Wednesday, Apr 24th

Last update08:25:50 AM GMT

Sei qui: Camminitaliani.it Eventi e Convegni

Camminitaliani.it

I Comuni che servono all'Italia

E-mail Stampa PDF

Il prossimo 22 settembre, presso la Sala Perin del Vaga dell’Istituto Luigi Sturzo, in Via delle Coppelle 35 a Roma, si svolgerà il convegno organizzato dalla Fondazione IFEL “I Comuni che servono all’Italia. Responsabilità e autonomia: fattori imprescindibili per una riforma dei sistemi locali”.

L’incontro, in programma a partire dalle 14:30, si concentra sull’analisi di quelle caratteristiche che vanno necessariamente riconosciute alle amministrazioni comunali italiane all’interno di un disegno di riforma dei sistemi locali. Il binomio responsabilità-autonomia, nel rispetto del principio di sussidiarietà, sarà il nodo cruciale dell’incontro al quale interverranno numerosi esponenti di spicco del mondo accademico e istituzionale.

Dopo l’apertura dei lavori, affidata a Pierciro Galeone (Direttore della Fondazione IFEL) e a Maurizio Bernardo (Presidente Commissione Finanze della Camera dei Deputati), seguiranno i contributi di Franco Gallo (Presidente emerito della Corte costituzionale), Andrea Ferri (Capo Dipartimento Finanza locale Fondazione IFEL), Stelio Mangiameli (Università di Teramo, Direttore ISSiRFA), Livia Salvini (Università LUISS – Guido Carli di Roma), Fabio Fiorillo (Università Politecnica delle Marche, Assessore Comune di Ancona) e Luca Antonini (Università di Padova, Presidente Copaff).

L’incontro terminerà con le conclusioni di Guido Castelli, Presidente della Fondazione IFEL e Sindaco di Ascoli Piceno.

Con questo convegno la Fondazione IFEL vuole farsi promotrice di un’importante occasione di approfondimento e dibattito che abbia come elemento centrale il fondamentale ruolo svolto dai Comuni, in qualità di primi e più diretti rappresentanti e interlocutori del territorio italiano.

Si ricorda che per poter partecipare all’evento è necessario inviare una mail di conferma all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Civitavecchia e il cartoccio di Traiano

E-mail Stampa PDF

La pesca ha sempre giocato un ruolo vitale nell’economia di Civitavecchia e ha regalato una forte impronta nella tradizione gastronomica. I piatti della cucina di mare, casareccia e raffinata allo stesso tempo hanno posto Civitavecchia tra le mete più frequentate per indimenticabili mangiate, per banchetti festosi e affollatissimi. Anche grazie alla elevata qualità del pescato locale e alla capacità di utilizzo da parte degli abitanti. Partendo dai piatti della tradizione, la Pro Loco di Civitavecchia insieme alla Federazione Italiana cuochi – Delegazione di Civitavecchia e a Port of Rome ha studiato una nuova offerta gastronomica che racchiude in sé la storia e le origini culturali ma può anche rispondere alle mutate esigenze delle nuove abitudini alimentari di una società più dinamica. La proposta denominata “Il Cartoccio di Traiano” sarà presentata per la prima volta durante la manifestazione e potrà essere degustata insieme agli altri piatti della tradizione. Il ricco programma prevede anche una tavola rotonda, laboratori, show cooking e tanto altro.

Premio europeo Città accessibili 2016

E-mail Stampa PDF

La Commissione europea rinnova il suo invito alle città europee a partecipare alla sesta edizione del Premio europeo Città accessibili 2016 finalizzato a conferire un riconoscimento e a dare visibilità alle città che si sono impegnate a realizzare interventi esemplari per migliorare l’accessibilità dell’ambiente urbano, in particolare per le persone disabili e gli anziani.

Al premio possono concorrere le amministrazioni di città europee con almeno 50.000 abitanti, che abbiano adottato politiche efficaci e sostenibili per migliorare durevolmente l’accessibilità di aspetti fondamentali della dimensione urbana consentendo alle persone con disabilità di partecipare alla vita pubblica della propria città.

La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata a mezzanotte del 10 settembre 2015 (ora di Bruxelles): le candidature vanno presentate esclusivamente online - preferibilmente in inglese, in alternativa in francese o tedesco - utilizzando l’apposito formulario disponibile sul sito della Commissione europea.

Tutte le informazioni utili sono disponibili nell’allegato comunicato della Commissione Europea.

La cerimonia di premiazione, che coinciderà con la conferenza per la "Giornata europea delle persone con disabilità", si terrà a Bruxelles il 7 dicembre 2015.

 

A Cantalice la 12a Sagra delle Strengozze

E-mail Stampa PDF

Nel fine settimana del 5-6 settembre a Cantalice (RI) "le strengozze" saranno le protagoniste di una sagra, giunta alla dodicesima edizione, che coniuga al meglio gusto, tradizioni e divertimento.

"Strengozze" è il nome di un tipo di pasta fatta a mano realizzata con ingredienti semplici e genuini: acqua, farina, pomodoro e aglio. A impreziosire il condimento delle "strengozze" è il profumo della "persa", una specie di maggiorana che cresce proprio in questo territorio; e sempre rigorosamente a "chilometro zero" saranno i prodotti in esposizione sulle bancarelle della mostra mercato, mentre non mancheranno gli spettacoli musicali, i balli e le musiche della tradizione popolare.

E' un prodotto tipico tradizionale riconosciuto nel 2006 dalla Regione Lazio che le ha inserite nell'Elenco dei Prodotti Tipici Tradizionali dell'Arsial Lazio.

A Cantalice, incantevole borgo che regala una vista mozzafiato sui laghi Lungo e Ripasottile, l'area ristorante sarà allestita al coperto, in piazza della Repubblica, sotto comodi gazebo. Un servizio di bus navetta garantirà il collegamento con il santuario di San Felice all'Acqua, che sorge nel luogo in cui San Felice ha compiuto il celebre Miracolo dell'acqua, fatta sgorgare in una calda giornata estiva battendo per terra con un bastone.

Cantalice è un borgo magico e unico per il suo aspetto urbanistico, che si sviluppa in verticale lungo un ripido sperone di roccia e culmina nella torre difensiva e nella caratteristica chiesa di San Felice dell'Acqua che resta aperto fino al 18 ottobre.

Si può proseguire salendo i 350 scalini che conducono nel cuore del borgo antico dove è possibile ammirare le case in pietra, le fontane e le piccole chiesette che circondano la scalinata. Per chi invece preferisce una passeggiata nella natura, a Cantalice partono molti sentieri e suggestivi percorsi naturalistici che conducono anche fino al Terminillo, a Leonessa e alla Riserva dei laghi Lungo e Ripasottile.

Secondo corso di formazione SPISA-Urban@it

E-mail Stampa PDF

Sta per partire il secondo corso di formazione della SPISA, in collaborazione con Urban@it, dal titolo "Le nuove funzioni di area vasta di province e città metropolitane: governo del territorio, ambiente, pianificazione strategica e sviluppo locale" rivolto ad amministratori e dipendenti di comuni, regioni e di altre amministrazioni pubbliche, ma anche a dirigenti o dipendenti di enti e società pubbliche operanti in ambito locale, per un massimo di 60 partecipanti.

La Scuola di Specializzazione in Studi sull'Amministrazione Pubblica dell'Università di Bologna prevede, per questa seconda edizione, cinque giornate di 6/7 ore ciascuna, per una durata complessiva di 32 ore.

In continuità e a completamento del primo Corso SPISA-Urb@nit sulle Città metropolitane, questa edizione intende fornire le giuste chiavi di lettura per interpretare e conoscere appieno il nuovo fenomeno del governo dell’area vasta. Si mira a studiare il complesso processo di ridisegno e riordino delle c.d. funzioni di area vasta e della conseguente riorganizzazione di beni, risorse e personale, come stabilito dalla l.n. 56/2014 unitamente alla creazione di un nuovo livello di governance territoriale costituito dalle Città metropolitane.

Le giornate saranno divise per moduli tematici in cui saranno approfonditi i settori dell'organizzazione e delle risorse, del personale e della pianificazione strategica, senza sottovalutare la pianificazione urbanistica, la tutela dell’ambiente e la difesa di suolo e, infine, i temi della mobilità e delle infrastrutture.

Le iscrizioni scadono il giorno 11 settembre 2015.

Per le procedure di iscrizione consultare il sito internet del corso: http://www.spisa.unibo.it/eventi/corso-di-formazione-le-nuove-funzioni-di-area-vasta-di-province-e-citta-metropolitane-governo-del-territorio-ambiente-pianificazione-strategica-e-sviluppo-locale

Dizionario della Sicurezza Stradale: obiettivo riduzione 50% della mortalità sulle strade

E-mail Stampa PDF

È stato presentato nella sala Cenacolo della Camera dei Deputati il “Dizionario della sicurezza stradale”. Il libro è nato da un’idea della Fondazione Luigi Guccione, Ente Morale per le Vittime della Strada, che da anni si impegna per ridurre del 50% la mortalità sulle strade entro il 2020. Termine fissato dalla Fondazione e dalle organizzazioni internazionali in materia, che hanno indetto il periodo 2011-2020 come secondo “decennio della sicurezza stradale”.

Nel primo decennio di lotta all’insicurezza stradale (2001-2010) è stato registrato un calo del 42% di morti sulle strade italiane: dai 7.096 morti del 2001 ai 4.114 del 2010. I dati sulla rilevazione stradale sono stati forniti dalla responsabile Servizio salute, responsabilità e accoglienza dell’ISTAT, Silvia Bruzzone, che ha sottolineato come questi numeri siano direttamente collegati ad un calo sensibile dei consumi di carburanti dal 2008 al 2013. Per l’esattezza, un calo della produzione di benzina del 50,8% tra il 2002-2014. Relativamente ai dati dell’incidentalità tra il 2013 e il 2014, il calo risulta pari a -1,6%.

Il Presidente della Fondazione, Giuseppe Guccione, ha espresso la necessità di presentare una proposta di legge in cui le vittime della strada siano riconosciute quali “vittime di reato stradale”, ribadendo inoltre l’importanza della direttiva 29/2012 sulle vittime di reato. «Un aspetto rilevante su cui sarebbe necessario intervenire è la questione legata ai finanziamenti e ai controlli, che in Italia sono fermi a un milioni e mezzo, rispetto ai sette milioni della Francia, ai dieci milioni investiti in Germania». Necessario, per Guccione anche una revisione del codice della strada, relativamente ai limiti di velocità e al valore limite legale del tasso di alcolemia.

Nel corso dell’iniziativa è intervenuto l’On. Emiliano Minnucci, il quale ha sottolineato l’importanza della dimensione associativa: «In questo anno di lavoro da parlamentare ho avuto modo di scoprire un mondo interessante legato alla dimensione associativa: vera e propria rete di rappresentanza forte della società civile, tra cui va menzionata l’Associazione famigliari vittime della strada. Minnucci ha proseguito menzionando i punti di maggior rilievo, che costituiranno oggetto di lavoro della Commissione nei prossimi mesi: «Sulla base di uno studio sul tema della sicurezza stradale condotto in quest’ultimo periodo, si può dedurre che vi sono essenzialmente due piani cui tener conto: un primo legato alle risorse economiche e un secondo legato alla parte normativa, due argomenti prioritari. Il lavoro della Commissione parlamentari verterà verso la traduzione e il recepimento della direttiva 29/2012 nell’ordinamento nazionale, da portare a termine entro il prossimo novembre. Vorrei dare concretezza – ha proseguito Minnucci - all’idea di definire una grande Conferenza nazionale, promossa dal Ministero delle Infrastrutture, che faccia assurgere non solo il tema in sé, ma riesca a darne la giusta risonanza mediatica e mettendo in rete tutti i soggetti. Credo che da parte delle forze parlamentari ci sia la massima disponibilità a fare un lavoro congiunto e unitario». Minnucci ha fatto presente la necessità di concertare, d’accordo con i comuni, una «via d’uscita» nella questione dei proventi delle sanzioni amministrative, che andrebbero reinvestiti nella sicurezza e manutenzione stradale Il deputato ha concluso ricordando l’importanza di istituire una Giornata della memoria delle vittime della strada.

Il volume è strutturato come un vero e proprio dizionario, diviso in 40 schede, ordinate alfabeticamente, scritte da autori italiani e di altri Paesi europei. Inoltre, altre 40 pagine di analisi, strategie, obiettivi sul Decennio d’Azione per la Sicurezza Stradale 2011-2020. Obiettivo è la riduzione del 50% dei morti.

Un ricco calendario estivo a Tarquinia

E-mail Stampa PDF

Musica, cinema, teatro, buona tavola e tanto altro ancora: sono questi gli elementi salienti del calendario delle manifestazioni estive.

"Slow food Village", la cittadella del gusto a Viterbo

E-mail Stampa PDF

Laboratori del gusto con prodotti locali e di altre regioni. Degustazioni guidate di vini, birre e cibi dall’Italia. Show cooking a fine serata per concludere in bellezza.

Ad Allumiere "La Festa del vino e dell'arrosticino"

E-mail Stampa PDF

Torna ad Allumiere "La Festa del vino e dell'arrosticino", in programma dal 26 al 28 giugno nella splendida cornice dei Monti della Tolfa (a soli 15 km da Civitavecchia).

Pag 4 di 42