santo Natale con inizio entro il mese di Dicembre 2021 e conclusione entro il 6 Gennaio 2022. Non sono invece ammesse le manifestazioni già iniziate nel 2020.

Leggi il bando completo in allegato.

Allegati:
Scarica questo file (Bando_regione_turismo_21.pdf)Bando_regione_turismo_21.pdf[ ]461 Kb

Prima edizione 'Premio Sbaffi' promosso da Arsial: il 19 maggio le premiazioni online

Si terranno mercoledì 19 maggio, a partire dalle ore 15, le premiazioni della prima edizione del “Premio Stefano Sbaffi” con cui Arsial – Agenzia regionale per l’innovazione e lo sviluppo dell’agricoltura del Lazio, assegna complessivamente 25.000 euro alle migliori tesi, di laurea o dottorato, sull’agricoltura.

“Siamo molto soddisfatti del successo riscosso dal concorso: in poco più di un mese sono arrivate oltre 100 tesi tra dottorati, magistrali e triennali, provenienti da tutta Italia. Ciò conferma la validità della nostra intuizione: il nostro settore è al centro di una profonda evoluzione socio-economica e l’innovazione e la ricerca di nuovi approcci, strumenti e tecnologie che emergono dai lavori accademici arrivati lo testimoniano – commenta Mario Ciarla, Presidente di Arsial – Gli studi e le ricerche che abbiamo letto sono di un livello molto alto e potranno sicuramente contribuire alla costruzione di nuove prospettive e strategie nello sviluppo delle potenzialità del comparto”.

Il concorso, destinato ai neo-laureati, laureandi e dottorandi ha avuto come obiettivo quello di stimolare lo sviluppo di nuove ricerche e conoscenze sugli aspetti tecnico-socio-economici inerenti i territori rurali del Lazio. Tre i premi a disposizione: uno da 10.000 euro per la migliore tesi di dottorato, uno da 8.000 euro per la migliore tesi di laurea magistrale (specialistica) e uno da 7.000 euro per la migliore tesi di laurea triennale (primo livello).

I lavori accademici dovevano avere per oggetto la valorizzazione del sistema agro-alimentare, mediante lo sviluppo di una o più delle seguenti tematiche: la politica di sviluppo rurale e la programmazione europea, i servizi di assistenza tecnica per l’agricoltura, l’innovazione in agricoltura, la sicurezza alimentare, i sistemi di qualità e tracciabilità, i marchi di origine e la loro gestione; l’uso dei sistemi informatici per la gestione dei sistemi agricoli; il miglioramento genetico; i metodi e le buone pratiche per la resilienza e la lotta al cambiamento del clima; la multifunzionalità agricola nel rapporto ambiente e società.

Le tesi sono state valutate da una giuria tecnico-scientifica costituita da Carlo Hausmann, Direttore AgroCamera, Azienda speciale Camera di Commercio di Roma, Cristiana Storti, Esperta in Programmazione Comunitaria, Monitoraggio e Sviluppo Rurale e Claudio Di Giovannantonio, Dirigente Area tutela, risorse, vigilanza e qualità produzioni Arsial.

“Voglio ringraziare la giuria per il grande lavoro svolto e le università per la collaborazione nella diffusione del bando di partecipazione. Sono certo che questo sarà l’inizio di un percorso proficuo che potrà essere ulteriormente arricchito con esperienze post-accademiche” conclude Ciarla.

L’elenco dei vincitori è consultabile sul sito www.arsial.it

 

 

Scuole, al via da domani due bandi della Regione Lazio

La Regione Lazio ha promosso due importanti Avvisi pubblici, ai quali sarà possibile presentare domanda a partire da domani.

1) Avviso Pubblico "Connettività scuole" - II Edizione da 1,5 milioni di euro

Finalizzato a sostenere interventi di potenziamento della DAD e prevenire il verificarsi di situazioni che alimentano la dispersione scolastica. In particolare, è articolato in due Azioni che, pur riconducibili ad una finalità comune, sono diversificate per contenuto:

Azione 1. Sostegno alle istituzioni scolastiche e organismi formativi per acquisto/affitto attrezzatura dedicata a supporto della realizzazione della DAD;

Azione 2. Finanziamento per l’acquisito di schede SIM per la connessione a internet per la migliore e più efficace fruizione delle piattaforme per l’apprendimento e distanza, da mettere a disposizione degli studenti in comodato d’uso gratuito.

Possono candidarsi le istituzioni scolastiche statali secondarie di secondo grado, statali e paritarie, sia in forma singola che in Rete di scuole, presenti nel Lazio e gli organismi formativi che erogano, alla data di pubblicazione dell’avviso, percorsi formativi IeFP.

Scadenza: dalle ore 9:00 del 15 aprile alle ore 17:00 del 31 maggio 2021.

2) Avviso Pubblico per la realizzazione di percorsi socio-educativi di integrazione scolastica e interculturale da 1,8 milioni di euro.

Finalizzato a sostenere progetti di inclusione socio-educativa fondati sulla presa in carico di nuclei familiari svantaggiati contraddistinti da una significativa componente demografica immigrata, mediante l’integrazione scolastica e interculturale dei bambini che frequentano la scuola dell’infanzia e la scuola primaria.

Gli interventi sono rivolti a bambini di età fra i 3 e gli 11 anni provenienti da nuclei familiari in situazione di svantaggio socio economico residenti o domiciliati negli ambiti territoriali precedentemente indicati.

Possono presentare domanda di contributo, a pena di esclusione, enti del terzo settore, di cui al D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117 (Codice del Terzo Settore), in forma singola o associata, che abbiano una esperienza almeno di 5 anni nel campo dell’educazione all’infanzia, dell’integrazione e inclusione sociale, della interculturalità e integrazione.

Scadenza: dalle ore 9:00 del 15 aprile ed entro le ore 17:00 del 6 maggio 2021.

Scarica i bandi in allegato.

Pag 1 di 27