Sunday, Mar 07th

Last update09:11:46 AM GMT

Sei qui: News

News

Corte dei Conti, nella sentenza i chiarimenti sulla contabilità pubblica

E-mail Stampa PDF

Il Consiglio delle autonomie locali (CAL) del Lazio ha trasmesso alla Sezione una richiesta di parere, presentata dalla sindaca del Comune di Roma Capitale, avente ad oggetto l'interpretazione dell'art. 194 TUEL in tema di termini fuori bilancio. La richiesta pone due quesiti riguardanti la possibilità, da parte di un ente locale, di riconoscere, ai sensi dell'art. 194 TUEL, debiti fuori bilancio originati da sentenze e da provvedimenti di condanna emessi nei confronti di una società in house strumentale.

Scarica la sentenza in allegato.

Agricoltura Lazio: altri due vitigni entrano nel registro nazionale su proposta di Arsial

E-mail Stampa PDF

Altri due vitigni laziali entrano nel registro nazionale: il Raspato nero e la Reale bianca, entrambe originari dei Monti Aurunci, sono stati infatti iscritti dal Mipaaf nel Registro nazionale delle varietà di vite (RNVV) su proposta di Arsial – Agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura del Lazio, al termine di un percorso di circa 5 anni.

Con queste due ultime iscrizioni, salgono a cinque i vitigni autoctoni inseriti nel registro nazionale in meno di un anno e la Regione Lazio continua ad incrementare la propria piattaforma ampelografica, che oggi conta su 82 vitigni, 35 dei quali autoctoni.

Tutti e due i vitigni, censiti e inscritti da Arsial nel Registro volontario regionale delle risorse genetiche a rischio erosione (RVR) che tutela l’agrobiodiversità regionale laziale, sono oramai da tempo, esempi di biodiversità salvaguardata.

L’iscrizione di Raspato nero e Reale bianca nel Registro nazionale delle varietà di vite è soltanto l’ultimo tassello di un percorso che vede Arsial impegnata nel processo di diversificazione della filiera vitivinicola regionale, con l’obiettivo di caratterizzare la base ampelografica regionale con vitigni autoctoni identitari e di garantirne la vinificazione nel rispetto delle normative nazionali e comunitarie.

“Il vino, da sempre, è un prodotto d’eccellenza. Un veicolo promozionale attraverso il quale trasmettere l’essenza di un territorio e la sua cultura, ma è anche uno straordinario acceleratore di sviluppo, capace di generare economia virtuosa, coniugando enogastronomia, sostenibilità e salvaguardia della biodiversità. Oggi più che mai, riscoprire un antico vitigno e promuoverne la coltura, significa investire sulle possibilità di un territorio, valorizzando tutte quelle componenti, comprese la dimensione agro-ambientale e quella turistico-culturale, che lo rendono unico, attrattivo e originale” – dichiara il Presidente di Arsial, Mario Ciarla.

Il ruolo dei comuni nel piano di vaccinazioni nel Lazio

E-mail Stampa PDF

 

Di Bruno Manzi*

 

In questi giorni nel Lazio ha preso il via la fase 3 del piano vaccinale anti-Covid19, che vedrà fino al mese di aprile le vaccinazioni degli anziani over 80 anni e, successivamente, per gli over 70 e i soggetti fragili. Parallelamente, è stata avviata la somministrazione del vaccino Astazeneca al personale medico di libera professione che non appartiene al servizio sanitario per proseguire con gli insegnanti, le forze dell’ordine, gli operatori delle carceri e il personale di altri servizi essenziali come ad esempio gli autisti del servizio pubblico con un età compresa tra i 18 e i 55 anni.

Che si sia in una fase in cui il fattore tempo è determinante lo ha ricordato l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, intervenendo in occasione della conferenza “V-day: vaccinarsi è un dovere” organizzata, nei giorni scorsi, da ALI Lazio e trasmessa in diretta sulla pagina Facebook.

Il piano vaccinale del Lazio vede un meccanismo per hub, nel primo trimestre il nostro Paese avrà a disposizione circa 12 milioni di vaccini, tra il vaccino Pfizer, Moderna e Astrazeneca, quindi circa 6 milioni di utenti per la doppia somministrazione. Per la Regione Lazio questo significa che avremo circa 600 mila utenti, quindi 1 milione e 200 mila vaccini.

Il coinvolgimento dei territori e delle comunità locali in questo momento è di fondamentale importanza e il tema è stato menzionato anche dal dott. Agostino Miozzo, coordinatore del Cts, intervenuto come ospite all’iniziativa di ALI Lazio.

È significativo che Miozzo abbia rivolto un ringraziamento particolare alle amministrazioni comunali che hanno messo a disposizione apposite sedi per consentire le vaccinazioni, a testimonianza che il protagonismo dei territori è fondamentale per rendere il buon esito della campagna di vaccinazioni.

In questa ottica merita, infatti, una riflessione la possibilità implementare l’attuale pianificazione determinata dai governi nazionale e regionale prevedendo una specifica modalità da destinarsi alle piccole realtà territoriali delle zone montane e interne della nostra Regione.

In queste aree prevalgono i comuni medio-piccoli o molto piccoli, quasi sempre a loro volta dispersi in una pluralità di frazioni non sempre collegati da adeguata viabilità e trasporto pubblico. Borghi che contano poche decine di abitanti, per lo più di un’età al di sopra dei 65 anni e, quindi, nella generalità, con scarsa mobilità.

In questi casi sarebbe opportuno prevedere che l’attività di vaccinazione venga svolta direttamente nell’aggregato urbano interessando l’intera popolazione ivi residente, a prescindere dalle categorie, rendendo sempre più protagonisti i medici di base e con l’ausilio di Unità Operative Mobili.

In questa prospettiva il protagonismo degli amministratori locali dovrebbe essere esaltato sia per la fase di sensibilizzazione all’adesione volontaria alla vaccinazione sia per la messa a disposizione delle necessarie infrastrutture.

Con questa integrazione dell’attuale piano sarà certamente possibile raggiungere più facilmente l’obiettivo dell’immunità di collettività e garantire una maggiore capillarità della stessa.

 

*Presidente di ALI Lazio

Al via la V edizione del Corso di Alta Formazione "Politica e amministrazione negli Enti locali"

E-mail Stampa PDF

Al via la V edizione del Corso di Alta formazione per amministratrici e amministratori locali promosso dalla Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna di Pisa, da ALI – Autonomie Locali Italiane e dalla Rete dei Comuni Sostenibili.

Il Corso, prioritariamente destinato agli amministratori locali ma aperto anche agli altri soggetti interessati, si propone di inquadrare da un punto di vista normativo, giurisprudenziale e pratico l’attività di indirizzo politico e l’attività di gestione all’interno degli enti locali. Il Corso intende approfondire alcune tematiche di sicura rilevanza per il livello locale di governo e si compone di quattro moduli ognuno suddiviso in quattro rubriche:

- Ordinamento delle autonomie locali;

- Attualità;

- Letture;

- Autonomie locali e Agenda 2030.

Il Corso si svolge in modalità e-learning, attraverso apposita piattaforma nei giorni 9, 10, 16 e 17 aprile e 7, 8, 14 e 15 maggio 2021, per un totale di 48 ore di formazione e prevede la partecipazione di un numero massimo di 50 iscritti di cui 15 posti riservati a seguito di accordo di collaborazione con ALI Associazione Autonomie Locali Italiane.

Un aspetto importante è che ai primi 15 amministratrici e amministratori di Comuni aderenti ad ALI o alla Rete dei Comuni Sostenibili, verrà ridotta del 50% la quota di iscrizione: 175 euro anziché 350. Per verificare la disponibilità di posti a quota ridotta, da opzionare comunque non oltre il 15 marzo 2021, potete scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

La domanda di iscrizione dovrà pervenire entro le ore 24.00 del 1 aprile 2021 esclusivamente on-line registrandosi al sito web della Scuola Superiore Sant’Anna nella sezione Alta Formazione

La V edizione del Corso di Alta formazione rappresenta una eccellente opportunità di crescita e di approfondimento per tutte le amministratrici e tutti gli amministratori locali, soprattutto in questa fase di grande trasformazione e di attenzione ai temi della sostenibilità, della qualità della vita e del ruolo degli enti locali.

Per consultare l’avviso, il programma e le modalità di iscrizione vai alla pagina dedicata al Corso di alta formazione “Politica e amministrazione negli enti locali” – v edizione della Scuola Sant’Anna di Pisa

Regione, istituita l'anagrafe dei rifiuti

E-mail Stampa PDF

"L'istituzione dell'Anagrafe dei Rifiuti approvata oggi dal Consiglio regionale favorirà maggiore trasparenza su tutti i dati relativi al ciclo dei rifiuti nel Lazio, consentendo la piena fruibilità delle informazioni riguardanti la gestione degli impianti e la produzione dei rifiuti. Ringrazio il consigliere Capriccioli, primo firmatario della proposta di legge, e il Consiglio regionale, che con questo provvedimento hanno dotato il Lazio di un ulteriore prezioso strumento per il controllo dell'intero sistema di gestione del ciclo dei rifiuti, anche attraverso una puntuale collaborazione con Ispra, Arpa e l’Osservatorio rifiuti sovraregionale".

È quanto dichiara in una nota Massimiliano Valeriani, assessore al Ciclo dei Rifiuti della Regione Lazio.

Vaccini, D'Amato: 'nel Lazio superate le 300 mila dosi di vaccino somministrate'

E-mail Stampa PDF

“Prosegue nel Lazio la campagna vaccinale anti-Covid e alle ore 12 di oggi è stata superata la quota delle 300 mila dosi somministrate. Sono 117 mila le persone che hanno completato il ciclo vaccinale con la somministrazione della seconda dose. Gli over 80 nel Lazio vaccinati sono 60 mila e nei prossimi giorni andremo ad una ulteriore accelerazione. Sono preoccupato per la riduzione delle forniture del vaccino Moderna e spero che sia uno stop solo momentaneo. Abbiamo bisogno di maggior quantitativi per accelerare la copertura vaccinale tenendo conto che nei prossimi giorni partiremo anche con il personale della scuola”.

Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Montino: 'Fiumicino primo comune del Lazio a vaccinare la polizia locale'

E-mail Stampa PDF

“Parte da Fiumicino la campagna di vaccinazione della Polizia Locale nel Lazio. Come annunciato dall’Unità di Crisi Covid-19 della Regione. Inizia, infatti, da giovedì mattina il vaccino sarà somministrato alle agenti e agli agenti della nostra Polizia Locale sotto i 55 anni di età. Tutto si svolgerà nel centro vaccinale inaugurato nel parcheggi odi lunga sosta dell’Aeroporto, dove, in totale, potranno essere vaccinate 50 agenti”. Lo dichiara il sindaco Esterino Montino.

“Questo è un momento cruciale nella battaglia contro il coronavirus – sottolinea il sindaco - da una parte combattiamo contro la diffusione e contro le varianti, dall’altra dobbiamo spingere il più possibile la campagna vaccinale. Vaccinare quante più persone nel più breve tempo possibile è l’unico modo per raggiungere l’immunità di gregge e uscire da questo tunnel”.

“Ringrazio l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato e il commissario della ASL Rm3 Giuseppe Quintavalle per l’impegno che ormai da un anno, ogni giorno, mettono per superare questa difficilissima situazione – conclude Montino – e per l’attenzione che dimostrano verso il nostro territorio”.

Musica: sabato 20 febbraio in diretta streaming la finale di Laziosound Scouting

E-mail Stampa PDF

Sabato 20 febbraio, a partire dalle 16.30, dallo Spazio Rossellini di Roma, verrà trasmessa in diretta streaming sui canali ufficiali facebook e youtube della Regione Lazio la maratona musicale che vedrà protagonisti i finalisti della II edizione di Lazio Sound Scouting: il contest che si è chiuso il 25 novembre 2020 dopo aver registrato un numero importante di partecipazioni: 822 iscritti e 1400 artisti coinvolti. Lazio Sound Scouting rientra in un più ampio programma della Regione Lazio a sostegno dei musicisti under35 del territorio.

Una vera festa sonora per scoprire i giovani talenti della Regione Lazio e godersi le incursioni musicali di artisti affermati come Populous, Mydrama, Piotta, Roberto Gatto, Andrea Obisio e con la speciale partecipazione di Valerio Lundini con i Vazzanicchi. 15 finalisti, tre per ognuna delle cinque categorie, e 20 esibizioni precederanno la proclamazione di un vincitore per ogni categoria e di un vincitore assoluto che si aggiudicherà la produzione di un intero album.

“Incentivare la creatività dei giovani musicisti sostenendo il loro percorso artistico è un modo concreto per aiutare la ripartenza del settore dello spettacolo dal vivo così fortemente colpito dall'emergenza economica e sanitaria di questi ultimi mesi. Per questo la Regione già dai primi mesi della pandemia, ha messo in campo diverse iniziative per creare una rete tra gli operatori del settore della musica con l’obiettivo di valorizzare i giovani talenti del nostro territorio”, spiega il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

“La finale di LAZIOSound Scouting sarà una grande maratona della musica under35 della nostra Regione. Sul palco si incontreranno e confronteranno alcuni dei protagonisti del panorama musicale italiano insieme ai nuovi talenti del Lazio che vogliamo valorizzare e supportare nella loro crescita professionale dalla produzione all’internazionalizzazione”, commenta Lorenzo Sciarretta, delegato alle Politiche Giovanili del Presidente della Regione Lazio.

I primi a esibirsi saranno i tre musicisti selezionati per God is a producer, la categoria dedicata alla musica elettronica. Il Padrino dei giovani artisti sarà Populous: artista trasversale di fama internazionale, producer, deejay, sound designer, che suonerà due brani tratti dal suo ultimo album. Subito dopo saliranno sul palco i finalisti di Jazzology, la categoria dedicata al jazz, al blues, al soul e al funky. Farà da testimonial uno dei jazzisti italiani più conosciuti al mondo: Roberto Gatto. A seguire, le esibizioni dei finalisti di I love Mozart. Nume tutelare della sezione riservata alla musica classica sarà il ventiseienne Primo Violino dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Andrea Obiso. In seguito, si impadroniranno della scena i giovani artisti della categoria Urban King dedicata all’hip hop e alla trap, i quali verranno affiancati da una vera icona storica della scena, Tommaso Zanello, da tutti conosciuto come Piotta.

La programmazione della maratona musicale si chiuderà infine con i finalisti di Songwriting Heroes: la sezione che esplora le mille derivazioni del nuovo cantautorato, fra pop, indie, folk e reggae. La serata si concluderà con un finale davvero speciale che vedrà la performance di un astro nascente della musica italiana, fra i finalisti di X Factor 2020: Mydrama. Il palco darà poi spazio all’acclamato Valerio Lundini che si esibirà in compagnia dei Vazzanikki.

A valutare le performance ci penserà la giuria di qualità che in questi mesi ha valutato le candidature e selezionato gli artisti giunti in finale. Per la musica elettronica: il dj e producer Claudio Coccoluto, indiscusso padrino della musica house che ha fatto la storia del clubbing in Italia; Donato Dozzy, dj e producer fra i più apprezzati al mondo per quanto riguarda la musica techno, nonché pioniere della scena clubbing capitolina prima di trasferirsi a Berlino; e Andrea Esu, direttore artistico di Spring Attitude, uno dei più importanti festival internazionali che esplorano le sonorità digitali. Per Jazzology Mario Ciampà, direttore artistico di uno dei più importanti festival jazz internazionali, il Roma Jazz Festival; e il musicista Ainè, fra i migliori esponenti della scena nu soul in Italia, definito da Vanity Fair come uno dei migliori 25 artisti emergenti del 2019. Per I love Mozart avremo Andrea Lucchesini, direttore della prestigiosa Accademia Filarmonica Romana e la pianista Silvia Cappellini Sinopoli mentre di Songwriting Heroes si occuperanno il musicista Roberto Bob Angelini e Gianmarco Dottori, cantautore e animatore di Spaghetti Unplugged, format di riferimento per la nuova scena cantautorale romana e non solo. Per Urban King, infine, infine, Ice One, nome culto della scena musicale e artistica internazionale; il producer Drone126 della crew 126 e nella scuderia di un’etichetta prestigiosa come Asian Fake; e Matteo Lalli, promoter e ideatore di Smash, uno dei party da club più seguiti della Capitale. Nel comitato organizzativo e membri trasversali delle giurie anche Enrico Capuano, storico volto del folk-rock italiano nonché fondatore della Blond Records; Andrea Lai, giornalista, consulente musicale e designer di eventi per importanti brand e istituzioni; Luca Fornari, amministratore delegato di ATCL, già produttore discografico, editore ed organizzatore di grandi eventi.

Non sarà però solo la giuria di qualità a decretare il vincitore di questa seconda edizione di LAZIOSound Scouting. Durante la diretta, infatti, il pubblico da casa potrà esprimere la propria preferenza votando direttamente sul sito della Regione Lazio http://regione.lazio.it/laziosound

LAZIOSound è realizzato da Regione Lazio tramite LAZIOCrea, con il sostegno del Dipartimento per le Politiche Giovanili, nell’ambito del sistema regionale per le Politiche Giovanili “GenerAzioni Giovani”. Il programma è coordinato da Lorenzo Sciarretta, delegato del Presidente alle Politiche Giovanili, con la direzione artistica di Davide Dose, founder di Spaghetti Unplugged e organizzatore attivo da molti anni nel tessuto della musica capitolina e regionale, dalla classica al jazz.

Sono partner del progetto: Atcl, Jazzit.it, Accademia Filarmonica Romana, Roma Jazz Festival, Spring Attitude, Spaghetti Unplugged, Smash, Blond Records, Dominio Pubblico, Mei - Meeting degli Indipendenti, Erma Pictures insieme a testate ed emittenti di settore come Radio Rock, Rockit, Jazzit e Quinte Parallele.

#laziosound2021 http://regione.lazio.it/laziosound

Cinema, Lazio: presentati mille progetti di sceneggiatura alla prima edizione del bando 'Dalla parola allo schermo'

E-mail Stampa PDF

Sono circa 1000 i progetti presentati per la prima edizione dell’Avviso pubblico “Dalla parola allo schermo” con la quale la Regione Lazio ha messo a disposizione 100 mila euro per premiare i migliori progetti di sceneggiatura: una grande partecipazione che dimostra quanto questo avviso fosse uno strumento atteso nel settore.

I progetti saranno ora valutati da una Commissione di esperti composta da Luciano Sovena, Presidente della Fondazione Roma Lazio Film Commission, dal regista e sceneggiatore Mimmo Calopresti e presieduta da Cristina Crisari, dirigente regionale dell’Area Arti figurative, cinema e audiovisivo. Il bando, realizzato con il supporto della società regionale in house LAZIOcrea, è il frutto del lavoro svolto dalla Regione di concerto con le associazioni di categoria del settore: ANAC - Associazione nazionale autori cinematografici, 100 Autori – Associazione della autorialità televisiva e Writers Guild Italia.

“Continuiamo a sostenere tutto il settore cinematografico e audiovisivo del Lazio, dalla scrittura di progetti di sceneggiatura alla sala. La grande partecipazione a questo avviso è un segnale forte e importante: un passo avanti fondamentale a sostegno della creatività e che punta anche a valorizzare le eccezionali bellezze del nostro territorio. Abbiamo voluto dare a ognuno la possibilità, infatti, di esprimersi su qualsiasi genere, dalla commedia alla fantascienza, purché il soggetto fosse ambientato, strettamente legato e radicato sul territorio laziale. Ora, i progetti verranno valutati da una Commissione di esperti, Luciano Sovena, Mimmo Calopresti e Cristina Crisari: tre grandi professionisti che ringrazio anticipatamente per l’importante lavoro che si apprestano a compiere. Ma questa prima edizione è solo l’inizio di un nuovo percorso perché siamo pronti a finanziarne la seconda nel corso 2021 ” dichiara il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Con l’Avviso “Dalla parola allo schermo”, la Regione corrisponderà un premio pari a 5 mila euro ai migliori progetti di sceneggiatura per lungometraggi cinematografici o televisivi, ma anche per serie tv, cortometraggi e soggetti per il web. Le opere devono essere originali e inedite ma sono state ammesse anche elaborazioni creative di opere non audiovisive preesistenti, a condizione che l’autore fosse titolare dei relativi diritti d’autore o di copyright.

Ciascun partecipante ha potuto presentare singolarmente o insieme ad altri autori un solo progetto di sceneggiatura per una delle due categorie previste dall’Avviso: Categoria Esordienti (dedicato ai soggetti che non abbiano scritto sceneggiature che siano state prodotte o dalle quali siano state realizzate opere cinematografiche o audiovisive) e Categoria Autori (rivolto a soggetti che abbiano già scritto almeno una sceneggiatura che sia stata prodotta o dalla quale sia stata realizzata un'opera cinematografica o audiovisiva).

Pag 1 di 210