Wednesday, Nov 21st

Last update08:27:04 AM GMT

Sei qui: News Enti Locali

Enti locali

Ambiente, siglato Protocollo da Comuni di Latina e Sabaudia per difesa della costa

E-mail Stampa PDF

Pianificare, progettare ed eseguire un programma di interventi di sistemazione e protezione delle spiagge ricomprese nel tratto costiero che si estende da “Canale Mascarello” a “Torre Paola”, anche attraverso l’impegno attivo dei concessionari aderenti attraverso accordi pluriennali riferiti alle aree costiere di rispettiva competenza.

E’ questo l’obiettivo del Protocollo d’Intesa stipulato dalla Regione Lazio e dai Comuni di Latina e Sabaudia. L’accordo, che avrà durata quinquennale, con possibilità di rinnovo, è stato sottoscritto anche dall’Ente Parco Nazionale del Circeo, dal Consorzio di Bonifica dell’Agro Pontino, dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Fogliano e dall’Arpa Lazio. La firma del documento dà l’avvio al tavolo tecnico che avrà il compito di definire annualmente il programma operativo da realizzare attraverso la movimentazione della sabbia per attivare la capacità resiliente delle coste. Le parti, infatti, hanno concordato di progettare e compiere interventi attraverso l’utilizzo dei sedimenti che periodicamente insabbiano i corpi idrici di collegamento tra il mare e i laghi costieri e quelli accumulati in eccesso in prossimità delle foci dei canali e dei fiumi.

Saranno i Comuni di Latina e Sabaudia a individuare i siti dove posizionare i sedimenti rimossi, da utilizzare successivamente per le operazioni di ripascimento dell’arenile che saranno effettuate indicativamente nei mesi di Marzo e Aprile, prima dell’inizio della stagione estiva. La Regione Lazio provvederà a caratterizzare, classificare e dragare i sedimenti rimossi dal fondo marino attorno al Porto di Anzio che, in caso di compatibilità, saranno destinati in via prioritaria lungo il litorale dei Comuni di Latina e Sabaudia.

“E’ necessario ripensare e riconsiderare in maniera radicale il problema dell’erosione della costa, divenuto ormai non più procrastinabile. Attraverso questo Protocollo d’Intesa vogliamo attivare un monitoraggio costante del litorale interessato per definire, in tempo reale, gli interventi necessari, promuovendo un’attività diretta delle amministrazioni locali interessate e favorendo il contributo dei concessionari privati. Un modello di riferimento da estendere a tutti i territori costieri del Lazio, dove è necessario il ruolo programmatorio della Regione ma anche la condivisione della programmazione e degli interventi con gli enti locali e le associazioni balneari”, dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici, Tutela del Territorio e Mobilità della Regione Lazio, Mauro Alessandri.

Turismo, al via a Roma 'Art Cities Exchange 2018'

E-mail Stampa PDF

La Regione Lazio sostiene e partecipa alla 20° edizione di Art Cities Exchange, il workshop b2b dedicato all’offerta turistica delle città d’arte italiane, in programma nella Capitale da domenica 18 a mercoledì 21 novembre.

“Un appuntamento molto importante per un settore turistico strategico come quello dell’incentive, lusso, leisure e convegnistica – dichiara l’assessore al Turismo e alle Pari Opportunità della Regione Lazio, Lorenza Bonaccorsi -. Durante la manifestazione, promossa da Federalberghi di Roma, si svolgeranno tanti incontri con Tour Operator europei, americani ed asiatici per complessivi 3500 contatti d’affari, inclusi appuntamenti on line”.

“Nell’edizione di quest’anno – continua Bonaccorsi - abbiamo voluto dare una speciale attenzione ai territori più esclusivi del Lazio valorizzando l’offerta turistica anche dei piccoli centri che sono il fiore all’occhiello della nostra regione. Per questo abbiamo voluto accogliere gli operatori internazionali con un evento di apertura nella magnifica Villa d’Este di Tivoli, uno degli esempi più raffinati della cultura rinascimentale, Sito Unesco di prestigio del Lazio e grande volano di attrazione per lo sviluppo del turismo culturale e dell’economia del territorio. Art City Exchange 2018 rientra nel più complessivo programma di azioni che la Giunta Zingaretti sta mettendo in atto per promuovere la destinazione Lazio sui mercati turistici internazionali più esclusivi, investendo sul miglioramento della qualità dell’accoglienza e su strumenti di promozione integrata con la partecipazione diretta degli attori pubblici e privati dei territori”.

Trasporti, Regione Lazio: 21 mln euro su strade regionali

E-mail Stampa PDF

NEL PROGRAMMA REDATTO DA ASTRAL ANCHE OPERE PER VIABILITA’ ALTERNATIVA A VIADOTTO AEROPORTO FIUMICINO

E’ stato approvato questa mattina dalla Giunta Zingaretti il programma degli interventi di viabilità sulla rete regionale del Lazio. Il documento, redatto di concerto tra Astral spa e la Direzione regionale Infrastrutture e Mobilità, prevede opere di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza della rete viaria, alle quali saranno destinati 21milioni e 500mila euro a valere sulle risorse stanziate nel Bilancio regionale 2018.

Tra gli interventi previsti dal programma rientrano le operazioni necessarie a realizzare una viabilità alternativa propedeutica alla chiusura e alla ricostruzione del Viadotto dell’Aeroporto di Fiumicino.

“Con l’approvazione di questa delibera – spiega Mauro Alessandri, assessore ai Lavori Pubblici, Tutela del Territorio e Mobilità della Regione Lazio - si avvia un’importante fase di interventi sulla nostra rete viaria. Grazie ai fondi stanziati in bilancio verranno infatti effettuati lavori di completamento, adeguamento, messa in sicurezza e rifacimento della pavimentazione stradale sulle infrastrutture di competenza regionale. Opere indispensabili per continuare a migliorare e a garantire la sicurezza delle strade del Lazio”.

Sanità, Regione: 'lettera a prefetti su aggressione a medici'

E-mail Stampa PDF

“Abbiamo inviato la relazione sulle aggressioni agli operatori sanitari a tutti i Prefetti auspicando un potenziamento dei presidi all’interno delle strutture sanitarie e chiedendo una fattiva collaborazione per il contrasto del fenomeno. Voglio ringraziare la Prefettura di Frosinone che ci ha comunicato che esaminerà la questione nella prossima riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica”.

Lo dichiara in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Associazionismo comunale, oltre 700 mila euro a Unioni di Comuni e Comunità montane

E-mail Stampa PDF

“Oltre 700mila euro a sostegno dell’associazionismo comunale. Nello specifico, a disposizione delle Unioni dei Comuni e delle Comunità montane ci sono 559.656 euro di risorse statali a cui la Regione, dopo diversi anni, ha deciso di aggiungere un finanziamento proprio di 198mila euro”. Così l’assessore alle Politiche sociali, Welfare ed Enti locali, Alessandra Troncarelli, commentando la delibera approvata oggi dalla Giunta Zingaretti.

“La Regione Lazio – prosegue l’assessore – torna a investire per facilitare e incoraggiare la gestione associata di servizi pubblici e funzioni. Con lo stanziamento aggiuntivo rispetto a quello statale, intendiamo premiare gli enti locali che, unendosi, riescono a migliorare l’offerta ai cittadini grazie al contenimento dei costi di gestione, la pianificazione delle attività nonché la condivisione delle risorse”.

“Queste sono le buone prassi a livello territoriale che come Regione Lazio – conclude Troncarelli – intendiamo promuovere al fine di superare i limiti di bilancio con cui gli enti locali si scontrano nell’erogazione dei servizi. I Comuni, unendo le loro forze, posso infatti riuscire a dare risposte più immediate ai bisogni delle comunità locali”.

La ripartizione dei fondi avverrà tramite un avviso che determinerà i criteri e le modalità di erogazione. Tra i servizi in forma associata finanziabili ci sono: la raccolta dei rifiuti urbani; la gestione del sistema locale dei servizi sociali; il trasporto pubblico comunale; la polizia municipale e la polizia amministrativa locale; i servizi anagrafici; l’organizzazione generale dell’amministrazione.

Regione, Lazio tra le prime tre regioni per numero imprese 'green'

E-mail Stampa PDF

Il Lazio con 32.545 imprese green che hanno investito o investiranno in tecnologie e prodotti verdi e 45.480 assunzioni previste nell’ambito dei green jobs nel 2018, il 9,6% del totale nazionale, è la terza regione in Italia per numero assoluto di imprese e assunzioni previste in questo settore.

E’ quanto emerge dal rapporto GreenItaly 2018 redatto dalla Fondazione Symbola – Unioncamere.

“Nel 2018 il Lazio si conferma tra le prime regioni della classifica - commenta il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - Un risultato che ci rende orgogliosi e che ci sprona ulteriormente ad investire in un settore, in forte crescita, che rappresenta una straordinaria opportunità per centinaia di migliaia di imprese italiane per innovare, crescere e creare lavoro, le imprese green, infatti, hanno performance migliori rispetto a quelle non green. La sostenibilità ambientale è un tema proiettato sul futuro che deve diventare il fulcro di un nuovo modello di sviluppo che abbia come obiettivo migliorare la nostra qualità della vita, valorizzare il nostro straordinario patrimonio paesaggistico, e creare crescita economica e occupazionale di qualità. Stiamo parlando di un nuovo modello economico su cui la Regione Lazio punta con decisione, solo l’anno scorso la nostra Regione ha speso, tra bandi e interventi ad hoc, oltre 55 milioni di euro per sostenere gli investimenti di imprese ed enti locali in materia di efficienza energetica, economia circolare e sostenibilità”.

Wi-fi e tecnologie emergenti, dal Mise 100 milioni di euro

E-mail Stampa PDF

Saranno stanziati nuovi fondi per lo sviluppo del Wi-Fi e le tecnologie emergenti (intelligenza artificiale, Blockchain, internet). Nella seduta dello scorso 25 ottobre il CIPE, su richiesta del Ministero dello Sviluppo Economico, ha deciso di destinare 100 milioni di euro per lo sviluppo di tecnologie emergenti e in favore della diffusione capillare del Wi-fi sul territorio nazionale. Risorse che originariamente erano state destinate con delibera n. 105 del 22 dicembre 2017, alle seguenti linee di intervento:

a) un importo complessivo fino a 60 milioni di Euro per il cofinanziamento di progetti di ricerca, sperimentazione, realizzazione e trasferimento tecnologico aventi ad oggetto l’applicazione della tecnologia 5G a beni e servizi di nuova generazione promossi dalle regioni coinvolte nel progetto di sperimentazione pre-commerciale del 5G posto in essere dal MiSE;

b) un importo complessivo fino a 35 milioni di Euro destinato al cofinanziamento di progetti promossi dalle altre regioni, altri Dicasteri o Enti pubblici di ricerca, per lo sviluppo dei servizi di nuova generazione;

c) un importo complessivo di 5 milioni di Euro destinato allo sviluppo della fase II del progetto wifi.italia.it.

Dimore storiche del Lazio, 72 i siti aperti

E-mail Stampa PDF

I 72 siti aperti sul territorio hanno registrato il tutto esaurito per un totale di 10 mila visitatori. Presto nuove aperture straordinarie e ampliamento della rete

La prima giornata di apertura della "Rete delle dimore storiche del Lazio" ha avuto un grandissimo successo. I 72 siti aperti sul territorio hanno registrato il tutto esaurito per un totale di 10 mila visitatori. "La partecipazione e l'entusiasmo del pubblico alla giornata odierna ci confermano che sostenere la bellezza e valorizzare il patrimonio culturale della nostra Regione sono gli strumenti giusti per dare impulso allo sviluppo del nostro territorio - dichiara il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti - ma l'istituzione della Rete delle Dimore Storiche e la sperimentazione di questa giornata di apertura sono solo l'inizio del percorso che porteremo avanti. Vogliamo organizzare nuove occasioni di visita e scoperta e ripetere ogni anno questa apertura straordinaria per dare la possibilità a sempre più persone di ammirare la grande bellezza di questi luoghi. Già nei prossimi mesi amplieremo anche la Rete delle Dimore Storiche grazie ad un avviso pubblico che, dal 1° novembre al 30 dicembre, aprirà straordinariamente i termini per far aderire nuove dimore".

Autonomia Regione Lazio, Manzi: "occasione per ridisegnare istituzioni locali"

E-mail Stampa PDF

NOTA STAMPA

"Con la decisione assunta dalla Giunta della Regione Lazio il 16 ottobre u.s. e la richiesta di parere al Consiglio delle Autonomie Locali, si avvia il processo per dare attuazione all'art. 116, terzo comma, della Costituzione anche nella nostra Regione affinché siano riconosciute ulteriori specifiche forme di autonomia. Il processo riguarda, più nello specifico, gli ambiti: “Sostenibilità della finanza pubblica territoriale e rilancio degli investimenti”, “Qualificazione dei percorsi di accesso al mercato del lavoro, tutela e sicurezza del lavoro e sostegno previdenziale dei lavoratori svantaggiati”, “Cinema e audiovisivo”, “Ambiente” e “Rapporti internazionali e con l'Unione europea delle Regioni”.

Partendo dalla proposta della Giunta regionale il confronto tra le istituzioni dovrà essere anche l'occasione per una ridefinizione complessiva della governance locale al fine di una modernizzazione del sistema regionale che tenga insieme la specificità di Roma Capitale e le esigenze dei comuni piccoli, medi e grandi del nostro territorio. Un'occasione da non perdere nell'interesse dei cittadini e del sistema imprenditoriale della nostra regione". Lo dichiara in una nota il Presidente di Legautonomie Lazio, Bruno Manzi.

Pag 1 di 76