Sunday, Jun 24th

Last update10:45:27 AM GMT

Sei qui: Area Legislativa Normative Tares: il calcolo va effettuato sulla “superficie catastale”

Tares: il calcolo va effettuato sulla “superficie catastale”

Arrivano indicazioni chiare ai Comuni per il calcolo della Tares grazie al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 10 aprile “Modalità di interscambio tra l’Agenzia delle Entrate e i Comuni dei dati inerenti la superficie delle unità immobiliari a destinazione ordinaria iscritte nel catasto edilizio urbano”. La circolare corre in soccorso ai Comuni ribadendo come l’importo della nuova Tariffa non vada calcolato sulla base della rendita catastale dell’immobile ma sui metri quadrati di superficie catastale, e descrivendo i formati utilizzati dall’Agenzia delle Entrate per calcolarla, ovvero aree scoperte, aree calpestabili e muri. Pertanto ai fini del calcolo si considera il 100% della superficie calpestabile, il 25% per le cantine, il 30% per terrazzi e balconi fino a 25 mq e il 10% per quelli con superficie superiore; si calcolano inoltre per intero i muri interni e quelli perimetrali esterni con uno spessore fino a 50cm mentre si calcolano al 50% i muri in comunione con uno spessore massimo di 25 cm.

22 aprile 2013