Tuesday, Jul 23rd

Last update08:45:07 AM GMT

Sei qui: News Enti Locali

Enti locali

Sanità, Regione Lazio: nei primi sei mesi del 2019 assunzione per 1904 unità

E-mail Stampa PDF

"Nei primi sei mesi del 2019 la Regione Lazio ha avviato le procedure per reclutare 1.904 unità di personale che entrano in servizio presso il Sistema sanitario regionale. Di queste 702 unità derivano dalla mobilità nazionale sono cioè medici ed infermieri che a causa del blocco del turn over erano andati in altre regioni e ora possono tornare nel Lazio e i restanti 996 da procedure concorsuali. Nello specifico stiamo parlando di 851 unità tra medici e sanitari e di 1.053 unità del comparto". Lo dichiara l'assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

"Stiamo facendo fatti e non parole mettendo in campo uno sforzo straordinario - ha concluso D'Amato - per implementare gli organici e garantire l'assistenza sanitaria del territorio. Nel Lazio si è aperta una grande stagione caratterizzata da concorsi, stabilizzazioni e grandi investimenti infrastrutturali".

 

Export, Manzella: presto primo bando 5 mln euro per internazionalizzazione imprese

E-mail Stampa PDF

“Dopo l’approvazione del piano 2019-2021 che stanzia 18 milioni di euro per l'internazionalizzazione del sistema produttivo laziale tra poche settimane uscirà il primo bando, dal valore di 5 milioni di euro, per aiutare le imprese ad aumentare la propria presenza in fiere ed eventi di settore, ad assumere figure professionali adeguate come gli export manager e ad arricchire il proprio bagaglio di conoscenze per prepararsi ad affrontare al meglio le sfide dei nuovi mercati”.

Lo annuncia in una nota l’assessore allo Sviluppo della Regione Lazio Gian Paolo Manzella che aggiunge: “È un bando che abbiamo voluto preparare con un’ottica di riguardo per la semplificazione, dal punto di vista amministrativo, e che promuoveremo fra le imprese per allargare quanto possibile la platea dei partecipanti e dei possibili beneficiari. Siamo convinti che quella dei mercati esteri – spiega l’assessore regionale Manzella – sia una sfida cruciale per le nostre aziende, un volano per rafforzare l’economia del territorio, valorizzare le sue specialità e le sue eccellenze. I dati che ci sono stati consegnati ieri dall’Istat ci dicono infatti che nel Lazio c’è stato un aumento del 21% nei primi tre mesi del 2019 a fronte di una media nazionale del +2%, certificano quindi l’importanza del settore e il fatto che Lazio è regione traino dell’export italiano. In termini assoluti nel primo trimestre dell’anno le esportazioni delle aziende della regione hanno raggiunto la soglia di 6,5 miliardi (1,1 in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) facendo salire al 5,7% la quota regionale rispetto all’export nazionale (era il 4,8 un anno fa). Numeri che attestano la bontà delle politiche della Regione, che ha deciso di puntare con forza sulla internazionalizzazione delle aziende del territorio”.

“Ora dobbiamo continuare su questa strada, sia sostenendo le aziende che già oggi fanno export con successo, sia aiutando le piccole e medie imprese a proiettarsi sui mercati internazionali”, conclude Manzella.

Regione, D'Amato: al via reinternalizzazione servizio emergenza

E-mail Stampa PDF

La Regione Lazio ha avviato un percorso che porterà alla reinternalizzazione del servizio di emergenza sanitaria territoriale anche nella parte che attualmente è affidata esternamente attraverso gara pubblica. E’ il risultato dell’accordo raggiunto tra l’Amministrazione regionale, l’Ares 118 e CGIL-CISL-UIL FP. Nell’intesa le parti concordano su un percorso graduale di reinternalizzazione dei mezzi e del personale con ambiti territoriali differenziati, da concludere nell’arco di 36 mesi, che si avvii iniziando dalle postazioni di Roma capitale, per poi estenderlo successivamente alla provincia romana e alle quattro province del Lazio.

“Stiamo parlando di un accordo molto importante che va nella direzione giusta di potenziamento del servizio e al tempo stesso dando ai lavoratori le necessarie garanzie di stabilità nel servizio” ha commentato l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

La direzione generale dell’Ares 118 si è impegnata a presentare un piano di fattibilità con la previsione dei mezzi e delle risorse umane necessarie e i relativi costi con la contestuale rimodulazione, in proporzionale diminuzione, dell’acquisizione di servizi esterni da privati.

I rappresentanti sindacali, condividendo le linee di azione intraprese, hanno chiesto che il reclutamento di nuovo personale per i mezzi reinternalizzati debba essere ad incremento della spesa del corrispondente costo già sostenuto dall’azienda e che nell’espletamento delle procedure concorsuali venga considerato il curriculum professionale acquisito dai partecipanti anche in applicazione della L.R. 4/2017.

Di Berardino: 'firmato accordo mobilità per aree di crisi complessa'

E-mail Stampa PDF

“È stato firmato ieri sera con le Parti sociali l'accordo per la gestione degli ammortizzatori sociali dedicati alle aree di crisi complessa della Regione Lazio. Si stima che l’intervento possa riguardare circa 1500 disoccupati di Frosinone e Rieti che sono usciti dal mondo del lavoro e non hanno ancora trovato un’occupazione.

L'accordo riconosce gli assegni di mobilità in deroga e di cassa integrazione per l’anno 2019. Per far fronte al fabbisogno delle due aree, come Regione Lazio avevamo chiesto al Governo lo stanziamento di circa 35 milioni di euro, ce ne sono stati concessi 25; pur con queste ristrettezze, con l’accordo abbiamo cercato di soddisfare le esigenze dei lavoratori per tutelarli al meglio.

Un elemento particolarmente positivo riguarda l'attivazione di percorsi di politiche attive del lavoro per i beneficiari della mobilità in deroga. Fino a 58 anni le persone potranno essere chiamate a svolgere tirocini di lavoro presso le aziende, utili per l’aggiornamento professionale e il rinserimento occupazionale. Anche per questo, entro fine mese la Regione convocherà le associazioni datoriali.

Gli over 58, invece, potranno essere chiamati dagli enti locali per partecipare a lavori di pubblica utilità.

Infine, per tutti, rimane la generale politica attiva del Contratto di Ricollocazione Generazioni a cui possono far riferimento tutti i disoccupati del Lazio con più di 29 anni e che consente di partecipare a un percorso intensivo e personalizzato di reinserimento al lavoro, sia subordinato che in proprio. Al CdR è associato anche il bonus occupazionale alle aziende che assumono”.

Così in una nota Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro e nuovi diritti della Regione Lazio.

Ambiente, Regione Lazio: da Giunta ok a bando pubblico per contratti di fiume

E-mail Stampa PDF

La Giunta regionale ha deliberato questa mattina lo stanziamento di 300mila euro per un bando pubblico finalizzato alla promozione e incentivazione per arrivare alla firma dei Contratti di Fiume, Lago, Foce e Costa. Il Contratto di Fiume è strumento di programmazione strategica utile alla tutela e gestione delle risorse idriche e alla valorizzazione dei territori fluviali.

“Con l’approvazione delle delibere di Giunta inizia una nuova fase della Regione Lazio – commenta il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - Dopo il lavoro fatto negli anni scorsi per la definizione e la diffusione di questo strumento, completiamo un percorso che vuole rendere concreto un modello di governo del territorio che parte da ambiente e difesa dei beni comuni e arriva a promuoverne la valorizzazione con un percorso condiviso e partecipato. In attuazione della legge regionale vengono stanziati 300 mila euro, che saranno assegnati con bando pubblico”.

Vengono istituiti il Forum Regionale e il Tavolo Tecnico necessari a svolgere il coordinamento regionale per i diversi contratti e verificare la loro coerenza con le diverse pianificazioni, per individuare successive forme di finanziamento regionali, europee, per promuovere i Contratti di Fiume e per predisporre ed aggiornare l’Atlante degli obiettivi. La delibera prevede anche la “campagna #CdFLazioPlasticFree”, che sarà identificata con un apposito logo, al fine di eliminare i prodotti plastici utilizzati negli incontri, negli eventi e nell’intero processo dei Contratti di Fiume, Lago, Costa e Foce e di promuovere strategie di informazione e sensibilizzazione sul tema anche con l’inserimento nei programmi d’azione di misure, progetti ed azioni specifici. La Regione Lazio in questo modo concretamente lavora per costruire uno sviluppo sostenibile.

Regione Lazio, entro l'anno 20 milioni per interventi su strade provinciali acquisite

E-mail Stampa PDF

Con l’approvazione della delibera di giunta n. 334 si è concluso l’iter di acquisizione di 654 chilometri di strade provinciali da parte della Regione Lazio.

A seguito di questo passaggio di competenze, Astral spa, in qualità di gestore della rete viaria regionale, ha già provveduto ad inviare le lettere di invito al fine di realizzare, entro il mese di giugno, interventi di rifacimento del manto stradale e ripristino della segnaletica dal valore di circa 3 milioni di euro su tre strade in provincia di Frosinone (SP 20 Piglio - Arcinazzo, SP 30 Filettino – Capistrello, SP 275 allacciamento stabilimento FIAT), tre in provincia di Latina (SP 2 Cisterna – Campoleone, SP3 Velletri – Anzio, SP 128 Taverna 50), tre in provincia di Viterbo (SP 8 Verentana/Marta, SP 141 Variante Ronciglione, SP 8 Verentana/Capodimonte) e due in Provincia di Rieti (Raccordo SR 57 svincolo Soratte, SP 69 Selvapiana).

“Il passaggio di competenze delle strade provinciali, insieme ai circa 680 chilometri di strade regionali già trasferite ad Anas, garantirà una continuità territoriale e di gestione delle infrastrutture viarie presenti sul territorio regionale. Entro la fine dell’anno la Regione Lazio investirà circa 20 milioni di euro per interventi di manutenzione e messa in sicurezza della rete stradale acquisita”, spiega in una nota Mauro Alessandri, assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità della Regione Lazio.

Amministrative 2019, tutti i Sindaci neoeletti nel Lazio e i Comuni a ballottaggio

E-mail Stampa PDF

Sono 143 i Sindaci neo eletti nei Comuni del Lazio alle elezioni amministrative 2019. Ma il 9 giugno gli elettori di 9 Comuni del Lazio torneranno alle urne per il ballottaggio a Cassino, Ciampino, Civitavecchia, Monterotondo, Nettuno, Palestrina, Tivoli, Civita Castellana e Tarquinia.

Tutti i Sindaci eletti alle amministrative 2019 nel file in allegato.

Allegati:
Scarica questo file (Amministrative_2019_Sindaci.pdf)Amministrative_2019_Sindaci.pdf[ ]478 Kb

Mobilità, Regione: 240 milioni per il trasporto pubblico di Roma Capitale

E-mail Stampa PDF

Ammonta a 240 milioni di euro il contributo stanziato dalla Regione Lazio per il servizio di trasporto pubblico urbano di Roma Capitale. E’ quanto stabilito questa mattina dalla giunta Zingaretti con l’approvazione della delibera relativa all’assegnazione a Roma Capitale delle risorse finanziarie a valere sul Fondo Regionale Trasporti per l’anno 2019, che vanno a sommarsi agli 80 milioni di euro per il contratto di servizio con Atac per la gestione delle ferrovie ex concesse. Una parte di questi 240 milioni di euro - più precisamente 22 milioni e 521 mila euro – debbono per ora necessariamente essere accantonati. La legge finanziaria dello Stato, commi 1118 e 1119, articolo 1, ha infatti previsto un taglio di 300 milioni di euro sul Fondo Nazionale Trasporti nel caso di mancato raggiungimento, entro il mese di luglio, di alcuni obiettivi di finanza pubblica. L’eventuale successivo impegno dell’importo rimanente, sempre in favore di Roma Capitale, sarà disposto a seguito del verificarsi delle condizioni previste dalla Legge Finanziaria dello Stato.

“La Regione, come ogni anno, dà il suo contributo per il trasporto pubblico locale dei comuni del Lazio e in particolare a Roma. Una parte importante del bilancio a servizio della mobilità dei cittadini. Malgrado i tagli al Fondo Nazionale dei Trasporti, come Regione ci impegniamo sempre per migliorare la qualità della vita delle persone. Lo facciamo con gli investimenti regionali su Cotral, lo facciamo con il contributo ad Atac”, ha spiegato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

“Anche quest’anno la Regione Lazio si dimostra vicina alle esigenze di Roma e dei suoi cittadini, contribuendo a migliorare la mobilità dei tanti romani, pendolari e turisti che ogni giorno utilizzano i servizi del trasporto pubblico. Speriamo di poter contare rapidamente sui 33 milioni di euro attualmente bloccati così da poter distribuire ulteriori risorse per il trasporto pubblico locale sia a favore di Roma Capitale, sia per gli altri comuni del Lazio”, ha spiegato Mauro Alessandri, assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità della Regione Lazio.

Foto: Roma Capitale

Mobilità, siglato protocollo d'intesa tra Regione Lazio e Osservatorio nazionale trasporti

E-mail Stampa PDF

Garantire il coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini nei processi di miglioramento del servizio di trasporto pubblico. E’ questo l’obiettivo del Protocollo d’Intesa siglato in settimana tra Regione Lazio e Osservatorio regionale sui Trasporti. Un accordo teso a promuovere e a favorire il necessario confronto con l’utenza che quotidianamente utilizza i mezzi pubblici sul territorio regionale. Il documento, sottoscritto presso gli uffici dell’assessorato alla Mobiltà dal presidente dell’Ort, Andrea Ricci e dall’assessore regionale, Mauro Alessandri prevede infatti incontri bimestrali al fine di predisporre annualmente un piano di lavoro congiunto sulle politiche della mobilità e sulla loro implementazione. Saranno inoltre condivise una serie di iniziative e proposte volte a verificare periodicamente la qualità dei servizi erogati dalle aziende di trasporto pubblico e a concertare le linee programmatiche, generali e strategiche, in materia di politiche della mobilità. Il protocollo, immediatamente operativo, rimarrà in vigore sino al termine del mandato dell’amministrazione regionale.

Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

Pag 3 di 82