Sunday, Aug 25th

Last update07:19:26 AM GMT

Sei qui: News

News

Regione Lazio: con approvazione PL 116 modifiche di carattere finanziario e a leggi regionali

E-mail Stampa PDF

La legge che abbiamo approvato ieri, con le modifiche apportate grazie al lavoro svolto in Commissione Bilancio e in Aula, interviene su alcune materie di carattere finanziario e introduce modifiche a leggi regionali”. Lo comunica in una nota l’assessore regionale al Bilancio, Alessandra Sartore che commenta l’approvazione della PL 116 da parte del Consiglio regionale del Lazio.

Nello specifico ecco gli interventi contenuti nella PL 116:

CONTRIBUTI AI COMUNI. Si rende più efficace l’utilizzo del fondo che la Regione ha creato per sostenere i Comuni in condizioni di grave squilibrio finanziario evitando sovrapposizioni con la normativa statale di riferimento (Testo unico degli enti locali – TUEL). Il Fondo viene incrementato di 1 milione di euro per le annualità 2019 e 2020.

VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE E CONTRIBUTI PER LE DIMORE STORICHE E PER LO SPETTACOLO DAL VIVO. Sono previsti interventi per immobili e beni culturali pubblici attraverso Programmi unitari di valorizzazione territoriale (PUVAT) in attuazione della norma nazionale. Si mette in campo una strategia comune per mettere in rete tutti gli immobili pubblici. Rivivono monumenti e palazzi storici sul territorio attraverso accordi con i Comuni con l’obiettivo di un riutilizzo funzionale e della rigenerazione degli immobili di proprietà della Regione e degli enti territoriali coinvolti. Si prevede l’istituzione di due appositi fondi per un totale di 1,2 milioni per ciascuna annualità del triennio 2019-2021.

Viene incrementato di 500mila euro il fondo per la valorizzazione di dimore, ville, complessi architettonici, parchi e giardini di valore storico culturale.

E’, inoltre, incrementato di 650mila euro il fondo per lo spettacolo dal vivo.

RATEIZZAZIONE DEBITI TRIBUTARI ED EXTRA TRIBUTARI. Nell’ottica di un generale efficientamento della spesa del “Gruppo Regione Lazio” si estende agli enti strumentali, alle società controllate e alle società partecipate la possibilità di rateizzare i debiti nei confronti della Regione, secondo un piano finanziario ventennale a rate annuali costanti. Per i soggetti che sono interessati da processi di razionalizzazione delle spese ovvero da processi di risanamento economico-finanziario, il pagamento può decorrere dal quarto anno successivo alla data di autorizzazione del pagamento in forma rateizzata.

TRIBUTI E SANZIONI AMMINISTRATIVE. In particolare, si includono anche i veicoli ad alimentazione elettrica e quelli ad alimentazione ibrida tra le tipologie di veicoli per i quali i soggetti diversamente abili possono ottenere l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale.

CONTRIBUTO PER FACILITARE L’ACCESSO IN SPIAGGIA DEI DISABILI. E’ previsto un contributo ai comuni costieri e lacuali per l’acquisto di apposite carrozzine o sedie mare per lo spostamento in spiaggia e in acqua di persone con disabilità. I fondi stanziati a tal fine sono pari a 450.000 mila euro nel triennio 2019-2021

CONTRASTO VIOLENZA CONTRO LE DONNE. Nell’ambito della legge a sostegno delle donne che hanno subito violenze, si prevede un contributo regionale annuo pari a 50mila euro e la stipula di una convenzione tra la Regione e gli ordini degli avvocati del Lazio per un patrocinio legale.

FIGURA DEL CAREGIVER. Si interviene sulla figura del caregiver, quale componente della rete di assistenza alla persona e risorsa del sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali della regione. Si demanda alla Giunta regionale il compito stabilire criteri e modalità per la valutazione dell’esperienza maturata come caregiver ai fini dell’accesso ai percorsi formativi finalizzati all’acquisizione della qualifica di operatore socio sanitario o di altre figure del repertorio regionale relative all’area socio-sanitaria.

COMUNI VALLE ANIENE. Si proroga, per il triennio 2019-2021, il trasferimento diretto ai Comuni delle risorse finanziarie destinate alla tutela e allo sviluppo socio-economico ed occupazionale della Valle dell’Aniene (1,15 MLN per il 2019; 1,1 MLN per il 2020 e per il 2021). Una quota di tali risorse, pari a 150mila euro per il 2019 e a 250mila per ciascuna annualità 2020 e 2021, è destinata quale contributo a fondo perduto alle imprese con sede nella valle dell’Aniene.

CONTRIBUTI PER LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E PER LA TUTELA DEI CONSUMATORI. Sono aumentati ciascuno per 100.000 euro per le annualità 2020 e 2021 il contributo per la cooperazione allo sviluppo, per la cooperazione e la solidarietà internazionale nonché il Fondo per la tutela dei consumatori.

MISURE IN FAVORE DELLE PERSONE IN CONDIZIONE DI SVANTAGGIO. Viene istituita e disciplinata la Consulta regionale sulla cooperazione sociale, quale organo consultivo permanente con la finalità di favorire il raccordo tra le politiche regionali e il ruolo svolto dalla cooperazione sociale in materia socio sanitaria, educativa ed inserimento lavorativo delle persone in condizione di svantaggio. Per l’affidamento di contratti di importo inferiore alla soglia di rilevanza comunitaria da parte della Regione, degli enti dipendenti, delle aziende e degli enti del servizio sanitario regionale vengono previste: una riserva a favore di cooperative sociali che si occupano della gestione di attività finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate ed una specifica clausola sociale di inserimento lavorativo per la tutela dei soggetti in condizioni di svantaggio.

ATCL E’ prevista la partecipazione quale socio della Regione Lazio in A.T.C.L.

DERIVATI Sono state autorizzate le variazioni di bilancio necessarie per completare il percorso di estinzione anticipata del contratto derivato cod. MF06D, sottoscritto dalla Regione nel 2004 e che, alla luce della peculiare struttura finanziaria, ha comportato negli ultimi anni un sensibile aggravio degli oneri finanziari a carico della Regione. L’estinzione anticipata di tale contratto derivato, finanziata attraverso i risparmi conseguiti dalla Regione per effetto della ristrutturazione di alcuni mutui sottoscritti con Cassa Depositi e Prestiti, determinerà, per la Regione, due importanti risultati:

-la prosecuzione del percorso di estinzione anticipata dei contratti derivati sottoscritti dalla Regione. Il portafoglio di contratti derivati a carico dell’Ente, che al 31/12/2012 ammontava a 2.800,2 milioni di euro, si attesta oggi in un valore pari a 269,1 milioni di euro, con una riduzione pari al 90,4%;

-l’estinzione anticipata del contratto derivato determina un risparmio medio annuo, nel triennio 2019-2021, di circa 9 milioni di euro ed ulteriori benefici a carico del bilancio regionale fino al 2033. Alla luce di tale operazione, i risparmi complessivamente conseguiti dalla Regione per effetto delle politiche di ristrutturazione del debito finanziario si attestano, su base annua, in 206,6 milioni di euro.

Autovelox, multa annullata senza verifiche periodiche di funzionalità

E-mail Stampa PDF

Con una sentenza del 18 aprile scorso, il Giudice di Pace di Vigevano ha annullato un verbale di accertamento di violazione di norme del codice della strada accogliendo quanto avanzato dal ricorrente relativamente alla mancanza delle verifiche periodiche di funzionalità del dispositivo autovelox.

Il riferimento da parte del Giudice di Pace va alla sentenza n. 113/2015 della Corte Costituzionale, stando alla quale il Decreto ministeriale pubblicato sulla G.U. n. 177 del 31.07.2017 stabiliva che gli autovelox fossero sottoposti a verifiche periodiche di funzionalità e taratura.

Nel caso oggetto della sentenza, l'organo accertatore non aveva effettuato le verifiche periodiche di funzionalità prima che il dispositivo fosse utilizzato per accertare violazioni delle norme del codice della strada.

Pertanto, il verbale è annullato dal Giudice di Pace e, con tale decisione, le verifiche periodiche di funzionalità diventato requisito essenziale per l'utilizzabilità del dispositivo autovelox.


Tar: spazi pubblici per propaganda elettorale solo se antifascisti

E-mail Stampa PDF

Per la concessione da parte dell'amministrazione comunale di spazi pubblici a privati per propaganda politica ed elettorale, il Tar Piemonte si è espresso con la sentenza n. 447 del 18 aprile 2019.

Il Tar ha stabilito che l'amministrazione comunale può richiedere, al fine di valutare la meritevolezza dell'interesse dedotto, una dichiarazione di impegno al rispetto dei valori costituzionali e, più nello specifico, di ripudio del fascismo e nazismo. Nella sentenza si ricorda che i valori dell'antifascismo e della Resistenza sono fondanti la Costituzione repubblicana del 1948. Il riferimento va anche alla XII disposizione transitoria e finale della Costituzione, che vieta la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista, sia nell’art. 1 della legge “Scelba” n. 645 del 20 giugno 1952.

I giudici amministrativi del Tar Piemonte spiegano, nella sentenza, che sussiste, quindi, un limite nella libertà di manifestazione del pensiero, di riunione e di associazione degli individui, che non possono esplicarsi in forme che denotino un concreto tentativo di raccogliere adesioni ad un progetto di ricostituzione del disciolto partito fascista.

Sicurezza: Ali Lazio, necessaria collaborazione tra Sindaci e Prefetti, non 'superpoteri'

E-mail Stampa PDF

Roma, 19 aprile . «La nuova direttiva sulla sicurezza e decoro urbano voluta dal Ministro Salvini non risolve i problemi e crea un grave conflitto istituzionale tra Prefetture e Sindaci» lo dichiara il Presidente di ALI Lazio – Autonomie Locali Italiane del Lazio- Bruno Manzi. «Conferire ai Prefetti dei "superpoteri", commissariando di fatto i Sindaci, è l’ennesima trovata elettorale del Ministro degli Interni» prosegue Manzi.

«Il Governo deve destinare più risorse ai Sindaci per il recupero e la rigenerazione urbana» interviene la vice presidente di ALI Lazio, Cristina Maltese, che spiega: «Il decoro e la sicurezza urbana non si garantiscono solo con gli sgomberi forzati e la rimozione dei giacigli dei senza fissa dimora o sopprimendo l'accattonaggio, occorrono misure strutturali di coesione sociale, politiche di contrasto alla povertà e alla criminalità. Invece di creare conflitti tra poteri e tra istituzioni bisogna favore la collaborazione tra forze dell'ordine e enti locali».

«Chiediamo, pertanto, al Ministro Salvini di rivedere la direttiva creando un tavolo di pianificazione con le associazioni di rappresentanza degli Enti locali»

Piccoli Comuni, online il nuovo sito di Poste italiane dedicato: i nostri 10 impegni

E-mail Stampa PDF

"Poste Italiane ha avviato un percorso fatto di impegni reali, investimenti e nuovi servizi per la crescita". È scritto sul nuovo portale web di Poste Italiane, www.posteitaliane.it/piccoli-comuni, che aggiorna in tempo reale gli obiettivi del programma realizzato nei Comuni con meno di 5 mila abitanti. Per Poste Italiane si tratterebbe di una occasione per aprire una nuova fase di confronto con i territori.

Il momento di partenza del nuovo progetto di Poste Italiane ha coinciso con l'incontro con i Sindaci d'Italia tenutosi a Roma il 26 novembre 2018, occasione in cui l'Amministratore Delegato di Poste Italiane Matteo Del Fante ha presentato 10 impegni per i piccoli Comuni: un programma di servizi dedicati basato sull'importanza strategica di mantenere aperti tutti gli Uffici Postali situati nei Comuni con meno di 5.000 abitanti. «Obiettivo del Gruppo è, infatti, assumere un ruolo chiave nello sviluppo dell’intero sistema Paese e ricercare la costante integrazione tra esigenze della collettività e obiettivi aziendali, identificando progetti e iniziative che rispondano a interessi condivisi e generino un impatto concreto e misurabile sulla comunità» spiega Poste Italiane.

Il nuovo sito ospita una prima sezione dedicata ai “dati in evidenza”, contenente i più importanti dati aggregati per ciascun impegno soddisfatto, e periodicamente aggiornata con l’avanzamento del programma; una seconda sezione riepiloga gli “impegni in dettaglio”, con una panoramica su tutte le iniziative che compongono il programma; una terza sezione “cerca Comune”, offre invece la possibilità di visualizzare gli impegni realizzati per ciascuno delle migliaia dei piccoli Comuni: basta digitare il nome del Comune e in tempo reale appare l’aggiornamento. E’ infine presente una quarta sezione di “news”, che raccoglie una rassegna multimediale delle notizie principali dedicate al progetto.

Amministrative 2019: i Comuni al voto

E-mail Stampa PDF

È disponibile sul sito del Ministero dell'Interno (aggiornato al 12 aprile) l'elenco dei Comuni interessati al turno di elezioni amministrative 2019.

Relativamente ai comuni e alle regioni a statuto ordinario, la data è fissata al 26 maggio 2019. Diversamente, la Sicilia andrà al voto il 28 aprile.

Il numero totale dei comuni che andranno al voto è di 3.864 (di cui sopra i 15.000 abitanti 243, sotto i 15.000 ab. 3.621).

Tra i comuni capoluogo di provincia ad andare al voto saranno 22: Ascoli Piceno, Avellino, Bergamo, Biella, Caltanissetta, Cremona, Ferrara, Foggia, Forlì, Lecce, Livorno, Modena, Pavia, Pesaro, Pescara, Prato, Reggio nell’Emilia, Rovigo, Sassari, Verbania, Vercelli, Vibo Valentia.

L'elenco dei comuni al voto sul sito del Ministero dell'Interno.

Protezione civile: Regione Lazio, consegnato pick-up all'Associazione di soccorso Gannino Caria paracadutisti Onlus

E-mail Stampa PDF

E’ avvenuta questa mattina la consegna del nuovo Pick-up in comodato d’uso gratuito da parte dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile all’Associazione di soccorso “Giannino Caria paracadutisti onlus”. L’iniziativa è stata promossa dalla Regione Lazio dopo che l’incendio di natura dolosa avvenuto nella notte dello scorso 19 febbraio aveva distrutto il parco mezzi dell’associazione. Le chiavi sono state consegnate da Albino Ruberti, Capo di Gabinetto della Regione Lazio e Carmelo Tulumello, Direttore dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile al presidente dell’Associazione, Marco Lorentini.

“E’ la nostra migliore risposta – spiega il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – per sostenere le associazioni di volontariato, soprattutto dopo quanto avvenuto nei mesi scorsi. Il nuovo mezzo consegnato, grazie agli strumenti all’avanguardia di cui è dotato, consentirà ai nostri volontari di Protezione civile di affrontare con ancora più incisività le emergenze territoriali”.

“La consegna di questo mezzo – commenta il direttore dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile, Carmelo Tulumello - è la doverosa risposta che la Regione Lazio ha voluto dare a chi pensa di poter scalfire la forza e la passione del volontariato di Protezione Civile. L’Agenzia e il Volontariato sono due braccia di uno stesso corpo e oggi siamo ancora più forti e saldi nei valori che lo animano”.

Il Pick-up Isuzu da 5 posti è allestito con modulo antincendio con serbatoio a T in INOX della capacità di 400 lt completo di motopompa 42 lt/min. a 100 bar con motore benzina bicilindrico 18HP, accensione elettrica e manuale, batteria. Inoltre è dotato di 2 naspi in lega leggera, avvolgimento manuale completi di tubazione da 80 mt R1 ø10x17mm cadauno, di cui il primario integrato nella motopompa ed il secondo posizionato sul serbatoio idrico lato destro rivolto verso la parte esterna al fine di facilitarne l’uso per incendi sterpaglie bordo strada.

Foto: Regione Lazio

ALI Lazio presenta il primo corso di Laurea per funzionari e amministratori delle Autonomie Territoriali

E-mail Stampa PDF

Roma, 3.04.19 - È stato presentato questa mattina nella sede di ANCI il primo corso di Laurea Magistrale per la formazione di figure professionali a servizio delle Autonomie Territoriali: “Management delle Autonomie Territoriali”. Il corso di Laurea è stato istituito dall’Università ‘Unitelma Sapienza’ nell’ambito della collaborazione con ALI Lazio e ANCI Lazio, sulla base di apposite convenzioni.

«Formare funzionari e amministratori che abbiano non solo la capacità di interpretare le norme, ma anche di saperle inquadrare nell’attuale contesto di trasformazione strutturale e normativa degli Enti locali, con l’obiettivo di rendere i migliori servizi ai cittadini. È questa l’ambizione del corso di Laurea, progettato dopo un’interlocuzione incessante tra Università e Associazioni» ha spiegato il Presidente di ALI Lazio, Bruno Manzi.

Destinatari della convenzione sono tutti gli Enti Locali associati a ALI Lazio, i dipendenti degli enti stessi e i cittadini residenti nei Comuni del Lazio associati, che potranno scegliere tra i corsi inclusi nel piano dell'Offerta formativa dell'Università: corsi di laurea triennale, magistrale, diploma di specializzazione, dottorato di ricerca e master universitari di I e II livello.

Alla presentazione del Corso di Laurea sono intervenuti, oltre al Presidente di ALI, il Presidente di ANCI Lazio, Nicola Marini, il Prof. Giulio Maggiore, Presidente del Corso di Laurea in Management delle Organizzazioni Pubbliche e Sanitarie, e il Prof. Donato Limone, Direttore della Scuola Nazionale di Amministrazione Digitale (SNAD).

 

La Regione Lazio pubblica il programma di interventi per difesa del suolo e riqualificazione del territorio

E-mail Stampa PDF

Sono stati pubblicati sul BURL i provvedimenti della Regione Lazio destinati ai comuni per la concessione di contributi per la riqualificazione degli edifici di proprietà pubblica destinati ai servizi di scuola dell'infanzia ed asilo nido e per lavori urgenti per la messa in sicurezza di versanti interessati da fenomeni franosi verificatisi o aggravatisi dai recenti eventi meteorici.

In allegato i due provvedimenti della Regione Lazio.

Pag 7 di 184