Saturday, Oct 19th

Last update07:06:58 AM GMT

Sei qui: News Legautonomie Il sistema creditizio, gli Enti locali e lo sviluppo dei territori

Il sistema creditizio, gli Enti locali e lo sviluppo dei territori

E-mail Stampa PDF
Scarica questo file (Sistema_creditizio.pdf)

Il sistema creditizio, gli enti locali e lo sviluppo dei territori. È questo il tema dell’incontro che si terrà mercoledì 5 giugno, ore 11, nella sede di ALI.

Occasione in cui ALI Autonomie Locali Italiane e Leganet, con il sostegno di Intesa Sanpaolo, proporranno un’analisi sul rilancio delle politiche di investimento sui territori facendo il punto sugli strumenti utili e sostenibili a tal fine.

Verrà presentata un’articolata panoramica dell’evoluzione dei rapporti tra sistema creditizio e Enti Locali per lo sviluppo dei territori, analizzando il complesso delle operazioni di gestione finanziaria degli Enti Locali ed esaminando le novità relative all’avvio di SIOPE+ e dell’ordinativo informatico di incasso e pagamenti (OPI) e gli impatti di PSD2 per i servizi di Tesoreria.

La riforma del sistema di finanza pubblica non ha ancora avuto un effetto generale sul mondo delle autonomie locali; sono pochi i comuni e le province che hanno la possibilità di finanziare la propria attività, facendo leva su proprie risorse. La riduzione dei trasferimenti dall’alto ed una limitata autonomia finanziaria, impediscono, molto spesso, l’attuazione dei piani di investimento; se a questo si aggiunge un elevato grado di rigidità del bilancio, è palese la difficoltà per il reperimento di risorse.

Scegliere lo strumento finanziario più adeguato al finanziamento degli investimenti è oramai divenuto un percorso obbligato per gli amministratori locali. La presenza dei vincoli sull’indebitamento da un lato, la maggiore flessibilità dei prodotti finanziari dall’altro, impongono una precisa valutazione dei costi di indebitamento. È possibile individuare un percorso ideale per la scelta del canale di finanziamento, che non tenga conto solo degli oneri, ma consideri anche i tempi necessari per l’attivazione ovvero la complessità delle procedure in generale.

Allegati:
Sistema_creditizio.pdf[ ]507 Kb