Saturday, Oct 20th

Last update08:13:31 AM GMT

Sei qui: News giurisprudenza Contenziosi Stato-Regioni e ricorsi sul Titolo V

Contenziosi Stato-Regioni e ricorsi sul Titolo V

E-mail Stampa PDF

Mentre il numero dei ricorsi contro la Corte Costituzionale riporta un calo progressivo, stenta a calare quello dei ricorsi in materia di Titolo V. E' quanto emerge da un'analisi pubblicata questa mattina in un articolo de IlSole24Ore.

I ricorsi in materia di Titolo V dimostrano dal 2002 ad oggi un andamento altalenante - si precisa nell'articolo - con un picco negli anni dal 2010 al 2012 (in quest'ultimo anno si è raggiunta la cifra record di 193 cause), ma il contenzioso sulle competenze non accenna a diminuire. Il braccio di ferro tra Roma e la periferia non accenna a placarsi, come dimostrano i dati: solo durante lo scorso anno i ricorsi sul Titolo V sono stati 95.

"Ma il lavoro della Consulta per comporre i dissidi tra il Governo e le Regioni continua a mantenersi elevato - si legge nell'articolo in oggetto pubblicato questa mattina sulle pagine de IlSole24Ore - l'anno scorso sono state prodotte 106 tra sentenze e ordinanze, quante quelle dell'anno precedente e in linea con il 2014, quando furono 96."

E tra il 2010 e il 2013 c'è stato, poi, un momento in cui le performance della Corte erano ancora più alte con oltre 140 decisioni l'anno, tralasciando le 13 e le 52 sentenze del 2002 e 2003, anni a ridosso del debutto del nuovo Titolo V della Costituzione avvenuto nel 2001, il 2007, con 72 decisioni.