Tuesday, Mar 31st

Last update10:25:08 AM GMT

Sei qui: News Enti Locali Coronavirus, il decreto 'Cura Italia' e il sostegno dei bilanci degli enti locali

Coronavirus, il decreto 'Cura Italia' e il sostegno dei bilanci degli enti locali

E-mail Stampa PDF

Il decreto 'Cura Italia' introduce soluzioni a sostegno dei bilanci degli enti locali, anche se sicuramente in misura parziale.

Nello specifico, l'articolo 109  stabilisce, in deroga agli ordinamenti, (articolo 187, comma 2 del Tuel), la possibilità per Comuni, Province, unioni di Comuni di utilizzare, limitatamente all’esercizio 2020, la quota libera dell’avanzo di amministrazione per il finanziamento di spese correnti connesse con l’emergenza in corso. La deroga, che non si applica nel caso di debiti fuori bilancio da coprire o nelle more dell’adozione di provvedimenti di salvaguardia degli equilibri finanziari, richiede però l’approvazione da parte del consiglio del rendiconto della gestione 2019, la cui scadenza è slittata al 31 maggio, secondo quanto disciplinato dall’articolo 107 del citato decreto.

Da questa misura sono esclusi, inoltre, gli enti che sono in disavanzo di amministrazione, compreso quello da riaccertamento straordinario. In definitiva, solo gli enti che registrano un avanzo libero di amministrazione potranno utilizzarlo per spese correnti legate all’emergenza, ma una volta che avranno approvato il rendiconto 2019.