Thursday, Aug 06th

Last update07:42:55 AM GMT

Sei qui: Camminitaliani.it Eventi e Convegni

Camminitaliani.it

Secondo corso di formazione SPISA-Urban@it

E-mail Stampa PDF

Sta per partire il secondo corso di formazione della SPISA, in collaborazione con Urban@it, dal titolo "Le nuove funzioni di area vasta di province e città metropolitane: governo del territorio, ambiente, pianificazione strategica e sviluppo locale" rivolto ad amministratori e dipendenti di comuni, regioni e di altre amministrazioni pubbliche, ma anche a dirigenti o dipendenti di enti e società pubbliche operanti in ambito locale, per un massimo di 60 partecipanti.

La Scuola di Specializzazione in Studi sull'Amministrazione Pubblica dell'Università di Bologna prevede, per questa seconda edizione, cinque giornate di 6/7 ore ciascuna, per una durata complessiva di 32 ore.

In continuità e a completamento del primo Corso SPISA-Urb@nit sulle Città metropolitane, questa edizione intende fornire le giuste chiavi di lettura per interpretare e conoscere appieno il nuovo fenomeno del governo dell’area vasta. Si mira a studiare il complesso processo di ridisegno e riordino delle c.d. funzioni di area vasta e della conseguente riorganizzazione di beni, risorse e personale, come stabilito dalla l.n. 56/2014 unitamente alla creazione di un nuovo livello di governance territoriale costituito dalle Città metropolitane.

Le giornate saranno divise per moduli tematici in cui saranno approfonditi i settori dell'organizzazione e delle risorse, del personale e della pianificazione strategica, senza sottovalutare la pianificazione urbanistica, la tutela dell’ambiente e la difesa di suolo e, infine, i temi della mobilità e delle infrastrutture.

Le iscrizioni scadono il giorno 11 settembre 2015.

Per le procedure di iscrizione consultare il sito internet del corso: http://www.spisa.unibo.it/eventi/corso-di-formazione-le-nuove-funzioni-di-area-vasta-di-province-e-citta-metropolitane-governo-del-territorio-ambiente-pianificazione-strategica-e-sviluppo-locale

Dizionario della Sicurezza Stradale: obiettivo riduzione 50% della mortalità sulle strade

E-mail Stampa PDF

È stato presentato nella sala Cenacolo della Camera dei Deputati il “Dizionario della sicurezza stradale”. Il libro è nato da un’idea della Fondazione Luigi Guccione, Ente Morale per le Vittime della Strada, che da anni si impegna per ridurre del 50% la mortalità sulle strade entro il 2020. Termine fissato dalla Fondazione e dalle organizzazioni internazionali in materia, che hanno indetto il periodo 2011-2020 come secondo “decennio della sicurezza stradale”.

Nel primo decennio di lotta all’insicurezza stradale (2001-2010) è stato registrato un calo del 42% di morti sulle strade italiane: dai 7.096 morti del 2001 ai 4.114 del 2010. I dati sulla rilevazione stradale sono stati forniti dalla responsabile Servizio salute, responsabilità e accoglienza dell’ISTAT, Silvia Bruzzone, che ha sottolineato come questi numeri siano direttamente collegati ad un calo sensibile dei consumi di carburanti dal 2008 al 2013. Per l’esattezza, un calo della produzione di benzina del 50,8% tra il 2002-2014. Relativamente ai dati dell’incidentalità tra il 2013 e il 2014, il calo risulta pari a -1,6%.

Il Presidente della Fondazione, Giuseppe Guccione, ha espresso la necessità di presentare una proposta di legge in cui le vittime della strada siano riconosciute quali “vittime di reato stradale”, ribadendo inoltre l’importanza della direttiva 29/2012 sulle vittime di reato. «Un aspetto rilevante su cui sarebbe necessario intervenire è la questione legata ai finanziamenti e ai controlli, che in Italia sono fermi a un milioni e mezzo, rispetto ai sette milioni della Francia, ai dieci milioni investiti in Germania». Necessario, per Guccione anche una revisione del codice della strada, relativamente ai limiti di velocità e al valore limite legale del tasso di alcolemia.

Nel corso dell’iniziativa è intervenuto l’On. Emiliano Minnucci, il quale ha sottolineato l’importanza della dimensione associativa: «In questo anno di lavoro da parlamentare ho avuto modo di scoprire un mondo interessante legato alla dimensione associativa: vera e propria rete di rappresentanza forte della società civile, tra cui va menzionata l’Associazione famigliari vittime della strada. Minnucci ha proseguito menzionando i punti di maggior rilievo, che costituiranno oggetto di lavoro della Commissione nei prossimi mesi: «Sulla base di uno studio sul tema della sicurezza stradale condotto in quest’ultimo periodo, si può dedurre che vi sono essenzialmente due piani cui tener conto: un primo legato alle risorse economiche e un secondo legato alla parte normativa, due argomenti prioritari. Il lavoro della Commissione parlamentari verterà verso la traduzione e il recepimento della direttiva 29/2012 nell’ordinamento nazionale, da portare a termine entro il prossimo novembre. Vorrei dare concretezza – ha proseguito Minnucci - all’idea di definire una grande Conferenza nazionale, promossa dal Ministero delle Infrastrutture, che faccia assurgere non solo il tema in sé, ma riesca a darne la giusta risonanza mediatica e mettendo in rete tutti i soggetti. Credo che da parte delle forze parlamentari ci sia la massima disponibilità a fare un lavoro congiunto e unitario». Minnucci ha fatto presente la necessità di concertare, d’accordo con i comuni, una «via d’uscita» nella questione dei proventi delle sanzioni amministrative, che andrebbero reinvestiti nella sicurezza e manutenzione stradale Il deputato ha concluso ricordando l’importanza di istituire una Giornata della memoria delle vittime della strada.

Il volume è strutturato come un vero e proprio dizionario, diviso in 40 schede, ordinate alfabeticamente, scritte da autori italiani e di altri Paesi europei. Inoltre, altre 40 pagine di analisi, strategie, obiettivi sul Decennio d’Azione per la Sicurezza Stradale 2011-2020. Obiettivo è la riduzione del 50% dei morti.

Un ricco calendario estivo a Tarquinia

E-mail Stampa PDF

Musica, cinema, teatro, buona tavola e tanto altro ancora: sono questi gli elementi salienti del calendario delle manifestazioni estive.

"Slow food Village", la cittadella del gusto a Viterbo

E-mail Stampa PDF

Laboratori del gusto con prodotti locali e di altre regioni. Degustazioni guidate di vini, birre e cibi dall’Italia. Show cooking a fine serata per concludere in bellezza.

Ad Allumiere "La Festa del vino e dell'arrosticino"

E-mail Stampa PDF

Torna ad Allumiere "La Festa del vino e dell'arrosticino", in programma dal 26 al 28 giugno nella splendida cornice dei Monti della Tolfa (a soli 15 km da Civitavecchia).

Corso pratico di allevamento di Api Regine al Museo naturalistico di Lubriano

E-mail Stampa PDF

Il museo naturalistico di Lubriano, in collaborazione con la scuola di Apicoltura "Michener" e con l'Arp (agenzia regionale per i parchi), organizza il 27 e il 28 giugno 2015 un corso pratico per l'allevamento di Api Regine.

IV Incontro Nazionale dei Giornali Pro Loco: "Comunicazione locale e cittadinanza attiva"

E-mail Stampa PDF

Nel fine settimana del 20 e 21 giugno prossimo la città di Ruvo di Puglia, ospiterà con grande onore il IV convegno nazionale dei giornali editi delle Pro Loco d'Italia (G.E.P.L.I.) dal tema "Comunicazione locale e cittadinanza attiva".

Un corso di formazione sull'anticorruzione nelle partecipate

E-mail Stampa PDF

L’Agenzia per l’Innovazione nell’Amministrazione e nei Servizi Pubblici Locali, società accreditata per la formazione professionale continua e superiore presso la Regione Marche, è lieta di proporvi una iniziativa che tratterà il tema de "L’APPLICAZIONE DELLA DISCIPLINA SULL’ANTICORRUZIONE NEGLI ENTI PRIVATI A PARTECIPAZIONE PUBBLICA:DISCIPLINA E GESTIONE DEI PIANI ANTICORRUZIONE (con novità L. 114/2014 e delibere ANAC 2015).

Allegati:
Scarica questo file (anticorruzione partecipate.pdf)anticorruzione partecipate.pdf[ ]1303 Kb

"Sagra del Maccarone" a Canepina: tra cucina, musica e cultura

E-mail Stampa PDF

Tutto pronto per la terza edizione della Sagra del Maccarone, il noto fieno di Canepina, che si terrà nel centro cimino dal 19 al 21 giugno.

Pag 5 di 43