Monday, Jun 01st

Last update08:58:59 AM GMT

Sei qui: News Legautonomie Coronavirus, ALI Lazio lancia appello contro fake news: "serenità e non odio"

Coronavirus, ALI Lazio lancia appello contro fake news: "serenità e non odio"

E-mail Stampa PDF

Infodemia o bulimia informativa. È definita così la proliferazione eccessiva di informazioni, il più delle volte caratterizzate da carenza di fonti e, quindi, di dubbia attendibilità. A questo va ad aggiungersi, poi, il problema delle fake news, ovvero notizie false spesso ideate con l'intento di screditare qualcuno o qualcosa. In clima da piena emergenza sanitaria, la circolazione di fake news rischia di causare gravi conseguenze sia dal punto di vista psicologico, sia sociale.

È dei giorni scorsi la segnalazione della circolazione di una serie di messaggi e video fake su Whatsapp, realizzati con lo scopo di innescare sentimenti di rabbia e malcontento in chi li riceve. I mittenti dei messaggi scritti o in formato audio/video sono falsi medici, falsi infermieri, falsi padri di famiglia che criticano i provvedimenti, le disposizioni e, più in generale, la gestione del governo nel fronteggiare la diffusione del contagio. Queste azioni, a nostro avviso molto gravi, andrebbero segnalate. È anche questa una forma di sciacallaggio che sfrutta la situazione di disagio dettata dal momento difficile che ognuno di noi sta affrontando e offende coloro che stanno impiegando le proprie risorse per combattere contro il "nemico invisibile". In primis ci sono i professionisti della sanità, che ogni giorno rischiano di essere contagiati per salvare vite umane. Non sono secondari, poi, i volontari, le forze dell'ordine e tutti coloro che, ogni giorno, si rimboccano le maniche per limitare, il più possibile, la diffusione del virus.

Contribuiamo, allora, tutti insieme, a fermare la diffusione dell'odio. Quello di cui abbiamo bisogno per affrontare insieme questa battaglia è un sentimento positivo di serenità e non di odio.