Thursday, Jun 20th

Last update11:42:36 AM GMT

Bandi e avvisi

Fondi alle scuole, enti locali in partnership per i bandi Pon

Lo scorso 31 gennaio il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della ricerca ha annunciato il primo dei dieci bandi Pon per una scuola più aperta, inclusiva e innovativa, i cui stanziamenti ammontano a 180 milioni di euro.

Qualora i progetti dovessero essere presentati dalle scuole, gli enti locali potranno entrare nel partenariato di attuazione ed essere coinvolti nelle attività.

Sono ammessi a partecipare al bando per la realizzazione dei progetti di potenziamento delle competenze di base in chiave innovativa gli enti locali in partnership con le scuole d'infanzia statali, le istituzioni scolastiche statali del primo ciclo di istruzione (scuole primarie e secondarie di primo grado), le istituzioni scolastiche statali del secondo ciclo di istruzione (scuole secondarie di secondo grado).

E' ammesso, inoltre, il coinvolgimento del territorio mediante partenariati e collaborazioni con amministrazioni centrali e locali, associazioni, fondazioni, enti del terzo settore, università, centro di ricerca, operatori qualificati, reti già presenti al livello locale.

Nello specifico, gli interventi formativi dovranno essere finalizzati al rafforzamento degli apprendimenti linguistici, espressivi, relazionali e creativi, nonché allo sviluppo delle competenze in lingua madre, lingua straniera, matematica e scienze, in linea con quelle che sono le indicazioni nazionali.

Il ruolo degli enti locali sarà decisivo nella promozione del progetto, finanziabile fino a 50 mila euro in due anni, e nel sostegno alla realizzazione.

Le domande andranno presentate entro il 28 aprile 2017, presentando la proposta dal sito internet nell'apposita area dei Fondi strutturali 2014-2020, denominata "Gestione degli interventi" (Gpu) collegandosi al sito internet: http://www. istruzione.it/pon/

'La mia Europa': il bando di concorso

Il Consiglio regionale del Lazio ha pubblicato il Bando di concorso 'La mia Europa' rivolto alle istituzioni scolastiche di secondo grado del territorio della Regione Lazio per l'assegnazione di 14 premi.

Leggi la Deliberazione n. 19 del 2 febbraio 2017.

Allegati:
Scarica questo file (Delib_19_Bando_La_mia_Europa.pdf)Delib_19_Bando_La_mia_Europa.pdf[ ]608 Kb

Prorogati i termini di scadenza del bando Isi agricoltura

Sono stati prorogati i termini delle scadenze relative al bando Isi Agricoltura 2016, con con avviso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 6 del 9 gennaio 2017.

L'Inail finanzia le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore, il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende agricole.

È stato pubblicato l'Avviso Isi agricoltura 2016 Inail che mette a disposizione 45.000.000 di euro, suddivisi in due assi di finanziamento differenziati in base ai destinatari:

- nella prima fascia di destinatari rientrano i giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria, per cui la dotazione è pari a 5 milioni di euro;

- nella seconda fascia rientrano le imprese agricole, per le quali è prevista una dotazione finanziaria di 40 milioni di euro.

Per ulteriori approfondimenti visitare il sito: https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/incentivi-alle-imprese/bando-isi-agricoltura-2016.html


Regione Lazio: incentivi per innovazione e competitività

La Regione Lazio ha approvato l'Avviso pubblico "LIFE 2020" (POR FESR Lazio 2014-2020 Asse I – Ricerca e innovazione e Asse 3 – Competitività; Pubblicato sul B.U.R. n. 62 del 4 agosto 2016).

Obiettivo dell'avviso è favorire la riqualificazione settoriale, lo sviluppo delle filiere e a rafforzare la competitività del tessuto produttivo laziale, in coerenza con le aree di specializzazione della Smart Specialisation Strategy (S3) regionale, Scienze della vita e Agrifood, attraverso il sostegno di progetti imprenditoriali realizzati da imprese, singole e associate, che, anche mediante integrazione di filiere, scambio di conoscenze e competenze, abbiano ricadute significative sugli ambiti strategici individuati tramite la Call for Proposal "Sostegno al riposizionamento competitivo dei sistemi imprenditoriali territoriali".

Gli ambiti nei quali dovranno essere conseguiti risultati significativi, con conseguente impulso e crescita delle filiere collegate alle aree di specializzazione intelligente suddette e, dunque, al riposizionamento dell'intero comparto anche rispetto ai mercati internazionali, sono quello farmaceutico, biomedicale, del benessere e wellbeing, agroalimentare, progetti semplici e progetti integrati.

Per le informazioni relative all'avviso pubblico e agli adempimenti è necessario contattare gli indirizzi: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Riforma mercati e fiere: al via i bandi comunali

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonomie ha approvato, con un nuovo documento unitario, i facsimile dei bandi che i Comuni dovranno emanare per l'assegnazione dei posteggi per il commercio su aree pubbliche, alias mercati e fiere.

Vengono forniti anche tutti i chiarimenti utili ai Comuni relativamente ai criteri e parametri da inserire nei bandi al fine di poter valutare le domande presentate dagli operatori commerciali in vista della prossima scadenza fissata a maggio e luglio 2017. Scadenza entro la quale i Comuni dovranno resettare il commercio su aree pubbliche.

Dalla Conferenza vengono fornite indicazioni anche circa le finestre temporali per l'avvio e la conclusione delle procedure di selezione, che dovrà cadere con largo anticipo rispetto alla scadenza fissata per prevenire situazioni di impasse.

Al fine di uniformare a livello nazionale le procedure selettive, la Conferenza ha approvato e messo a disposizione dei Comuni un modello unico di bando per mercati e fiere, con relativi facsimili di domande.

Inoltre, tenendo conto dell'assoluta novità della disciplina e dell'imminenza dell'applicazione (maggio 2017), nonché delle eventuali difficoltà operative in cui potrebbero ritrovarsi i Comuni nella gestione delle procedure di evidenza pubblica, il Documento suggerisce la seguente sequenza temporale per adottare gli atti necessari e cioè:

• tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2016: pubbblicazione del Bando da parte del Comune,

• tra il 1° novembre 2016 e il 31 gennaio 2017: presentazione delle domande degli operatori,

• tra il 1° gennaio e il 31 marzo 2017: esame delle domande da parte del Comune con redazione della graduatoria provvisoria,

• tra il 15 marzo e il 15 aprile 2017: presentazione integrazioni o chiarimenti da parte degli operatori,

• tra il 1° e il 30 aprile 2017: approvazione graduatoria finale,

• tra il 15 aprile e il 7 maggio 2017: rilascio concessioni di posteggio e autorizzazioni per l'attività

Acqualatina, bando appalti di manutenzione per 8,1 milioni

Al via il bando per opere di riparazione per Acqualatina del valore complessivo di 8,1 milioni.

Acqualatina, gestore unico del servizio idrico integrato del ciclo delle acque nel comune pontino, apre una gara per lavori di manutenzione ordinaria delle rete idriche, fognarie, dei depuratori e degli impianti ad essi collegati. I lavori di manutenzione ordinaria riguardano l'area Centro nord, mentre i lavori di manutenzione straordinaria delle reti idriche, fognarie, dei depuratori e degli impianti riguardano l'area Sud, ricadenti nel territorio dell'Ato 4 - Lazio meridionale.

Il lotto 1, area Centro Nord (importo 4,5 milioni) comprende gli impianti ricadenti nei Comuni di Latina, Sezze, Sabaudia, Pontinia, Sonnino, Priverno, Roccagorga, Amaseno, Roccasecca, Prossedi, Villa S. Stefano, Giuliano di Roma, Maenza. Il lotto 2 da 3,6 milioni interessa i territori di Gaeta, Itri, Castelforte, Formia, Minturno, Santi Cosma e Damiano, Spigno Saturnia, Ponza e Ventotene. Il termine per il ricevimento delle offerte è fissato al 18 ottobre.

Consulta i documenti di gara.

Regione Lazio, il bando per la ricollocazione di donne con figli minori

È stato indetto dalla Regione Lazio il bando rivolto alle donne disoccupate con figli minori a carico. Il bando è denominato "Adesione al Contratto di ricollocazione per le donne con figli minori" (determinazione dirigenziale del 4 agosto 2016, pubblicata il 9 agosto 2016) ed è stato progettato al fine di creare nuove opportunità di lavoro mediante lo strumento del "Contratto di Ricollocazione" utile ad agevolare l'uscita dallo stato di disoccupazione nel minor tempo possibile.

Tale strumento politico volto ad incidere sulla condizione occupazionale delle donne con figli minori a carico è reso pubblico con l'Avviso pubblico "Candidatura per i servizi del Contratto di ricollocazione per le donne con figli minori" (Determinazione dirigenziale G07099 del 22 giugno 2016).

La domanda di adesione potrà essere presentata a partire dal 26 settembre 2016 fino alle ore 12 del 20 dicembre 2016. La candidatura dovrà avvenire per via telematica, seguendo la procedura indicata sul sito della Regione Lazio.

È stato messo a disposizione anche un indirizzo email al quale sarà possibile rivolgersi per la richiesta di chiarimenti relativi all'Avviso, fino ai tre giorni precedenti alla scadenza di presentazione della domanda: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Piano periferie, da oggi il bando per gli enti locali

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di oggi il Dpcm sul Piano periferie unitamente al bando che prevede 500 milioni di euro per il finanziamento di progetti di recupero sociale e urbanistico.

Gli enti locali potranno presentare i progetti nell'arco di 90 giorni, dopo di che sarà un nucleo di tecnici (composto dal segretariato generale della Presidenza del Consiglio e altri sei esperti) a valutare a selezionare i progetti.

Le richieste di finanziamento dovranno riguardare iniziative di miglioramento del decoro, progetti di manutenzione, riuso e rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di edifici esistenti, progetti mirati all'accrescimento della sicurezza territoriale e della «resilienza urbana». Nel bando sono ammessi anche progetti per lo sviluppo della mobilità sostenibile, per l'adeguamento di infrastrutture destinate a servizi sociali e culturali, educativi e didattici

Il finanziamento sarà concesso agli enti locali con una modulazione a seconda della dimensione dello stesso ente locale.

Per quanto riguarda la graduatoria, la precedenza sarà garantita ai progetti di «tempestiva esecutività» e sarà premiata l'innovatività del progetto sotto vari aspetti. Ai comuni è stato concesso di poter partecipare anche senza disporre necessariamente di un progetto a livello di particolare dettaglio.

Il contributo pubblico potrà essere utilizzato per finanziare sia la progettazione, sia le procedure di gara sia la realizzazione.

Bando 2000 posti letto migranti, ancora pochi giorni alla scadenza

Il bando di Palazzo Valentini per aprire nuovi centri di accoglienza per profughi va deserto per due terzi. Risale all'8 novembre scorso l'avviso pubblico che invitata coop e consorzi a presentare manifestazioni di interesse per trovare alloggio a più di tre mila migranti, ma a conclusione della procedura, dopo il vaglio delle commissioni di gara e le altre verifiche ispettive, la Prefettura si ritrova soltanto poco più di 1.130 posti disponibili, quindi quasi due mila in meno rispetto a quanto progettato.

Il fallimento della gara è determinato, innanzitutto, dalla decisione di escludere dal bando quei territori che già ospitano un numero di posti letto per richiedenti asilo «superiore a 200 a fronte di una popolazione superiore alle 50 mila unità». Pertanto, non hanno potuto presentare offerte tutte quelle coop che lavorano in territori già sovraffollati come il VI municipio, il IV, il V e il XIII.

L'importo della gara è di 18,2 milioni di euro e il giorno ultimo per la presentazione delle offerte è giovedì.

Pag 4 di 22