Cammini Italiani: i pellegrini d'Europa si incontrano in Campidoglio

Stampa

Si sono dati appuntamento in Campidoglio i pellegrini provenienti dalla Norvegia e transitati da Assisi con la staffetta "Da Francesco a Francesco", partita lo scorso 4 ottobre. L'incontro "Cultura, spiritualità e accoglienza" del 15 ottobre in Campidoglio ha rappresentato il traguardo di un cammino intrapreso più di un anno fa dall'Unione Nazionale delle Pro Loco con "Le Settimane dei Cammini italiani": una serie di iniziative per riscoprire le Vie Francigene che attraversano 18 regioni italiane e fanno da raccordo tra il nord Europa e Gerusalemme. Più di cinquanta i pellegrini del 'Pilgrim Crossing Borders', in cammino per oltre 4000 km dalla Norvegia attraverso l'Europa fino a Santa Maria di Leuca, e della staffetta "Da Francesco a Francesco" - da Assisi a Roma, sostenuta dalle Pro Loco. La staffetta, quest'anno alla sua seconda edizione, ha abbracciato in chiusura tutti gli eventi de "Le Settimane dei Cammini Italiani" che «stanno contribuendo alla riscoperta di queste importanti realtà che attraversano tutto il territorio italiano» ha detto il Presidente Unpli, Claudio Nardocci, aggiungendo: «il progetto potrà indubbiamente contribuire a risolvere il problema dei borghi italiani a rischio spopolamento».

Al dibattito sono intervenuti Claudio Nardocci, Presidente Unpli; Bruno Manzi, Presidente Legautonomie Lazio; Paolo Piacentini, MIBACT; Alberto Alberti, Presidente Gruppo dei Dodici; Roberto Valentini, Presidente Via Romea Germanica; Massimo Tedeschi, Presidente AEVF; Ambra Garancini, Presidente Rete dei Cammini; Mons. Mario Lusek, Conferenza Episcopale; Nicola Maccanico, vice Presidente Civita.