Wednesday, Jan 23rd

Last update11:36:56 AM GMT

Sei qui: News Enti Locali Usi civici, Regione Lazio: Governo intervenga per risolvere problema nazionale

Usi civici, Regione Lazio: Governo intervenga per risolvere problema nazionale

E-mail Stampa PDF

Un passo in avanti per risolvere la questione degli usi civici di Civitavecchia.

Entro fine gennaio l’Università Agraria consegnerà alla Regione una nuova verifica demaniale che coincide, riguardo la perimetrazione, con l’analisi del territorio prodotta dal Comune di Civitavecchia. La nuova perimetrazione svincola vaste aree del territorio di Civitavecchia interessate dagli usi civici. Restano modeste difformità tra le due versioni, che sono oggetto di ricorso dinanzi al Commissario per gli usi civici.

È questo il risultato dell’incontro che si è svolto oggi presso il Gabinetto della Presidenza della Regione Lazio alla presenza dei periti dell’Università agraria e del Comune di Civitavecchia. A promuovere l’incontro è stata la stessa Regione Lazio con l’obiettivo di confrontare le diverse perizie e lavorare per affrontare il tema degli usi civici.

Il confronto tecnico è stato utile e potrà consentire all’Università Agraria e alla Regione Lazio di avviare i necessari procedimenti di competenza volti a ridefinire, nel rispetto delle decisioni giurisdizionali, le criticità sul territorio.

Entro la fine di gennaio, infatti, la Regione si impegna a organizzare un altro incontro a Civitavecchia per fare il punto sulla questione relativa agli usi civici che grava sul territorio di Civitavecchia insieme agli attori coinvolti, Comune e Università Agraria.

Nelle scorse settimane il Lazio è stata la Regione capofila di un documento, votato all’unanimità dalla Conferenza delle Regioni, che analizza le problematiche connesse all’attuazione della legge 20 novembre 2017, n. 168 in materia di domini collettivi, con il quale è stato chiesto al Governo di aprire un Tavolo di confronto con le amministrazioni centrali. Inoltre, è stato chiesto di mettere mano alle nuove norme nazionali in materia di usi civici per tutelare gli interessi delle popolazioni coinvolte, come quella di Civitavecchia.

Lo comunica in una nota la Regione Lazio.