Thursday, Oct 01st

Last update07:08:36 AM GMT

Bandi e avvisi

Cinema, Regione: nuovo bando Lazio cine-international da 5 mln per le coproduzioni internazionali

La Regione conferma il sostegno al settore cinema e audiovisivo del Lazio. È stato pubblicato oggi l’Avviso “Lazio Cine-International” che, con uno stanziamento totale di 5 milioni di euro, supporta le coproduzioni cinematografiche internazionali che vedono la compartecipazione delle imprese dell’audiovisivo laziali.

“Andiamo avanti nel sostegno del cinema nel Lazio, un settore fondamentale per il territorio, tra le principali realtà produttive a livello sia nazionale che internazionale. Abbiamo anticipato a settembre l’uscita del bando, normalmente previsto a ottobre, per favorire le produzioni che ricominceranno proprio ora, col finire dell’estate, le riprese interrotte nel corso del lockdown. Con l’Avviso Lazio Cine-International mettiamo in campo un nuovo importante investimento per il consolidamento della competitività delle imprese di produzione cinematografica e di tutto l’indotto. Un’azione fondamentale con la quale puntiamo, inoltre, a dare maggiore visibilità e aumentare l’attrattività e competitività turistica delle bellezze di tutto il territorio laziale”, così dichiara il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Sono 116 le coproduzioni internazionali cofinanziate a oggi dalla Regione Lazio. Pellicole che si sono aggiudicate ben 65 premi tra festival nazionali e internazionali e che hanno ottenuto circa 60 nomination. Tra questi, “Miss Marx” di Susanna Nicchiarelli in concorso a Venezia77: la regista romana è tornata sul red carpet del Lido con un nuovo ritratto di donna dopo aver trionfato nel 2017 con il road movie “Nico, 1988”, premiato anche ai David di Donatello. Da segnalare anche “Non Odiare” di Mauro Mancini con Alessandro Gassmann, in gara a Venezia per la Settimana Internazionale della Critica. Da ricordare inoltre film del calibro di “Dogman”, capolavoro di Matteo Garrone che ha rappresentato il cinema italiano agli Oscar 2019 e ha raccolto successi a Cannes, ai Nastri d’Argento e ai David di Donatello, “Loro” di Paolo Sorrentino, o artisti del calibro di Dustin Hoffman, Charlotte Rampling, Isabella Rossellini, Kim Rossi Stuart, Gigi Proietti, Michele Placido e Roberto Benigni.

Dai lungometraggi ai documentari, sono ammesse al bando “Lazio Cine-International” le opere audiovisive italiane realizzate in coproduzione internazionale o in regime di compartecipazione internazionale da parte di PMI regolarmente iscritte al Registro delle Imprese. I destinatari dell’Avviso devono essere inoltre coproduttori indipendenti titolari almeno in parte dei diritti d’autore sull’opera audiovisiva presentata, operare esclusivamente o prevalentemente nel settore cinema e televisione e avere un patrimonio netto pari o superiore a 40 mila euro. È possibile, infine, presentare una sola opera audiovisiva in forma singola o aggregata.

L’Avviso, come anticipato, ha una dotazione finanziaria complessiva di 5 milioni di euro di cui 2,5 milioni riservati a opere audiovisive di interesse regionale, che promuovano quindi la conoscenza del territorio, della storia, della cultura e della tradizione del Lazio anche al di fuori dell’area urbana di Roma, al fine di sostenere la competitività dei territori meno noti al grande pubblico. Il contributo, che può anche cumularsi ad altri aiuti, è concesso a fondo perduto per massimo il 35% dei costi ritenuti ammissibili e comunque fino a 640 mila euro.

Le richieste andranno inviate compilando, dalle ore 12 del 15 settembre e fino alle ore 12 del 10 dicembre, il formulario presente sulla piattaforma GeCoWEB di Lazio Innova e inoltrando, successivamente, le domande a mezzo PEC all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. a partire dalle ore 12 del 10 novembre e fino alle ore 18 del 10 dicembre, salvo chiusura anticipata dello sportello per esaurimento fondi.

“Lazio Cine-International” rientra tra le politiche messe in campo dalla Regione per il rilancio di tutto il settore cinematografico, a partire dall’approvazione della nuova legge regionale sul cinema che chiarisce e aggiorna le funzioni della Regione, delle Province, di Roma Capitale e dei comuni del Lazio. Ai fini di una maggiore semplificazione e omogeneità della materia, il nuovo testo disciplina il sostegno alle produzioni e alle coproduzioni di opere cinematografiche e audiovisive così come i diversi interventi di supporto al settore con uno stanziamento annuale complessivo di 27 milioni di euro. Negli scorsi mesi, inoltre, a seguito dell’emergenza Covid-19, la Regione è stata costantemente al fianco del mondo del cinema e dell’audiovisivo investendo 640 mila euro a fondo perduto per contribuire agli affitti delle sale cinematografiche e 1 milione di euro per l’adozione di tecnologie digitali e per l’efficientamento energetico dei cinema della regione nell’ambito del bando “Teatri, Librerie e Cinema Verdi e Digitali”.

È possibile consultare il bando completo su www.regione.lazio.it/rl/bandi-cultura/.

Scuola, online l'avviso per ricerca spazi pubblici

“L'apertura della scuola è la priorità assoluta ed è indispensabile garantirla in sicurezza, per gli studenti e per il personale. Lo abbiamo sostenuto con forza in tutte le sedi possibili e per questo motivo nel Lazio ci attrezziamo pubblicando un avviso per la ricerca di spazi, nuovi o ristrutturati, da utilizzare in vista dell’avvio dell’anno scolastico a settembre. In questo modo la Regione fa la sua parte per consentire di riprendere la didattica ordinaria, passaggio fondamentale per guardare con ottimismo al futuro.”

Lo annuncia in una nota l’Assessore regionale alla Scuola e Formazione, Claudio Di Berardino.

“L’obiettivo di riportare tutti gli alunni in presenza da settembre è quello che ci siamo prefissati e per raggiungere il quale stiamo lavorando di concerto con tutti gli attori coinvolti – conclude Di Berardino - Con questo avviso dunque facciamo un altro passo in avanti per far tornare i nostri ragazzi a scuola e farlo nel rispetto della sicurezza e delle norme sul distanziamento, indispensabili per tutelare la salute di tutti.”

L’Avviso prevede che soggetti, pubblici e privati, proprietari di immobili esistenti, che per caratteristiche di spazi e standard possono essere adibiti o adattati ad utilizzo scolastico, andranno a comporre un elenco aggiornato settimanalmente. Gli enti locali, cui spetta il compito di provvedere alla gestione del patrimonio immobiliare scolastico, potranno valutare le candidature presenti nell’elenco progressivamente aggiornato sul sito istituzionale della Regione. Gli stessi enti locali, in collaborazione con gli istituti scolastici, valuteranno le necessità attuali di spazi e quelle che potranno rideterminarsi ad anno scolastico in corso, sulla base del quadro di evoluzione dell’epidemia. In questo senso dunque le scuole avranno la facoltà di ricercare ulteriori spazi rispetto a quelli in dotazione, anche in corso dell’anno scolastico, proprio per rispondere alle necessità che un diverso andamento dei contagi durante la stagione autunnale e invernale potrebbe richiedere.

L’iniziativa della Regione Lazio, progettata grazie alla proficua collaborazione con la Direzione regionale del Ministero dell’Istruzione, l’Anci e l’Upi, si configura dunque come azione di sistema, funzionale a sostenere il possibile incontro tra domanda e offerta di spazi da adibire a classi.

Cultura, pubblicato il bando dell'ottava edizione del Premio Salva la tua lingua locale

Al via l'ottava edizione del Premio letterario nazionale "Salva la tua lingua locale", che quest'anno introduce delle novità.

Alla ratifica delle categorie, tutte a tema libero, già presenti nella scorsa edizione, prosa (edita e inedita), poesia (edita e inedita), teatro (inedito) e musica, si aggiunge l’introduzione di quella dedicata ai fumetti.

Pienamente confermato anche il premio intitolato Tullio De Mauro dedicato a lavori scientifici editi o inediti: saggi, tesi di laurea, studi su dialetti e/o lingue locali e dizionari; l’illustre linguista fino alla sua scomparsa ha ricoperto anche l’incarico di presidente onorario del concorso.

I partecipanti dovranno far pervenire le opere entro il 16 ottobre, la proclamazione è in programma nel mese di dicembre a Roma nella Sala della Protomoteca del Campidoglio. Per tutti i dettagli si rinvia al bando consultabile all’indirizzo internet http://www.salvalatualingualocale.it/.

Il premio “Salva la tua lingua locale” è istituito dall’Unione Nazionale delle Pro Loco (Unpli) e da Ali Autonomie Locali Italiane – Lazio (ALI Lazio) ed è organizzato in collaborazione con il Centro Internazionale Eugenio Montale e, per la sezione "Scuola, con l’Ong “Eip-Scuola Strumento di Pace”.

Tappe differenziate, invece, per la sezione “Scuola”: il termine per l’invio delle proposte e la data della proclamazione saranno resi noti successivamente.

Sin dalla prima edizione del premio, inoltre, viene effettuata la registrazione audio e l’archiviazione di tutti gli elaborati inediti presentati; i contributi così entrano a far parte di “Memoria Immateriale” un canale youtube che costituisce l’inventario on line delle tradizioni italiane: un prezioso archivio, unico nel suo genere, voluto ed implementato dall’Unione Nazionale delle Pro Loco, accreditata dal 2012 presso l’UNESCO.

Gli elaborati dei vincitori e dei finalisti delle singole categorie, infine, vengono raccolti ogni anno in un’apposita antologia che è disponibile anche in formato digitale sul sito del premio.

Al via dal 24 luglio "La città incantata" a Civita di Bagnoregio

Tutto pronto per la nuova edizione de “La Città Incantata - 6° Meeting Internazionale dei disegnatori che salvano il mondo”, evento promosso dall’Assessorato al Turismo e Pari Opportunità della Regione Lazio e realizzato da LAZIOcrea, ATCL, ABC, Roma Lazio Film Commission in collaborazione con il Comune di Bagnoregio e Casa Civita. Nuovi protagonisti e una programmazione più ricca e distribuita da luglio fino al meeting di dicembre.

Dopo il successo delle edizioni precedenti che hanno ospitato quasi 200 incontri, 15 mostre, più di 400 proiezioni e circa 250 artisti, ed in particolare dopo la quinta edizione nella location suggestiva del Castello di Santa Severa, l'evento dedicato al mondo del fumetto e dell'animazione torna nell'incantevole città di Civita di Bagnoregio, la cui candidatura UNESCO come Patrimonio dell’Umanità è stata ufficializzata dal Presidente Nicola Zingaretti nel 2018.

Sarà dunque il caratteristico borgo nel cuore della Tuscia viterbese, il suggestivo scenario che ospiterà animatori, disegnatori, fumettisti, storyboarder, street artist e artisti visivi che si confronteranno e incontreranno il pubblico per raccontare i loro lavori, il loro stile, le loro tecniche, la loro creatività.

Già dal mese di luglio ‘La Città Incantata’ inietterà a Civita di Bagnoregio una forte carica di energia creativa a partire dalle residenze d'artista, per poi proseguire con un programma fitto di incontri, mostre e proiezioni cinematografiche.

I primi due artisti chiamati a produrre il loro materiale ispirato a Civita di Bagnoregio e al suo territorio saranno Giulia Spagnuolo, 23 anni, in arte Zuzu, vincitrice nel solo 2019 del premio Cecchetto come autrice rivelazione al Treviso Comic Book Festival, del Gran Guinigi come miglior esordiente al Lucca Comics & Games e del premio Satira Politica di Forte dei Marmi per la categoria romanzo a fumetti, e Martoz, nome vero Alessandro Martorelli, classe 1990, fumettista, illustratore, street artist e docente presso la Scuola Internazionale di Comics. Martoz ha pubblicato fumetti con Coconino Press, Feltrinelli Comics, Shockdom, Canicola, Progetto Stigma, Actes Sud e Dark Horse ed esposto i suoi lavori in gallerie di tutto il mondo, tra cui Tokyo, Mosca, Los Angeles, Buenos Aires e Parigi.

Un esordio per l'edizione 2020. Si parte il prossimo venerdì 24 luglio. Appuntamento alle ore 18 a Palazzo Alemanni per l'appuntamento con gli Atelier Arte Bellezza Cultura "Un altro sguardo su Civita" per poi proseguire, alle ore 19, in Piazza San Donato, con la prima masterclass con Zuzu e Martoz, moderati da Luca Raffaelli e Rita Petruccioli. Alle ore 20 spettacolo di stand up comedy con Valerio Lundini, bravissimo fumettista, ma soprattutto un comico molto amato dal pubblico, romano, classe 1986, co-conduttore de "L'altro Festival".

“La Città Incantata rappresenta ormai un appuntamento atteso nel panorama regionale e nazionale. Abbiamo lavorato ad un programma completamente rinnovato e distribuito lungo il corso dei prossimi mesi garantendo la partecipazione in completa sicurezza”, dichiara Giovanna Pugliese, Assessora al Turismo e alle Pari Opportunità della Regione Lazio. "Voglio ringraziare tutte e tutti per lo straordinario lavoro. Quest'anno non era facile, ma ce l'abbiamo fatta. La candidatura di Civita d Bagnoregio quale Patrimonio dell'Umanità Unesco promossa dal presidente Zingaretti ha bisogno di tutto il nostro sostegno e certamente noi non lo faremo mancare, neppure in tempi di Covid – conclude l’assessore - Sono sicura che anche questo sesto meeting dei disegnatori che salvano il mondo sarà un successo. Civita è già ripartita con il dono eterno della bellezza".

Concorsi, Regione: da luglio potenziamento centri per l'impiego

“Il potenziamento dei centri per l’impiego del Lazio prosegue. Dopo lo stop nel mese di febbraio dettato dell’emergenza epidemiologica, a luglio riprendono i concorsi per l’assunzione di nuovo personale. I primi cinque a riprendere sono i concorsi che riguardano i seguenti profili professionali: esperto in service designer, esperto della valutazione della performance e analisi e valutazione delle politiche pubbliche, esperto statistico, esperto della comunicazione e relazioni istituzionali, esperto di area informatica. Si tratta di profili professionali in parte innovativi per l’organico dei centri per l’impiego, che testimoniano come vogliamo realizzare servizi per il lavoro di nuova generazione. Stiamo infatti lavorando a una generale riforma, che prevede, oltre all’introduzione di nuove professionalità e l’aggiornamento professionale per i dipendenti già in forze, la nascita dell’Agenzia regionale LAZIOLAVORO, l’attribuzione di nuove competenze e funzioni ai centri per l’impiego definite nella Giunta regionale, nuovi servizi e nuove infrastrutture. Obiettivo finale è valorizzare la funzione pubblica in un’ottica di efficienza del servizio ed efficacia delle politiche, creando più strette relazioni con tutti i soggetti pubblici e privati legati al mondo del lavoro, della formazione e dello sviluppo, creando forme di collaborazione, attivando convenzioni e sviluppando in maniera sinergica strategie e strumenti per lo sviluppo delle identità produttive”.

Così in una nota Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro e Formazione della Regione Lazio.

Sport e cultura, tre webinar sul bando a sostegno di iniziative di promozione

Lazio Innova organizza tre webinar “La Regione delle Opportunità” per presentare il bando “Contributi per iniziative di promozione della cultura e dello sport, di animazione territoriale e di inclusione sociale” (per tutti i dettagli vai alla pagina dedicata)

I webinar si terranno:

mercoledì 24 giugno alle ore 15:00 – ISCRIVITI

giovedì 25 giugno alle ore 11:00 – ISCRIVITI

venerdì 26 giugno alle ore 11:00 –ISCRIVITI

Per partecipare è necessario registrarsi all’evento nella data scelta. Solo successivamente sarà inviata dagli organizzatori una mail con il link per accedere alla sessione. Ogni webinar è aperto a un massimo di 50 partecipanti.

Piccoli comuni, bando da 42 mln per smart working e digitalizzazione

Con il nuovo bando emanato nell'ambito del Pon "Governance", i piccoli Comuni avranno la possibilità di sviluppare alcuni ambiti come lo smart working, efficienza nella gestione dei procedimenti amministrativi, rafforzamento delle capacità di gestione e digitalizzazione dei servizi al cittadino.

Le risorse finanziare a disposizione ammontano a 42 milioni di euro e i destinatari sono i piccoli comuni con popolazione inferiore ai 5 mila abitanti.

I termini di presentazione delle domande di partecipazione sono aperti fino ad esaurimento delle risorse a disposizione e, comunque, non oltre il 30 settembre 2022.

Le domande dovranno essere inviate via Pec all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Nell’ambito della manifestazione d’interesse, le amministrazioni saranno chiamate ad esprimere il proprio fabbisogno specifico. A seguito della periodica valutazione di ammissibilità delle domande, i comuni accederanno alla seconda fase dell’iniziativa, che prevede il supporto nella progettazione del proprio piano di intervento a partire dai fabbisogni espressi e dai conseguenti ambiti di attività previsti, da parte uno o più centri di competenza nazionale individuati. Le attività dovranno terminare entro e non oltre il 30 giugno 2023.

Cultura, dalla Regione Lazio nuovi bandi a sostegno di Istituti Culturali

Come annunciato, dopo l’avviso pubblico da oltre 440 mila euro per il finanziamento di progetti finalizzati a lavori di recupero, ristrutturazione e acquisizione di beni e attrezzature, sono online sul sito www.regione.lazio.it/rl/bandi-cultura/ due nuovi bandi rivolti agli Istituti Culturali iscritti all'Albo Regionale 2020 - 2022 che mettono in campo ulteriori 140 mila euro per il sostegno al funzionamento degli Istituti e 210 mila euro, per il finanziamento di iniziative culturali ed educative fruibili anche attraverso piattaforme digitali.

Per quanto riguarda il sostegno al funzionamento, l’intero contributo di 140 mila euro verrà così ripartito: il 60%, pari a 84 mila euro, sarà distribuito in egual misura tra tutti gli Istituti che, presentata idonea domanda, garantiscano un’apertura dei loro servizi culturali al pubblico per almeno 25 ore settimanali in ottemperanza alle misure emanate dal Governo e dalla Giunta regionale in termini di distanziamento sociale previste per i luoghi pubblici al fine di contrastare la diffusione del coronavirus; il 40%, pari a 56 mila euro, avrà carattere di premialità e verrà distribuito in egual misura agli Istituti Culturali che realizzeranno visite guidate virtuali e lezioni tematiche audio fruibili anche da remoto sulle loro sedi e i loro patrimoni culturali, che abbiano una durata di 10-15 minuti e siano visibili sulle maggiori piattaforme digitali.

Per la ripartizione dell’importo base di 84 mila euro, sono ammesse a finanziamento le spese di personale, quelle relative alla sede operativa, utenze ma anche spese di manutenzione delle attrezzature, dei siti web e per il collegamento a banche dati. Per l’ammissione al contributo della premialità volto a incentivare la divulgazione e la conoscenza dei patrimoni culturali degli Istituti anche in questo periodo di emergenza epidemiologica, sono ammissibili le spese sostenute per il personale impegnato nella realizzazione delle visite guidate, le spese tecniche per la realizzazione dell’audio/video e quelle relative alla comunicazione.

Per quanto riguarda il bando da 210 mila euro volto a finanziare le iniziative culturali ed educative degli Istituti regionali, saranno ammessi a contributo progetti di catalogazione informatica; informatizzazione di patrimoni di natura non libraria (audiovisivo, museale, archivistico, fotografico); digitalizzazione del patrimonio culturale; restauro del patrimonio librario, archivistico, museale, fotografico e audiovisivo; rilegatura del patrimonio librario; corsi di formazione, anche online; pubblicazioni di monografie e riviste; ricerche e borse di studio; sviluppo di progetti culturali fruibili anche attraverso piattaforme digitali (ad es. laboratori di attività di e-learning) così come iniziative didattiche e divulgative, convegni, seminari, mostre e rassegne fruibili anche via web. I progetti ammessi verranno finanziati per il 90% dell’importo totale per un massimo di contributo riconoscibile pari a 8 mila euro.

Le domande per entrambi i bandi dovranno essere inoltrate entro 60 giorni dalla pubblicazione degli Avvisi e trasmesse via PEC all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e, per conoscenza, tramite email al seguente indirizzo, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Piccoli comuni, il nuovo bando della Regione Lazio per la riqualificazione dei piccoli centri nel post emergenza Covid-19

Prosegue l’impegno della Regione Lazio per la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale dei Piccoli Comuni con il nuovo bando Un Paese ci vuole 2020 che sarà online dal 5 maggio. Con uno stanziamento totale di 2,5 milioni di euro per il biennio 2021/2022, l’Avviso pubblico mira a finanziare progetti di riqualificazione e a contribuire alla ripresa dei piccoli centri laziali non appena verrà superata l’emergenza Covid-19.

Tutti i comuni del Lazio con meno di 5.000 abitanti potranno partecipare con una propria proposta progettuale volta al recupero fisico di beni, manufatti, siti, spazi di valore storico, culturale e ambientale a cui si coniughino effetti durevoli, dinamiche economiche e azioni di partecipazione sociale. Particolare attenzione verrà riservata a quei progetti che tengano conto delle tradizioni locali, del proprio patrimonio culturale immateriale e che coinvolgano attivamente la comunità e, in particolare, i più giovani.

Sono diverse le tipologie di intervento contemplate nel bando: ogni comune potrà ricevere fino a 40.000 euro per interventi di rigenerazione e riqualificazione urbana, come ad esempio la sistemazione di spazi pubblici significativi per la comunità locale, il recupero di edifici, aree verdi e beni culturali, per la realizzazione e riqualificazione di percorsi pedonali e per valorizzare spazi urbani ed extra-urbani attraverso la realizzazione di opere d’arte.

Le valutazioni terranno conto del valore storico, culturale, ambientale e paesaggistico del luogo o bene sul quale si propone l’intervento e altresì del valore sociale ed economico dell’attività proposta; della qualità del progetto e dell’eventuale partnership con associazioni e organizzazioni di cittadinanza attiva. Verranno sostenute, inoltre, le proposte progettuali presentate dai Piccoli Comuni non finanziati con il precedente Avviso pubblico.

C’è tempo fino al 15 luglio 2020 per presentare i progetti. Dopo il successo del bando 2019 che, con uno stanziamento totale di 4,7 milioni di euro ha finanziato ben 108 progetti in tutte le province del Lazio (18 a Frosinone, 8 a Latina, 31 a Rieti, 27 a Roma e 23 a Viterbo), una nuova occasione per le piccole realtà della regione di rilanciare un patrimonio unico per tradizioni e cultura.

È possibile consultare il bando completo su www.regione.lazio.it/rl/bandi-cultura/.

Pag 1 di 25