Wednesday, Aug 23rd

Last update08:49:23 AM GMT

Sei qui: News

News

Salva la tua lingua locale, le iscrizioni entro il 15 settembre

E-mail Stampa PDF

Roma - C’è ancora un mese di tempo per partecipare alla quinta edizione del premio letterario nazionale "Salva la tua lingua locale" rivolto alle opere edite ed inedite in dialetto o lingua locale. Il termine per presentare la domanda di partecipazione scade il 15 settembre; per la categoria “Scuola”, invece, l’ultimo giorno utile è il 31 ottobre.

Sei, in totale, le categorie previste dal bando dedicato agli appassionati di dialetto e alle numerose forme espressive in cui viene ancora oggi utilizzato: poesia edita (libro di poesia edito a partire dal 1 gennaio 2015); prosa edita (storie, favole, racconti, dizionari, rappresentazioni teatrali) e libro di prosa edito a partire dal 1 gennaio 2015; poesia inedita; prosa inedita; musica e scuola. Da quest’anno le modalità di partecipazione sono ancora più semplici grazie alla scheda di adesione che può essere compilata direttamente dal sito www.unpli.info o collegandosi a www.legautonomielazio.it .

All’ultima edizione del premio hanno preso parte oltre 220 partecipanti con 550 elaborati, coinvolte anche 40 scuole e 800 studenti. Il Premio è promosso e realizzato dall’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia e Legautonomie Lazio, in collaborazione con il Centro di documentazione per la poesia dialettale “Vincenzo Scarpellino”, il Centro Internazionale Eugenio Montale e l’EIP – “Scuola Strumento di Pace”. Sin dalla prima edizione ha registrato la convinta adesione del Prof. Tullio De Mauro (Presidente onorario del Premio fino alla sua scomparsa) e di numerose altre personalità del mondo della cultura e dello spettacolo.

La Giuria del Premio Nazionale “Salva la tua lingua locale” è composta da: Giovanni Solimine (presidente onorario), Pietro Gibellini (presidente di Giuria), Franco Loi, Vincenzo Luciani, Luigi Manzi, Plinio Perilli, Giancarlo Schirru, Cosma Siani, Salvatore Trovato, Ugo Vignuzzi, Angelo Zito.

Gli elaborati dei vincitori e dei finalisti delle singole categorie vengono raccolti ogni anno in un’apposita antologia. Tratto caratteristico dell'iniziativa è la registrazione audio e l’archiviazione, a futura memoria, di tutti gli elaborati inediti presentati. I contributi audio entrano infatti a far parte dell’inventario “Memoria Immateriale" un canale che costituisce l’inventario on line delle tradizioni italiane: un prezioso archivio, unico nel suo genere, voluto ed implementato dall’Unione Nazionale delle Pro Loco, accredita dal 2012 presso l'UNESCO.

Il Premio ha ricevuto tra gli altri il patrocinio del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Mibact e della Commissione nazionale UNESCO, dell’Assessorato alla Crescita culturale del Comune di Roma. Il Presidente della Repubblica ha invece conferito una medaglia celebrativa all'iniziativa.

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Bilanci consolidati: le scadenze di settembre

E-mail Stampa PDF

Tutti gli enti dovranno redigere per il prossimo 30 settembre il bilancio consolidato. Sono esclusi dall'adempimento tutti gli enti che hanno una popolazione inferiore ai 5 mila abitanti e che ne hanno rinviato l'approvazione al 2018.

La tappa probabilmente più impegnativa, ma determinante, sarà l'individuazione da parte della giunta, del Gap: gruppo amministrazione pubblica. A costituire il Gap sarà l'insieme degli enti e organismi strumentali, società controllate e partecipate, a prescindere dalla loro veste giuridica.

Il settimo decreto correttivo dell'amministrazione contabile, approvato ma non ancora entrato in vigore, definisce l'attività nei casi in cui l'ente abbia conseguito nell'anno precedente ricavi e proventi riconducibili all'amministrazione.

Una volta definito il Gap, la giunta deve delineare il perimetro di consolidamento, escludendo i soggetti irrilevanti.

Rientrano nei bilanci definiti irrilevanti quelli che presentano un'incidenza inferiore al 10% del totale dell'attivo, del patrimonio netto e dei ricavi caratteristici rispetto alla posizione patrimoniale, economico e finanziaria della capogruppo.

Congresso Legautonomie Lazio, eletti i nuovi organismi dirigenti

E-mail Stampa PDF

In occasione del Congresso di Legautonomie Lazio che si è svolto in data 24 luglio 2017, i componenti dell'assemblea congressuale oltre ad aver riconfermato Bruno Manzi alla presidenza dell'Associazione  hanno eletto i nuovi organismi dirigenti.

Volantini pubblicitari, no al divieto da parte dei Comuni

E-mail Stampa PDF

L'introduzione dei volantini pubblicitari nelle cassette della posta dei condomini non può essere limitata dai Comuni. Lo ha deciso il Tar Piemonte (sentenza n. 742/2017) annullando le disposizioni del regolamento di polizia urbana che autorizzavano in un Comune piemontese la distribuzione di volantini con consegna a mano nelle cassette della posta soltanto in alcuni giorni della settimana, mentre vietavano di introdurli nelle cassette dove espressamente richiesto di non ricevere volantini. Ma, stando alla decisione del Tar Piemonte, l'amministrazione comunale non dispone di poteri autorizzatori sull'attività di distribuzione materiale pubblicitario. Il motivo di tale scelta riguarda il carattere dell'attività: libera, come la generalità dei servizi resi da privati.

Allegati:
Scarica questo file (Tar_Piemonte.pdf)Tar_Piemonte.pdf[ ]219 Kb

Premi per i Comuni che rispettano pareggio di bilancio

E-mail Stampa PDF

Un piccolo premio per l'anno 2017 a quei comuni che si sono distinti per aver rispettato il pareggio di bilancio e aver approvato nei termini il rendiconto 2016: l'eliminazione di alcuni vincoli di finanza pubblica già apposti dall'articolo 6 del Dl 31 maggio 2010, n. 78.

Nello specifico, si tratta di agevolazioni sulle voci relative a: studi, relazioni pubbliche, incarichi e consulenze, pubblicità, sponsorizzazioni e spese per attività di consulenza.

La deroga riguarda però esclusivamente i limiti di spesa previsti dal Dl 78/2010, mentre restano in vigore quelli previsti dal Dl 95/2012.

La sezione delle Autonomie della Corte dei Conti, con deliberazione 26/2013 ha stabilito che anche relativamente ai limiti introdotti successivamente, i vincoli alle spese locali degli enti locali obbligano al rispetto del tetto complessivo di spesa risultante dall'applicazione dell'insieme dei coefficienti di riduzione della spesa per consumi intermedi.


Allegati:
Scarica questo file (Corte_Conti26_2013.pdf)Corte_Conti26_2013.pdf[ ]337 Kb

Legautonomie Lazio, Manzi confermato Presidente

E-mail Stampa PDF

Roma, 25.07.2017.  Bruno Manzi è stato rieletto presidente di Legautonomie Lazio dall'assemblea congressuale dell'associazione di enti locali, che si è riunita nella sede centrale romana. Manzi, eletto per la prima volta alla presidenza di Legautonomie Lazio nel 2007, ha espresso soddisfazione per la conferma del suo incarico: «Ricevere la conferma di questa investitura mi rende orgoglioso - ha commentato Manzi - Sono onorato di rappresentare e dar voce ai sindaci e agli amministratori locali del Lazio e, insieme a loro, dar risposta alle domande che i cittadini pongono alle istituzioni loro più vicine, quelle istituzioni che costituiscono le fondamenta della costruzione democratica. Legautonomie Lazio - ha concluso Manzi - porterà avanti il proprio impegno nella realizzazione del progetto politico finalizzato alla costruzione di una Regione basata sulla centralità e il protagonismo delle Autonomie locali».

Pareggio di bilancio, le sanzioni ai Comuni inadempienti

E-mail Stampa PDF

Sono 30 i Comuni che non hanno rispettato il pareggio di bilancio 2016 e che saranno presto richiamati al rispetto delle regole. È stato pubblicato, infatti, il decreto del dipartimento degli Affari interni del Viminale contiene l'elenco degli enti e delle somme, pari alla differenza tra l'obiettivo assegnato e il saldo tra le entrate e le spese finali valide ai fini del saldo di finanza pubblica.

Ammontano a 5.507.000 euro le sanzioni dei Comuni irregolari, di cui, fa sapere la Ragioneria, 4.334.372 sono stati recuperati.

Nello specifico, la sanzione prevede la riduzione delle risorse spettanti per l'anno 2017 a titolo di fondo di solidarietà comunale. Infatti, l'ente locale inadempiente (mancato conseguimento del saldo di cui al comma 710 dell'articolo 1) è assoggettato alla riduzione del fondo sperimentale di riequilibrio o del fondo di solidarietà comunale in misura pari all'importo corrispondente allo scostamento registrato, secondo quanto stabilito dal comma 723, lettera a), dell'articolo 1, legge 28 dicembre 2015 n.208.

Secondo quanto stabilisce il decreto, anche che in caso di insufficienza di risorse per operare la riduzione, la somma residua dovrà essere versata dai Comuni entro il 31 dicembre 2017, tramite la locale Sezione di tesoreria provinciale dello Stato, all'entrata del bilancio dello Stato.


Allegati:
Scarica questo file (Comuni_bilancio.pdf)Comuni_bilancio.pdf[ ]143 Kb

Dichiarazione di rinuncia al lavoro autonomo e rimborsi al sindaco

E-mail Stampa PDF

La Corte dei Conti, con delibera 118/2017, sezione di Controllo Abruzzo, chiarisce il punto relativo all'applicazione nei Comuni dell'articolo 86 Tuel, relativo al rimborso dei contributi minimi previsti dal Dm del 2005, anche in assenza della dichiarazione circa l'interruzione dell'attività professionale svolta residualmente rispetto all'attività di sindaco. Nello specifico, si chiarisce il tema relativo alla dichiarazione necessaria relativa ai contributi versati alla Cassa forense e il loro utilizzo a fini pensionistici.

La differenza tra l’Amministratore lavoratore dipendente e l’Amministratore lavoratore autonomo sta nella dichiarazione espressa dello stesso di rinuncia all’espletamento dell’attività di lavoro autonomo. L’obiettivo è assicurare che l’incarico sia svolto nella medesima condizione prevista per i lavoratori dipendenti. Si tratta della possibilità garantita al soggetto che si avvale della prerogativa prevista dall’articolo 86, comma 2 del Tuel, di svolgere il proprio incarico di Amministratore in via esclusiva e con il pagamento da parte dell’Ente locale di un corrispettivo corrispondente a una somma forfetaria annuale per oneri assistenziali, previdenziali e assicurativi da versare ai rispettivi istituti.

Allegati:
Scarica questo file (delibera_118_2017.pdf)delibera_118_2017.pdf[ ]155 Kb

Salva la tua lingua locale 2017: da oggi le iscrizioni anche on-line

E-mail Stampa PDF

Premio letterario nazionale per le opere in dialetto o lingua locale

Da oggi è possibile partecipare al Premo Nazionale per le opere in dialetto e in lingua locale "Salva la tua lingua locale" indetto dall’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia e Legautonomie Lazio, in collaborazione con il Centro di documentazione per la poesia dialettale “Vincenzo Scarpellino”, il Centro Internazionale Eugenio Montale e l’EIP – “Scuola Strumento di Pace”, compilando il Form on-line.

Il Premio è aperto a tutti gli autori e si articola nelle seguenti sezioni tutte a tema libero in una delle lingue locali d’Italia:

SEZIONE A – Poesia Edita – Libro di poesia edito a partire dal 1 gennaio 2015

SEZIONE B – Prosa Edita (storie, favole, racconti, dizionari, rappresentazioni teatrali) – Libro di prosa edito a partire dal 1 gennaio 2015

SEZIONE C – Poesia Inedita

SEZIONE D – Prosa Inedita

SEZIONE MUSICA

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE:

La SCHEDA DI ADESIONE per tutte le sezioni è disponibile cliccando qui di seguito (Scheda Adesione – SALVA LA TUA LINGUA LOCALE 2017) o richiedendola via email all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . L'iscrizione (per le sezioni A, B, C, D e Musica) può essere effettuata anche online tramite l'apposito formulario disponibile a fine pagina.

Per le sezioni A e B, ogni autore deve inviare n. 5 copie di un solo libro. Il plico postale dovrà essere inviato a: “UNPLI - PREMIO SALVA LA TUA LINGUA LOCALE – Piazza Flavio Biondo, 13 - 00153 ROMA”, entro il 15 settembre 2017.

Per la sezione C ogni autore può inviare fino a tre poesie inedite, con relativa traduzione in italiano, massimo 90 versi in totale. Ogni poesia dovrà essere inviata entro il 15 settembre 2017 all’indirizzo di posta Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. assieme alla specifica scheda di partecipazione allegata al Bando.
E’ obbligatoria la registrazione dei lavori inviati in file audio oppure audio-video.

Per la sezione D, si accettano storie, favole, racconti inediti di massimo 3600 battute (spazi bianchi inclusi), corredate di traduzione. Dovranno essere inviati entro il 15 settembre 2017 all’indirizzo di posta  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. assieme alla specifica scheda di partecipazione allegata al Bando.

E’ obbligatoria la registrazione dei lavori inviati in file audio oppure audio-video.
Gli elaborati di cui alle sezioni C e D dovranno essere inediti in volume e non premiati in altri concorsi letterari.

Ogni autore partecipando al Premio attesta che le opere sono inedite e non già premiate e sarà responsabile del contenuto dei materiali inviati. Gli elaborati non verranno restituiti.

La partecipazione è gratuita. Per l’iscrizione non si ammettono pseudonimi, nomi di fantasia o diversi dalla reale identità dell’autore pena l’invalidazione dell’iscrizione.

PREMI. Ai primi classificati delle 5 sezioni (A, B, C, D e MUSICA) presenti alla cerimonia di premiazione sarà consegnata una targa e sarà offerto un soggiorno gratuito per 2 giorni per 2 persone a Roma in occasione della premiazione. Sono previsti inoltre riconoscimenti e menzioni d’onore per le opere che la Giuria, a suo insidacabile giudizio, riterrà particolarmente meritevoli. Una targa sarà consegnata anche ai secondi e terzi classificati di ogni sezione e che saranno presenti alla cerimonia di premiazione.

PREMIAZIONE. I premi dovranno essere ritirati personalmente nel corso della Premiazione che avverrà a Roma in data che sarà comunicata in tempo utile a tutti i partecipanti. I risultati saranno resi noti per email a tutti i partecipanti, attraverso i social network, la stampa e sui siti internet www.unpli.info, www.legautonomielazio.it, www.poetidelparco.it, www.eipitalia.it.

La partecipazione al concorso implica la piena accettazione di questo regolamento e, per i vincitori ed i finalisti, la divulgazione del proprio nome, cognome e premio vinto su qualsiasi pubblicazione. L’organizzazione si riserva infatti la facoltà di pubblicare i lavori pervenuti per tutte le sezioni inserite in questo Bando. Gli autori, partecipanti alle sezioni C, D e MUSICA, per il fatto stesso di partecipare al premio, cedono il diritto di pubblicazione delle proprie opere, senza aver nulla a pretendere come diritto d’autore, all’interno della volume che sarà realizzato a cura del Premio e della propria registrazione audio sul canale YouTube “Memoria Immateriale” allo scopo di contribuire alla costituzione di un archivio nazionale dei dialetti e delle lingue locali sul web.

La proclamazione dei vincitori è prevista nel mese di dicembre 2017 a Roma.
Le opere saranno valutate a giudizio insindacabile e inappellabile della Giuria. Qualsiasi comunicazione o variazione ufficiale delle disposizioni del presente bando e l’eventuale variazione della data indicata per la premiazione saranno comunicate a tutti gli iscritti tramite i siti www.unpli.info, www.legautonomielazio.it, www.poetidelparco.it, www.eipitalia.it e la newsletter appositamente creata.

MUSICA – Il concorrente dovrà far pervenire il materiale audio relativo a: canti d’amore, di sdegno, di lontananza, di vendetta; serenate; ninna-nanne; scioglilingua; giochi fanciulleschi; canti politici, di lavoro e d’emigrazione; indovinelli; canti natalizi, pasquali; leggende di santi e diavoli; maldicenze paesane; indovinelli. I partecipanti dovranno inviare il materiale registrato su file oppure su CD, avvalendosi della sola voce o accompagnato da un qualsiasi strumento musicale. Assieme al file audio o CD dovranno inviare il testo in dialetto con traduzione in italiano, oltre ad una scheda con note storiche o informative sul testo inviato. La selezione sarà curata dal responsabile Toni Cosenza.

Il materiale dovrà essere inviato entro il 15 settembre 2017 all’indirizzo di posta Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. assieme alla specifica scheda di partecipazione allegata al Bando (Scheda Adesione – SALVA LA TUA LINGUA LOCALE 2017) oppure, in caso di invio su supporto CD/DVD, inviato all’indirizzo: “UNPLI - PREMIO SALVA LA TUA LINGUA LOCALE – Piazza Flavio Biondo, 13 - 00153 ROMA”.

SEZIONE SCUOLA

L’UNPLI e Legautonomie, in collaborazione con l’ONG Ecole Instrument de Paix Italia promuove la Sezione per le scuole del Concorso “Salva la tua lingua locale”.  Il concorso si propone di stimolare la creatività espressiva dei giovani e l’ inclusione sociale  nell’ età della formazione a tutti i livelli scolastici; possono partecipare gli studenti della scuola primaria e secondaria di I° e II° grado.

Il Concorso è aperto a nuove esperienze di dialogo con i lavori dei giovani reclusi, scuole in strutture ospedaliere, minori non accompagnati, giovani in aree a forte dispersione scolastica, per esprimere sentimenti, esperienze, vicende nel loro dialetto e lingua locale, in prosa o in poesia, presentati dalle scuole o da Associazioni sociali e culturali che operano a livello istituzionale. I primi tre classificati nelle Sezioni C-Poesia e D-Prosa saranno premiati con una targa e la pubblicazione dei lavori nel volume finale.

L’ E.I.P Italia, Ente riconosciuto dal MIUR per la formazione, ai sensi della D.M 170/2016 rilascerà agli studenti delle ultime due classi della Scuola Secondaria Superiore un attestato di credito formativo ai sensi del D.M n.49 del 24/2/2000 MIUR (valevole per l’ ammissione all’esame di maturità).

REGOLAMENTO

Ogni scuola può inviare fino a tre poesie di massimo 90 versi (con traduzione italiana) o lavoro in prosa (racconto, storia, favola, con relativa traduzione in italiano) di non più di due cartelle, selezionati  a cura della scuola stessa  tra i lavori degli studenti partecipanti. Lo scopo di questa iniziativa culturale, in attuazione della Convenzione UNESCO per la tutela del  patrimonio immateriale è di mantenere vivo l’ uso delle lingue locali che costituiscono la storia e l’ identità  di un popolo. Pertanto il coinvolgimento del territorio nel progetto costituirà un valore aggiunto ai lavori delle scuole, in collaborazione con la Pro loco locale.

I lavori dovranno essere inviati entro il 31 ottobre 2017 su supporto CD/DVD, con annessa copia cartacea dei testi, con facoltativa registrazione file audio, all’indirizzo Segreteria del Premio “Salva la tua lingua locale” Via Edoardo Maragliano, 26 – 00151 ROMA, compilando la scheda di partecipazione allegata al Bando, con lettera di trasmissione del Dirigente scolastico della scuola firmata e timbrata (Scheda Adesione – SCUOLA – SALVA LA TUA LINGUA LOCALE). Il lavoro  va inviato in lingua locale con la traduzione italiana seguendo le indicazioni inserite nel Bando.

Una Giuria di specialisti, coordinata dall’EIP Italia, valuterà gli elaborati e decreterà i vincitori e le eventuali Menzioni d’onore.

GIURIA SEZIONE SCUOLA: Elio Pecora Presidente, Anna Paola Tantucci Presidente E.I.P, Catia Fierli coordinatore, Teresa Lombardo, Loredana Mainiero, Luigi Matteo, Adele Terzano, Vincenzo Luciani, Nino Arrigo.


Per ulteriori informazioni: E.I.P Italia e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Tel 06/58332203 - Fax 06/5800561 - www.eipitalia.it

Per ogni ulteriore informazione sul Premio "Salva la tua lingua locale" contattatare Gabriele Desiderio (Segretario del Premio) all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Pag 1 di 150