Tuesday, Nov 24th

Last update08:36:01 AM GMT

Sei qui: Eventi e Convegni

Dipartimento Europa

Commissione Europea, online la strategia Ondata di ristrutturazioni

E-mail Stampa PDF

La Commissione europea ha pubblicato ieri un comunicato stampa sulla strategia 'Ondata di ristrutturazioni' per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici. La Commissione punta almeno a raddoppiare i tassi di ristrutturazione nei prossimi dieci anni per ridurre il consumo di energia e risorse negli edifici: migliorerà così la qualità della vita delle persone che vi abitano e li usano, diminuiranno le emissioni di gas serra rilasciate in Europa, la digitalizzazione farà un salto in avanti e s'intensificheranno il riutilizzo e il riciclaggio dei materiali. Entro il 2030 potrebbero essere ristrutturati 35 milioni di edifici e creati fino a 160 000 nuovi posti di lavoro verdi nel settore edile.

Gli edifici consumano circa il 40 % dell'energia e rilasciano il 36 % delle emissioni di gas serra dell'UE, ma ogni anno solo l'1 % è sottoposto a lavori di ristrutturazione a fini di efficientamento energetico: è perciò indispensabile mettere in campo interventi efficaci per rendere l'Europa climaticamente neutra entro il 2050. Considerato che quasi 34 milioni di europei non possono permettersi di riscaldare adeguatamente le loro abitazioni, le politiche pubbliche che promuovono l'efficienza energetica mediante la ristrutturazione sono anche una risposta alla povertà energetica, un sostegno alla salute e al benessere delle persone vulnerabili e un aiuto a ridurre le bollette dell'energia. La Commissione ha pubblicato oggi anche una raccomandazione destinata agli Stati membri sulla lotta alla povertà energetica.

Così si è espresso Frans Timmermans, Vicepresidente esecutivo responsabile per il Green Deal europeo: "Vogliamo che in Europa tutti possano illuminare la propria casa, riscaldarla o raffrescarla senza rovinarsi né rovinare il pianeta. L'ondata di ristrutturazioni migliorerà i luoghi in cui lavoriamo, viviamo e studiamo, riducendo nel contempo il nostro impatto sull'ambiente e creando posti di lavoro per migliaia di europei. Se vogliamo ricostruire meglio servono costruzioni migliori."

La Commissaria per l'Energia Kadri Simson ha dichiarato: "La ripresa verde comincia da casa. Con questa iniziativa affronteremo i numerosi ostacoli che oggi rendono la ristrutturazione complessa, costosa e lenta, frenando molti interventi necessari. Proporremo modi migliori per misurare i benefici della ristrutturazione, standard minimi di prestazione energetica, finanziamenti UE più consistenti e maggiore assistenza tecnica, incoraggeremo i mutui verdi e sosterremo l'aumento della quota di rinnovabili nel riscaldamento e nel raffrescamento: tutti elementi che creeranno un nuovo contesto per i proprietari di abitazioni, i locatari e le autorità pubbliche.

La strategia darà priorità a tre settori: decarbonizzazione del riscaldamento e del raffrescamento; lotta alla povertà e all'inefficienza energetiche; ristrutturazione di edifici pubblici quali scuole, ospedali e uffici. La Commissione propone di eliminare gli ostacoli esistenti lungo la catena di ristrutturazione — dalla concezione del progetto al suo finanziamento fino al completamento dei lavori — con una serie di misure politiche, strumenti di finanziamento e dispositivi di assistenza tecnica.

Le azioni principali della strategia consistono nel:

rafforzare le norme, gli standard e le informazioni sulle prestazioni energetiche degli edifici per fornire al settore pubblico e privato un incentivo più forte a ristrutturare, anche introducendo gradualmente standard minimi obbligatori di prestazione energetica per gli edifici esistenti, aggiornando le norme per gli attestati di prestazione energetica ed estendendo eventualmente gli obblighi di ristrutturazione del settore pubblico;

assicurare l'accesso a finanziamenti mirati, in particolare attraverso le iniziative faro "Renovate" e "Power Up" del dispositivo per la ripresa e la resilienza nel quadro di NextGenerationEU, semplificare le regole per combinare vari flussi di finanziamento e offrire molteplici incentivi per i finanziamenti privati;

aumentare le capacità necessarie a preparare e attuare i progetti di ristrutturazione, dall'assistenza tecnica prestata alle autorità nazionali e locali alla formazione e allo sviluppo di competenze per chi occuperà i nuovi posti di lavoro verdi;

espandere il mercato dei prodotti e dei servizi sostenibili da costruzione, anche integrando nuovi materiali e soluzioni basate sulla natura e rivedendo la legislazione sulla commercializzazione dei prodotti da costruzione e gli obiettivi di riutilizzo e recupero dei materiali;

creare una nuova Bauhaus europea, vale a dire un progetto interdisciplinare codiretto da un comitato consultivo di esperti esterni tra i quali figureranno scienziati, architetti, designer, artisti, urbanisti ed esponenti della società civile. Da qui all'estate 2021 la Commissione condurrà un ampio processo partecipativo che sfocerà nella creazione, nel 2022, della rete delle prime cinque Bauhaus in diversi paesi dell'UE;

sviluppare soluzioni di prossimità in modo che le comunità locali integrino rinnovabili e digitale e si creino così distretti a energia zero in cui i consumatori diventano prosumatori che vendono energia alla rete. La strategia include anche un'iniziativa volta a promuovere alloggi a prezzi accessibili per 100 distretti.

La Commissione riesaminerà la direttiva sulle rinnovabili nel giugno 2021 valutando se rafforzare l'obiettivo di riscaldamento e raffrescamento da fonti rinnovabili e introdurre un livello minimo di energia rinnovabile per gli edifici. Esaminerà inoltre il modo in cui le risorse del bilancio dell'UE, insieme alle entrate del sistema di scambio di quote di emissione dell'UE (EU ETS), potrebbero essere utilizzate per finanziare i regimi nazionali di efficienza e risparmio energetici rivolti alle famiglie a basso reddito. Svilupperà ulteriormente il quadro per la progettazione ecocompatibile così da ampliare l'offerta di prodotti efficienti da impiegare negli edifici e promuoverne l'uso.

L'ondata di ristrutturazioni non si limita a rendere gli edifici esistenti meno energivori e climaticamente neutri, ma è in grado di innescare una grande trasformazione delle nostre città e dell'ambiente edificato. Può quindi essere l'occasione per dare inizio a un processo lungimirante attraverso cui conciliare sostenibilità e stile: come annunciato dalla presidente von der Leyen, la Commissione intende lanciare la nuova Bauhaus europea per coltivare una nuova estetica europea che coniughi prestazioni e inventiva. Vogliamo che tutti possano abitare in ambienti vivibili e, ancora una volta, che l'accessibilità economica si sposi con l'arte, in un nuovo futuro sostenibile.

Contesto

La crisi della Covid-19 ha fatto emergere prepotentemente l'importanza degli edifici nella nostra vita quotidiana, palesandone anche i punti deboli. Durante la pandemia la casa è stata il centro della vita quotidiana di milioni di europei: un ufficio per i telelavoratori, un asilo o un'aula provvisori per i bambini, un luogo di acquisti o intrattenimento online per molti.

Investire negli edifici può dare quell'impulso così necessario al settore delle costruzioni e alla macroeconomia. I lavori di ristrutturazione richiedono molta manodopera, creano posti di lavoro e investimenti spesso radicati in catene di approvvigionamento locali, generano domanda di attrezzature ad alta efficienza energetica, aumentano la resilienza al clima e apportano valore a lungo termine ai beni immobili.

Per abbattere le emissioni di almeno 55 % entro il 2030, come proposto dalla Commissione nel settembre 2020, l'UE deve ridurre le emissioni di gas serra degli edifici del 60 %, il loro consumo energetico del 14 % e il consumo energetico per riscaldamento e raffrescamento del 18 %.

Le politiche e i finanziamenti europei hanno già prodotto effetti positivi sull'efficienza energetica dei nuovi edifici, che oggi consumano solo la metà dell'energia di quelli costruiti più di 20 anni fa; l'85 % degli edifici dell'UE ha però più di 20 anni e l'85-95 % saranno verosimilmente ancora in uso nel 2050, ragion per cui l'ondata di ristrutturazioni è necessaria per adeguarli a standard analoghi.

Bando Ue: salvaguardare la cultura nelle Regioni Ultraperiferiche e nei Paesi d'oltremare dell'Ue

E-mail Stampa PDF

La Commissione europea ha pubblicato un bando per un progetto pilota per promuovere e salvaguardare la cultura nelle Regioni Ultraperiferiche (RUP) e nei Paesi e Territori d’Oltremare dell’UE (PTOM).

Il bando punta ad integrare il programma “Europa Creativa”, il principale strumento di finanziamento UE a sostegno del settore culturale e creativo, in quanto si è constatato che le RUP e i PTOM difficilmente hanno beneficiato delle opportunità di “Europa Creativa”, probabilmente a causa della scarsa conoscenza del programma in questi territori e della limitata capacità di competere per accedere ai finanziamenti.

Con questo bando la Commissione intende quindi selezionare un solo progetto volto a testare un sistema valido ed efficiente per fornire sostegno finanziario ad artisti e a organizzazioni e istituzioni culturali, con l’obiettivo di “salvaguardare, sostenere e promuovere la ricchezza culturale delle Regioni Ultraperiferiche e dei Paesi e Territori d’Oltremare”.

Il progetto dovrebbe pertanto contemplare il lancio e la gestione di call for projects volte a supportare almeno 45 progetti per massimo 20.000 € ciascuno, nonché fornire alla Commissione raccomandazioni su come sostenere efficacemente la cultura nei territori interessati. In quest’ottica, il progetto dovrà essere orientato ai seguenti obiettivi specifici:

Realizzazione di attività per salvaguardare, sostenere e promuovere la cultura locale e indigena, le arti e le pratiche popolari, la cultura ancestrale nelle RUP e nei PTOM

Lancio di call for projects per finanziare progetti di salvaguardia e promozione della cultura indigena, delle arti e delle tradizioni popolari, contribuendo così a migliorare la conoscenza delle culture locali.

Realizzazione di attività volte a migliorare il dialogo e gli scambi culturali tra le RUP e i PTOM e in tutta l’Unione europea

Lancio di call for projects per finanziare progetti di mobilità e di cooperazione per la promozione, la salvaguardia e il miglioramento della conoscenza delle culture locali delle RUP e dei PTOM.

Realizzazione di attività per promuovere la diffusione di opere culturali e creative

Lancio di call for projects a sostegno dell’organizzazione di piccole mostre e/o spettacoli culturali volti a promuovere la cultura delle RUP e dei PTOM in tali territori e nell’Unione europea continentale.

Analisi e raccomandazioni sulle opportunità di finanziamento per la mobilità degli artisti e/o dei professionisti della cultura.

Sulla base dell’esperienza e degli insegnamenti tratti dall’attuazione del progetto, si dovranno fornire raccomandazioni alla Commissione europea su come sostenere ulteriormente la cultura nelle RUP e nei PTOM attraverso gli strumenti e i programmi UE esistenti.

Possono partecipare al bando organizzazioni senza scopo di lucro, autorità pubbliche a livello nazionale, regionale e locale, università, istituti d’istruzione, centri di ricerca, organizzazioni internazionali stabiliti negli Stati UE, comprese le Regioni Ultraperiferiche, e nei Paesi e Territori d’Oltremare.

Il progetto proposto dovrà avere una durata di 24 mesi e potrà essere cofinanziato fino al 95% dei costi totali ammissibili. Le Commissione Ue ha stanziato per questo bando 1 milione di euro.

La scadenza per la presentazione delle candidature è il 16 novembre 2020.

ALI Lazio: nasce il Dipartimento Europa e Cooperazione Internazionale

E-mail Stampa PDF

L’associazione delle Autonomie Locali del Lazio - ALI Lazio, ha, da oggi, un nuovo Dipartimento dedicato alle politiche europee e alla cooperazione internazionale. Con l’istituzione di questa nuova area tematica, l’associazione potrà garantire ai comuni associati il supporto per l’accesso ai fondi ‘a sportello’, le corrette informazioni sulle opportunità di protagonismo degli enti locali nell’ambito delle politiche europee, la promozione di politiche che supportino le amministrazioni comunali nelle attività di cooperazione internazionale.

A coordinare il dipartimento, ALI Lazio ha designato Carla Amici, componente dell’ufficio di presidenza dell’associazione, che ha commentato: “L’istituzione di questo nuovo dipartimento rappresenta sicuramente un valore aggiunto per l’associazione, che dimostra di saper cogliere le nuove opportunità messe in campo dall’Unione Europea, nonché un’ulteriore garanzia nei confronti dei propri associati fornendo loro gli spunti e i gli strumenti per poter progettare”.

Torna EstiamoInsieme, la rassegna culturale promossa dal municipio Roma I Centro

E-mail Stampa PDF

La Cultura è uno dei pilastri della ripartenza: dal 22 al 27 settembre torna EstiamoInsieme, la Rassegna culturale promossa dal Municipio Roma I Centro, tutte le sere al Parco Teulada.

Un momento per ritrovarsi, con tutta la sicurezza. Ma anche per ridare energia e slancio ad un settore, lo spettacolo dal vivo, profondamente penalizzato dalla pandemia e dal confinamento. Come Municipio Roma I Centro abbiamo voluto sostenere la cultura e gli artisti, progettando un bando per finanziare gli eventi di questa estate così diversa. Vi aspettiamo al Parco Teulada dal 22 al 27 settembre, per riassaporare insieme teatro, musica, danza, negli ultimi giorni d'estate! "Estiamo Insieme"!! Qui il programma completo: https://www.comune.roma.it/web/it/notizia/estiamo-insiemenel-primo-municipio-seconda-parte.page?fbclid=IwAR2r9FR1r3Khfu88oER9x0fRPiipAgXPj8MH9dY_pP-PSBy0obb396iEwGc_

Vivi i parchi del Lazio, sabato al Castello di Santa Severa la giornata conclusiva

E-mail Stampa PDF

Sarà il suggestivo Castello di Santa Severa a ospitare sabato 12 settembre la giornata conclusiva di “VIVI I PARCHI DE LAZIO. Suoni ‘di- vini’ tra le radici della nostra regione”, il viaggio “enologico-musicale” nei Parchi regionali del Lazio, organizzato dall’Assessorato Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali della Regione Lazio con la Direzione Regionale Capitale Naturale, Parchi e Aree Protette, in collaborazione con AIS Lazio – Associazione Italiana Sommelier.

“E’ stata una estate diversa sicuramente, ma bellissima e ricca di appuntamenti grazie all’impegno della nostra Direzione Capitale Naturale, Parchi e Aree protette, dei Presidenti, Direttori, personale e guardiaparchi di tutti i nostri meravigliosi parchi regionali. Un grazie davvero non solo per l’organizzazione in piena sicurezza di una serie di eventi, diversificati e adatti a tutte e a tutti, ma anche per aver, in corso d’opera, adeguato il programma di appuntamenti alle nuove disposizioni del ministro Speranza e del Governo. Abbiamo voluto vivere insieme un nuovo modo di vivere la socialità in piena sicurezza, che non vuol dire stare da soli ma avere cura e tutela di sé e dell’altro. Chiudiamo al Castello di Santa Severa, luogo per noi simbolico e fiore all’occhiello dell’amministrazione Zingaretti, rendendo omaggio a tutte le nostre splendide aree protette”, spiega l'Assessore Agricoltura, Promozione della filiera e della cultura del cibo, Ambiente e risorse naturali della Regione Lazio, Enrica Onorati.

La giornata sarà animata da un ricco programma di appuntamenti:

- ore 12: apertura dell’area “MERCATO” NATURA IN CAMPO con gli stand delle eccellenze enogastronomiche del Lazio

- dalle ore 16.30 fino al tramonto per gruppi contingentati due visite straordinarie: agli scavi di Pyrgi - un’occasione unica di visitare l’area archeologica aperta per pochissimi giorni in occasione della campagna di scavo dell’Università la Sapienza e il Monumento Naturale di Pyrgi - e alla spiaggia Sabbie Nere del Monumento naturale di Pyrgi a Santa Severa dove si trova uno dei cinque nidi di tartaruga Caretta caretta, monitorati dalla Rete Tartalazio. Mentre presso la Sala Nostromo del Castello ci sarà la proiezione delle immagini di 60 tartarughe Caretta caretta nate sulla spiaggia di Fondi - attività della Rete Tartalazio.

- ore 16.30-18.30 I Laboratori della natura (ogni ora partirà un gruppo di ragazzi alla scoperta della natura): “A ognuno il suo, chi mangia cosa” e “Preda e predatore: ruoli e catene alimentari nel mondo naturale.”

- ore 18.30 - 19.30 Cortile della Rocca: TALK “RACCONTI DI VINO: LE ECCELLENZE VITIVINICOLE DEL LAZIO”. Un racconto condotto dal giornalista Rai Gianluca Semprini, ritmato a varie tappe (e con tanti aneddoti) sui vitigni e le produzioni nel Lazio A cura di AIS Lazio - Associazione Italiana Sommelier. L’evento è a inviti e destinato a max 40 persone.

- ore 21.00 il concerto ¡AQUÍ ME ENCUENTRO! di Matteo D’Agostino. Interpreti Matteo D’Agostino (guitarra flamenca), Luca Caponi (cajón set), Lara Ribi-chini (baile), Jose Salguero (cante). !Aquí Me Encuentro¡ è il primo CD da solista di Matteo D’Agostino, l’artista che sta rivoluzionando l’approccio al Flamenco nel nostro Paese, contribuendo alla conoscenza presso il grande pubblico di un genere che non si identifica solo con il baile (danza) e con il cante (canto rotto e struggente), ma soprattutto con il suono setoso ed elegante della chitarra flamenca.

Lo spettacolo é a numero chiuso, per max 100 persone, con prenotazione obbligatoria al link: https://tinyurl.com/santasevera. L’evento si inserisce nel programma della giornata conclusiva di “VIVI I PARCHI DEL LAZIO Insieme, sicuri”, rassegna promossa in tutte le aree protette della Regione e che ha visto la partecipazione di migliaia di famiglie.

Spettacoli dal vivo, approvate le graduatorie della Regione Lazio

E-mail Stampa PDF

Verranno finanziati i 18 progetti annuali e triennali che erano risultati idonei ma non ammessi a finanziamento nell’Avviso pubblico relativo alla concessione di contributi per lo Spettacolo dal vivo. Lo scorrimento della graduatoria è stato pubblicato oggi sul BURL regionale.

Ciò è stato possibile grazie a un ulteriore stanziamento di circa 520 mila euro, che va a sommarsi alla dotazione iniziale di 1,4 milioni di euro.

Dal teatro, alla musica alla danza, in tutto sono dunque 67 i progetti finanziati dal FUS regionale. Tutte le attività si svolgeranno nel pieno rispetto del principio del distanziamento sociale, in conformità con le disposizioni vigenti, e potranno essere realizzate anche in modalità digitale, grazie all’impiego delle nuove tecnologie.

I 18 NUOVI PROGETTI AMMESSI A FINANZIAMENTO

Annuali:

1. “Romeo e Giulietta negli Ater” - Progetto Goldstein cultura

2. “Giannino Stoppani in arte Burrasca” - Associazione Settimo Cielo

3. “Momo e la città senza nome” - Khora S.R.L.

4. “Lampedusa Beach” - I due della Città del Sole S.R.L.

5. "LE NUVOLE" di Aristofane - Associazione Culturale Castalia

6. “Giusto la Fine del Mondo” - Argot Società Cooperativa a Responsabilità Limitata

7. “La musica, tutto intorno a te” - Associazione Roma Tre Orchestra

8. “Il teatro va a scuola” - Istituto comprensivo ROSMINI

9. “GeoRisonanze” - I.C. Virgilio MIUR

10. “Progetto NEXT” - Daf Società Sportiva Dilettantistica A R.L.

Triennali:

1. “Premi Tuttoteatro.com 2020” - Tuttoteatro.com Associazione Culturale

2. “Tuscia in Jazz Festival 2020/22” - Associazione Jazz in Italy

3. “Una striscia di terra feconda' festival franco italiano di jazz e musiche improvvisate - XXIII edizione” - Associazione Culturale Teatro dell’Ascolto

4. “MArteLive” - Associazione Procult Cultura

5. “Via di Banda Festival Internazionale” – Comune di San Donato Val di Comino

6. Programmazione 2020 – La Fabbrica dell’Attore Società Cooperativa

7. “Teatrini viaggianti” - Arciragazzi Comitato di Roma

8. “Recitargiocando” – Ass. cult. Psicoanalisi Contro Comp. teatrale Sandro Gindro

Cultura, R-Estate a Tor Bella: il 13 luglio inaugurazione Arena cinematografica

E-mail Stampa PDF

Torna dal 13 al 26 luglio a Piazza Castano “R-Estate a Torbella - Notti di cinema in piazza”, l’arena cinematografica all’aperto promossa dall’Osservatorio per la Legalità e la Sicurezza e dall’Assessorato alle Pari Opportunità e Turismo della Regione Lazio, Alice nella città che curerà la direzione artistica, Libera, ABC, Tor Più Bella, Every Child is My Child onlus, Zalib, Emergency, con il patrocinio del Municipio VI di Roma Capitale ed il supporto di Mibact e Miur.

Attraverso il cinema, l’iniziativa vuole proporre una nuova fruizione dello spazio pubblico di Tor Bella Monaca, restituendolo alla sua funzionalità di luogo di incontro, socialità e condivisione in grado di restituire ai cittadini fiducia nella legalità e nella bellezza. La programmazione cinematografica e i laboratori che precederanno la proiezione dei film sono stati condivisi con le tante associazioni che animano quotidianamente il territorio di Tor Bella Monaca, con l’Istituto Comprensivo “Francesca Morvillo”, il Booklet “Le Torri” e Andrea Satta con le “Mamme Narranti”

“Il nostro obiettivo è quello di sostenere i tanti testimoni di bellezza che quotidianamente agiscono per trasformare il loro quartiere, attraversato da manifestazioni di degrado e spaccio di droga, in un luogo che illumina la speranza di giustizia e libertà” dichiara Gianpiero Cioffredi, Presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio.

“Promuovere serate di cinema in periferia, oltre il GRA, a Tor Bella Monaca, con artiste e artisti di fama internazionale, coinvolgendo le associazioni e i cittadini del quartiere, è un segnale di forte vicinanza nei confronti di chi combatte ogni giorno contro la criminalità, per una società libera dalla droga e con pari opportunità per tutte e tutti. Nei prossimi mesi promuoveremo altre iniziative tutte animate dallo stesso spirito”, così Giovanna Pugliese Assessora alle Pari Opportunità della Regione Lazio.

L'Arena verrà inaugurata il 13 luglio dal regista Claudio Giovannesi che presenterà "Fiore", il 14 luglio sarà invece il turno di Paola Cortellesi e Riccardo Milani che accompagneranno la commedia record di incassi "Come un gatto in tangenziale". Il 15 luglio sarà ospite Antonia Truppo per il film “Lo chiamavano Jeeg Robot”, Paola Minaccioni il 16 luglio per Every Child Is My Child introdurrà il film "Zanna Bianca", mentre il 19 luglio per la ricorrenza dell’anniversario della morte di Paolo Borsellino il regista Marco Amenta presenterà il film "La Siciliana Ribelle" sulla vita di Rita Atria. Il 20 luglio gli sceneggiatori e le protagoniste femminili Silvia D'Amico e Roberta Mattei accompagneranno la proiezione di "Non essere Cattivo" l'ultima opera del maestro Claudio Caligari. Il 21 sarà la volta di Agostino Ferrente reduce dalla vittoria al David di Donatello con “Selfie” mentre nella seconda parte della rassegna interverranno il 23 luglio Anna Foglietta presidente di Every Child Is My Child per introdurre "La canzone del mare" mentre Dario Albertini il 25 luglio introdurrà il suo acclamato esordio "Manuel".

Tutte le proiezioni saranno anticipate da alcune sequenze dei film con le musiche di Ennio Morricone per rendere omaggio al grande Maestro appena scomparso.

Di seguito il programma completo delle proiezioni: 13 luglio, ore 21.00, FIORE/Regia di Claudio Giovannesi, 14 luglio, ore 21.00, Come un gatto in tangenziale/regia di Riccardo Milani,

15 luglio, ore 21.00, LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT/ Regia di Gabriele Mainetti,

16 luglio, ore 21.00, ZANNA BIANCA/ Regia di Alexandre Espigares, 80' 17 luglio, ore 21.00, TORO SCATENATO/ Regia di Martin Scorsese,18 luglio, ore 21.00, LA DONNA ELETTRICA/ Regia di Benedikt Erlingsson,19 luglio, ore 21.00, LA SICILIANA RIBELLE / Regia Marco Amenta, 20 luglio, ore 21.00, NON ESSERE CATTIVO/ Regia di Claudio Caligari,21 luglio, ore 21.00, SELFIE/ Regia di Agostino Ferrente,22 luglio, ore 21.00, GATTA CENERENTOLA/ Regia di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone,23 luglio, ore 21.00, LA CANZONE DEL MARE/ Regia di Tomm Moore, 24 luglio, ore 21.00, TOR BELLA MIA/ Regia di di Elisabetta Angelillo con gli studenti dell'IIS “Edoardo Amaldi”, e TUTTE STORIE NECESSARIE/Regia di di Simone Amendola, 25 luglio, ore 21.00, MANUEL /Regia di Dario Albertini, 26 luglio, ore 21.00, DIAMANTE NERO / Regia di Céline Sciamma.

L’Arena è organizzata nel rigoroso rispetto delle disposizioni di sicurezza anticovid e il programma di film, laboratori e ospiti della manifestazione potrà essere seguito sulla pagina Facebook “Restate a Tor Bella”.

Regione, domenica 17 novembre apertura straordinaria dimore storiche del Lazio

E-mail Stampa PDF

Dopo il successo dell’ultima edizione, domenica 17 novembre torna l’appuntamento della Regione Lazio con la Giornata di apertura straordinaria delle Dimore storiche per offrire a tutti l’opportunità di visitare gratuitamente l’immenso patrimonio di dimore, ville, parchi e giardini storici del territorio, decine di luoghi di grande fascino e incanto che arricchiscono tutte le province del Lazio.

Con la Rete delle Dimore storiche, la Regione Lazio ha avviato un grande progetto di valorizzazione dello straordinario patrimonio storico, paesaggistico e architettonico dei propri territori per costruire e sviluppare un nuovo modello di turismo sostenibile e competitivo. Dal 2017, anno della sua nascita, la Rete continua ad allargarsi: ad oggi sono 137 i siti coinvolti tra castelli e complessi architettonici, monasteri, chiese e conventi, palazzi e dimore storiche, parchi e casali. Luoghi straordinari, capolavori dell’arte e dell’architettura spesso poco conosciuti dal pubblico.

“Un patrimonio di bellezza che la Regione Lazio sostiene non soltanto grazie allo stanziamento di importanti risorse per opere di recupero e manutenzione, ma anche attraverso progetti di promozione come le Giornate di apertura straordinaria delle Dimore Storiche, iniziativa che ha riscontrato sin da subito il favore del pubblico, facendo registrare nel corso dell’ultima apertura straordinaria, dal 25 al 28 aprile, ben 40.000 visitatori. Domenica 17 novembre sarà possibile visitare gratuitamente 70 siti nelle 5 province del Lazio, una ricchezza immensa a disposizione di cittadini e turisti”, spiega il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

L’iniziativa è realizzata con il supporto di Lazio Innova e la collaborazione di I.R.Vi.T. – Istituto Regionale Ville Tuscolane, l’Associazione Dimore Storiche Italiane e l’Associazione Parchi e Giardini d’Italia.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti ma orari e modalità di visita sono differenti.

Tutte le informazioni più dettagliate sul sito www.retedimorestorichelazio.it


Cultura, Regione Lazio: al via l'iniziativa 'CinemaCotral'

E-mail Stampa PDF

La Regione Lazio, impegnata negli ultimi anni nella diffusione capillare della cultura cinematografica in tutto il territorio, ha deciso di inaugurare una nuova rassegna cinematografica “on the road” con la direzione artistica di Alice nella Città. L’iniziativa “CinemaCotral”, ideata dai ragazzi del Piccolo Cinema America e realizzata da Cotral, società partecipata della Regione, coinvolgerà dal 20 luglio al 6 agosto 8 comuni delle 5 province che saranno illuminati grazie all’arrivo di un bus Cotral con la proiezione dei film in piazza.

“In questi anni abbiamo portato avanti un grande lavoro per valorizzare il cinema e per contribuire a costruire una collettività di cittadini consapevoli, attivi, curiosi gli uni degli altri, sereni. Abbiamo reso il Lazio la seconda regione d’Europa per produzione cinematografica. Ora, con “CinemaCotral” l’obiettivo è portare il cinema dove il cinema non c’è con un bus Cotral, mezzo anche rappresentativo della rigenerazione dell’amministrazione regionale a cui abbiamo lavorato in questi anni”, spiega il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Un programma cinematografico dedicato a grandi storie ambientate lungo la strada, viaggi indimenticabili, capaci di cambiare per sempre la vita di chi li affronta.

Un’arena gratuita che ospiterà nelle piazze alcuni dei successi delle passate stagioni: cinema indipendente, cult d'autore e grandi classici per tutte le età selezionati tra gli autori che hanno deciso di centrare il proprio racconto sui ragazzi, ma anche alcuni film scritti e pensati per un pubblico ampio. Presentazioni speciali e incontri introdurranno ogni data e coinvolgeranno anche le associazioni di giovani presenti sul territorio a rappresentare un punto di riferimento culturale imprescindibile per la riuscita del progetto.

Il primo evento è previsto il 20 luglio: il cinema su quattro ruote arriverà in Piazza della Repubblica a Genazzano dove sarà proiettato “Sing Street” scritto e diretto da John Carney. Proseguirà poi alla volta di Capena il 23 luglio con il film “Il padre d’Italia” di Fabio Mollo, mentre il 24 luglio verrà proiettato per i più piccoli “Sasha e il Polo Nord” di Rémi Chayé. A Magliano in Piazza Garibaldi il 25 luglio si farà tappa con “Captain Fantastic” diretto da Matt Ross con uno straordinario Viggo Mortensen e il 26 con “Visage Villages” di Agnès Varda e JR. Il bus toccherà poi Cittaducale dove porterà il 27 luglio l’animazione “La Canzone del Mare” di Tomm Moore e il 28 luglio la favola nera di due adolescenti “Fiore Gemello” di Laura Luchetti. Poi ancora a Vallerano dove il 29 luglio verrà proiettato “Basilicata Coast to Coast” diretto da Rocco Papaleo e il 30 luglio “Sasha e il Polo Nord”. Il bus toccherà, poi, Pontinia portando in piazza Indipendenza il 31 luglio ancora “Sing Street” e il 1 agosto “Priscilla la regina del Deserto” di Stephan Elliott. Il tour proseguirà ad agosto con le ultime due tappe: Paliano il 2 agosto con “Song of the sea” film di animazione diretto da Tomm Moore e il 3 agosto “Basilicata Coast to Coast” e Montalto di Castro con “Fiore Gemello” il 5 agosto e “Captain Fantastic” il 6 agosto.

Ad accompagnare alcune proiezioni in programma, in particolare quelle rivolte ai più piccoli, anche gli artisti di Everchild is my child la onlus presieduta dall’attrice Anna Foglietta.

Pag 1 di 44