Perchè questo gioco non è divertente...

Stampa

IL RUOLO DELLE ISTITUZIONI NELLA LOTTA AL GIOCO D'AZZARDO PATOLOGICO - 15 DICEMBRE 2014, FORMIA

Lunedì 15 dicembre, a partire dalle ore 10.30, la Sala Consigliare del Comune di Formia si trasformerà in una tavola rotonda dove il mondo delle Istituzioni, dell'associazionismo e della società civile si confronteranno sul tema del gioco d'azzardo. Legautonomie è impegnata da tempo, in collaborazione con Terre di Mezzo, a promuovere l'adesione da parte degli Enti Locali al Manifesto degli amministratori a contrasto del gioco d'azzardo, con l'obiettivo di contrastare una pratica che sempre più sta prendendo piede nel nostro Paese tanto da contare 800.000 giocatori definiti “problematici”, cioè a rischio dipendenza dal gioco d’azzardo, e 15 milioni di giocatori abituali di cui 3 milioni a rischio patologico.

Il Manifesto dei sindaci per la legalità e contro il gioco di azzardo che Legautonomie Lazio sta promuovendo sull'intero territorio regionale è innanzitutto uno strumento di sensibilizzazione contro una pratica che preoccupa molto le amministrazioni locali proprio per le ricadute sociali, relazionali ed economiche, sulle proprie comunità.
L'iniziativa si svolgerà a Formia, Comune che da un anno e mezzo ha manifestato la sua sensibilità alla problematica, tanto tanto da adottare un regolamento ad hoc per disciplinare le sale da gioco e gli stessi giochi leciti.
L'appuntamento, dunque, è per lunedì 15 dicembre, ore 10.30 presso la Sala Consigliare del Comune di Formia (via Vitruvio, 190).

 

1 dicembre 2014